lunedì 14 dicembre 2009

E' stato Basaglia

Il noto premier recentemente aggredito si domanda, nel suo letto di dolore: "Perchè mi odiano?"
Le ferite inferte dal pazzo solitario guariranno presto. E' la ferita narcisistica che mi preoccupa, visto che lui non concepisce che non lo si ami nonostante le contumelie che riversa ogni giorno su giudici, comunisti, coglioni di sinistra e affini. Non sarà che lui è lui e gli altri... e che confonde l'amore con l'adulazione di cui sarà oggetto migliaia di volte al giorno? Chi è pazzamente innamorato di sé stesso commette sempre questo tragico errore di valutazione.

Solo un narcisista assoluto può meravigliarsi di avere, tra milioni di adoratori, qualcuno che lo odia o, più blandamente, non lo ha in simpatia. Eppure è un fatto puramente statistico. Non si può piacere a tutti e nel mondo c'è sicuramente qualcuno che ci odia. Vale per tutti.
Per noi comuni mortali normalmente si tratta di poche persone alle quali abbiamo pestato i piedi oppure che ci detestano per quella famosa ed irrazionale sensazione "di pelle".
Le rockstar, avendo milioni di fans, hanno anche statisticamente milioni di persone che non le sopportano.
Perfino la più grande rockstar di tutti i tempi, da lassù, ha chi lo loda e chi lo nomina invano senza pietà e con gli epiteti più crudi rivolti a Lui e Sacra Famiglia.
Per cui capirete che se perfino Dio subisce la stessa sorte degli umani, farsi venire un esaurimento ed una crisi depressiva perchè non siamo amati dal 100% delle forme di vita del pianeta, amebe comprese, è assurdo. Aggiungerei che è psichiatricamente patologico.

Vengo alla seconda psicopatologia in esame, quella dell'attentatore. E' difficile capire, trattandosi di persona notoriamente disturbata, se abbia agito per vero odio o per un raptus di autoesaltazione pseudoeroica, ovvero per un momento di follia che ti spinge a compiere un atto clamoroso che attirerà tutta l'attenzione su di te: l'attentato ad una figura quasi mitologica e percepita come intoccabile. La labbrata inferta al Dio Silvio con la statuetta in alabastro del duomo con Madunina è assimilabile al gesto di quell'esaltato che molti anni fa sfregiò la Pietà di Michelangelo e finì su tutti i giornali.
E' interessante però notare come Tartaglia abbia detto di aver deciso di colpire il noto premier per odio dopo averlo sentito parlare sul palco. Un ragionamento un po' troppo razionale per appartenere ad un pazzo. Nulla del tipo: "mi ha detto di farlo il mio cane".
Effettivamente il noto premier che ama tutti ed è così buono, come sua abitudine aveva appena finito di riversare sui suoi usuali nemici non rose profumate e altre guance ma un fiume di violenza verbale. In pratica, se urli come un ossesso il tuo odio contro i nemici politici, i giudici e chi ti contesta e di lì passa un picchiatello a cui scappa l'acting-out, diventa difficile proteggerti dall'imprevedibile. I freni inibitori ogni tanto saltano ma non avvertono prima di quando accadrà.

Infine, parlando dell'ultima psicopatologia, questa volta riferita al Potere. E' indubbio che su questo increscioso accadimento, come lo definirebbe un lord inglese, ci stanno marciando in tanti, a cominciare da chi, all'interno del Governo, sciacalleggia in libertà sul gesto di un folle isolato. "E' un folle isolato si, ma è colpa della Sinistra." Fin qui, conoscendo con chi abbiamo a che fare, non ci sarebbe da meravigliarsi. Ciò che è intollerabile è un'altro aspetto della vicenda.

In queste ore noi italiani, soprattutto gli immuni da papiminkiaggine, siamo tutti oggetto di un insopportabile e delirante ricatto psicologico. Non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma pare che presto sarà da ritenersi obbligatorio non solo essere dispiaciuti per ciò che è accaduto e manifestare la solidarietà al noto premier ma diventerà obbligatorio amarlo.

Orbene, gli attori non hanno problemi, sono abituati a sintonizzarsi sulle varie manifestazioni dell'emotività. Piangono e ridono a comando. Sanno essere tristi o allegri, perfidi o in odore di santità.
Per chi non è attore metodo Stanislavski sono cavoli. Anche sforzandosi, mettendosi il cilicio attorno alla coscia e pensando alle cose più tristi del mondo, c'è chi non riesce proprio a dispiacersi. Sono da considerarsi tali soggetti come pericolosi sociopatici? Assolutamente no. Forse semplicemente non sono ipocriti. Eppure il governo, in puro stile stalinista, è pronto a bollare come sociopatico pericoloso colui/colei che non esprimeranno il loro cordoglio per la perdita dei sacri denti.
Prima vorranno oscurare i siti (guarda caso sempre solo la Rete ci va di mezzo) che non si prostrano in adorazione. In seguito, chi non lo ama sarà oscurato personalmente di persona. Ci faranno vedere le immagini dell'idolo insanguinato e se i pennini del poligrafo denoteranno una rettiliana insensibilità ci puniranno con scosse elettriche. Sarà ma tutto questo puzza di Khamenei lontano un miglio.

Riassumendo. E' normale che vi siano persone sinceramente dispiaciute per ciò che è accaduto, cioè un anziano leader scivolato nel bagno di folla.
E' normale anche condannare la violenza in qualsiasi forma.
E' normale non essere dispiaciuti affatto e non riuscire a fingere una solidarietà che non c'è e non si riesce a provare. Fidatevi, chi piange ai funerali anche dei parenti stretti è una minoranza.

Non è normale attaccarsi ad un singolo esecrabile episodio per attentare ancora una volta ai più basilari principi della Democrazia, come la libertà di espressione:
"E' scandaloso e moralmente inaccettabile ciò che stiamo leggendo in queste ore su internet e nei social network. Per questo chiederò al ministro dell'Interno di procedere all'oscuramento dei siti in cui si inneggia alla vigliacca aggressione subita dal presidente Silvio Berlusconi".
(Andrea Ronchi, Ministro per le Politiche Europee)
(Giuro, come sia finita quell'immagine in questo post, proprio non lo so. Sarà stato il mio gatto.)

In sintonia assoluta con: Marco Travaglio e Gennaro Carotenuto.

36 commenti:

  1. Anonimo19:12

    E' stato Basaglia. Cara Lame non ho capito se la colpa del grande psichiatra sia stata di lasciare libero Berlusca o il Tartaglia?
    Penso che se avesse conosciuto Berlusconi avrebbe cambiato idea.
    Prim

    RispondiElimina
  2. Anonimo19:34

    Cara Lameduck,

    (che emozione, è la seconda volta che commento ^^), questo episodio mi fa pensare ad una delle storie di Oliver Sacks: in "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello" racconta di come alcuni malati avessero una percezione diversa del discorso di un noto candidato presidente americano. Un gruppo (gli afasici mi pare) non comprendeva le parole ma solo il tono, l'altro gruppo (per la verità si trattava di una sola paziente) non riusciva invece a cogliere i toni, ma solo le parole.

    Sacks riferisce di come tutti i malati trovassero grottesco quel politico che mentiva in modo così palese, mentre gli elettori americani lo elessero in massa.

    Magari il sig. Tartaglia ha una percezione diversa delle cose, che ha catalizzato la reazione violenta.

    Sei adorabile,
    franz

    RispondiElimina
  3. Anonimo20:17

    Ecco quale è la democrazia vista da ronchi.
    Amen.

    RispondiElimina
  4. Come al solito, parole sante e sensate...quando pestano o ammazzano un povero cristo(non ligneo), gay o extracomunitario non è mai emergenza...ora sembra che ovunque ci siano nuclei armati per il proletariato e gruppi talebani Nabucodonosor con sede alle Roncole di Busseto!E sinceramente, sentire la Lega che parla di seminatori d'odio sarebbe come chiamare Mengele a presiedere l'unicef...

    RispondiElimina
  5. guido20:46

    -Non può meravigliarsi di avere, qualcuno che non lo ha in simpatia...
    -è un fatto puramente statistico... perfino Dio...
    -un picchiatello a cui scappa l'acting-out...

    Che delusione. Che marcia indietro. Dov'è finita la grinta usuale...

    da Lameduck a Lamerabbit

    RispondiElimina
  6. bellissima analisi, complimenti! Certo Basaglia avrebbe dato una interpretazione clinica tale da richiedere un t.s.o. a Berlusconi e non a Tartaglia. La violenza non ha giustificazioni, mai... la sua strumentalizzazione consapevole altrettanto.Spero in un effetto post traumatico di ridimensionamento del presidente del consiglio con una ritirata in buon ordine. é tempo!

    RispondiElimina
  7. Adetrax21:46

    Premesso che l'episodio è stato estremamente spiacevole e disdicevole, concordo sul fatto che prima o poi poteva accadere (anche se il tutto ha assunto toni quasi surreali); dopotutto qualcuno gli aveva già tirato un cavalletto a treppiede in passato.

    Anche Reagan fu vittima di un attentato ben più grave da parte di un esaltato.

    In ogni caso, prima lo stupratore Bianchini del PD adesso un altro esaltato sempre del PD.

    Ormai non ci sono quasi più dubbi, è stato Basaglia che ha fatto uscire i mezzi matti, peraltro tutti comunisti, che si sono poi ritrovati nel PD (qualcuno è diventato anche giudice).

    Un ragionamento un po' troppo razionale per appartenere ad un pazzo.

    Eh, tu butti l'amo ... tuttavia anche gli esaltati o quelli che tendono a perdere il controllo di se possono alternare dei ragionamenti perfettamente logici ad azioni impulsive e violente (basta rivedersi le interviste fatte ad Angelo Izzo).

    Il padre di Tartaglia ha definito il figlio "psicolabile"; ricordiamo che definizioni più precise per queste patologie ci sono, è solo che stranamente in Italia non si vogliono nominare.

    Non è normale attaccarsi ad un singolo esecrabile episodio per attentare ancora una volta ai più basilari principi della Democrazia, come la libertà di espressione.

    E' vero, ed è ovvio che non sia normale, ma cosa è rimasto di perfettamente normale in Italia ?

    Dopotutto, non so se ci rendiamo conto della portata dell'avvenimento.

    Se la D'Addario è stata definita come "un'attentatrice alla sacra persona del premier" e non è stata perseguita (pur essendo passibile di 18 anni di carcere) solo per la somma magnanimità del nostro divo Silvio, peraltro sensibile al fatto che una "donna possa errare per difetto di giudizio", cosa dobbiamo dire di questo folle attentato al cui confronto quello commesso da Gavrilo Princip è ben poca cosa (come possibili effetti collaterali) ?

    Giunti a questo punto non si può non mettere in pratica la raccomandazione di Khamenei (ipse dixit) che peraltro è l'interprete della verità suprema e ha sicuramente concluso che l'opposizione non merita più di esistere visto che, come al solito, si è dimostrata "indegna" di fiducia.

    Dichiarazione di "La Russa".

    "E' in pericolo la democrazia !"

    E' ovvio, un altro episodio così e toccherà instaurare la legge marziale, l'esercito nelle strade c'è già.

    E il TG4 di oggi ?

    Un dolcissimo nettare, un puro balsamo per le ferite del premier.

    Concludendo, la colpa morale di quanto successo è tutta di chi ha seminato l'odio verbale e politico, quindi:

    - i magistrati persecutori;
    - Di Pietro e relativa manifestazione no-B-day;
    - la sinistra disobbediente;
    - tutti i blogger dissenzienti;
    - gran parte di Facebook, Twitter e gli altri social network a seguire;
    - tutti gli altri, inclusi quelli che non hanno apprezzato le modalità espressive del premier a Bruxelles.

    C'è qualcuno che ha addirittura pronunciato o scritto la parola "odio" ?

    Allora urge un serio e definitivo esame di coscienza ! ;-)

    Pentitevi e penitenziagite prima che sia troppo tardi !

    P.S.
    I gruppi FB intitolati "uccidiamo Di Pietro" potranno restare aperti.

    P.P.S.
    La dichiarazione che più mi ha colpito di Silvio è stata:

    "non mi fermeranno" !

    Ma davvero ha potuto pensare che che quello che ha subito sia stato un attentato pianificato da qualche avversario economico-politico ?

    RispondiElimina
  8. ** NOTA DI SERVIZIO **
    Cari anonimi, se non vi firmate sarò costretta a continuare a cancellarvi i messaggi.

    RispondiElimina
  9. Non vorrei che qualcuno confondesse la grinta ed il sano e giustificato spirito corrosivo con l'elogio di atti di violenza come quello commesso da Tartaglia.
    Che, possiamo starne certi, porterà ad un ulteriore restringimento degli spazi democratici: è notizia di poco fa la proposta del ministro La Russa - oddio sì, è proprio ministro, ogni volta fatico a scriverlo - di vietare le manifestazioni di piazza di dissenso.
    Dopo aver tanto delirato di "fucili padani pronti", di "coglioni, delinquenti e fannulloni" che dovrebbero morire ammazzati, i tizi che ci governano stanno strumentalizzando l'accaduto in maniera efficacissima; il gesto insensato di un poveraccio, alla fin fine, si ritorcerà contro di noi.

    RispondiElimina
  10. per uno che ha sempre dichiarato che la dialettica politica e' un'inutile perdita di tempo,cio' che gli e' successo e' una conseguenza delle sue stesse parole.
    di sicuro qualcuno che sorride c'e' e sono i suoi chirurghi estetici,che spero solo non tocchi a noi pagare,certamente questi faranno un buon natale a differenza di tanti poveri cristi messi in apettativa proprio per non ricevere le tredicesime.

    RispondiElimina
  11. giusepe22:30

    Solo una cosa mi sento di dire, fantastica Lame se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti, analisi veramente splendida come sempre del resto.

    RispondiElimina
  12. Comunque la risurrezione procede in modo soddisfacente: il premier riesce già a palpare le infermiere con entrambe le mani

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutti, secondo me al di là delle idee politiche che ognuno ha diritto di avere, è una vergogna che in Italia un qualunque cittadino provi così tanto odio per un politico che al di là dei prpri difetti, ha ricostruito L'Aquila in pochi mesi.
    La violenza non porta mai a nulla, è l'impegno degli uomini giusti che va premiato.
    Tutti i politici hanno qualcosa da nascondere, ma se vogliono fare il proprio lavoro devono farlo e basta.

    RispondiElimina
  14. vittorio02:10

    Io credo che ci sia una vera e propria persecuzione contro il nostro Presidente BERLUSCONI...Ritengo che in un paese dettato dalla Democrazia simili gesti di odio, arroganza, violenza non debbano essere tollerati. Troppo spesso si sottovaluta ciò che invece è di grande importanza. Certamente gli slogan di DI PIETRO e della Rosy BINDI hanno innescato delle vere e proprie bombe ad orologeria, ritengo che la politica ed in questo caso il Ministro MARONI debba dare un forte segnale agli Italiani con l'introduzione di una legge che punisca tali reati POLITICI/EVERSIVI. E' intollerabile e fuori dal mondo ciò che è accaduto ieri pomeriggio al nostro amato presidente....Mi auguro che guarisca presto e ritorni al proprio lavoro per il paese.

    RispondiElimina
  15. troppo triste per commentare (condividendo l'analisi di Carotenuto), lascio un saluto.

    RispondiElimina
  16. obbiettivo09:39

    qualsiasi uomo se calunniato si difenderebbe ma per voi no lui deve subire e se si ribella non è democratico il solo fatto di dare lavoro a tantissime persone e di conservare l'italianità dovrebbe farvi riflettere , tra l'altro giustificate tutto cio che vi fa comodo come le menzogne di travaglio sulla mafiosità di berlusconi, parlando del mangano il quale invece lo estorceva , è evidente! un governo che su trenta latitanti ne arresta 28 è mafioso?
    mah!io sono siciliano e voi non avete neanche l'idea di cio che è mafioso.provate anche voi a stemperare gli animi invece di mettere benzina perchè non provate a riflettere su cio che fa in privato per esempio di pietro che sfrutta doppi finaziamenti per i suoi interessi personali o prodi che ha rovinato cirio iri ed era in combutta con tanzi, oppure dell'immunità richiesta ed ottenuta da fassino e d'alema sull'inchiesta unipol non guardate dove fa comodo per populismo siate ogni tanto obbiettivi!demonizzare una persona per invidia anche se ha i suoi scheletri come tutti noi e molto meno di alcuni esponenti di sinistra . in un mondo dove la crisi è immane dove saltano le borse si grida agli aumenti ma dove si prendono i soldi ? facile parlare ma i fatti come si fanno prodi ci ha rovinati voi dove eravate? tasse a go go ma nessuno di voi parlava adesso .... il berlusca il suo stipendio da parlamentare lo da in beneficenza da sempre perchè i vostri esponenti ovviamente quelli che possono non fanno lo stesso? obama ha denunciato la fox dicendo che usano i programmi televisivi a fini politici contro il presidente se lo fa silvio è un demone! de benedetti proprietario di repubblica dopo avere succhiato il sangue all'italia con la sweda l'olivetti e la omnitel con leggi a persona fatte da amici suoi politici compiacenti ma siccome e di sinistra questo non conta!

    RispondiElimina
  17. @gabriele e littorio
    grazie per averci illuminati con le vostre banalita',non sapevo che la rosy bindi fosse un politico/eversivo,io l'avrei detto di berlusconi,ma il mondo politico e' pieno di sfaccettature che non tutti possono cogliere.
    ora anch'io faccio disinformazione modello feltri/minzolini,tutta questa vicenda non ha niente di politico,la verita' sul sig.tartaglia e' che e' solo un ultras milanista deluso dalle prestazioni della sua squadra

    RispondiElimina
  18. questa invece e' solo informazione indipendente che a questo punto diventa controinformazione:
    http://it.peacereporter.net/articolo/19351/Piazza+Duomo%2C+io+c%27ero

    RispondiElimina
  19. ** NOTA DI SERVIZIO **
    Cinque commenti cancellati per mancanza di firma.
    Più uno del noto troll che qui non è gradito ma insiste a commentare.

    RispondiElimina
  20. @obbiettivo
    hai un obbiettivo particolare?(si sa gia' qual'e') oppure volevi dire obiettivo?
    comunque per rispondrti, ti sei mai chiesto perche' il pd perde voti?
    siete voi berluscones che pur ammettendo le malefatte del vostro capo vi ostinate a votarlo.siete solo degli ipocriti venduti.

    RispondiElimina
  21. Pienamente d'accordo con te, Lame.
    Avanti così.

    RispondiElimina
  22. @ Prim
    temo che si farebbe prima a rinchiudere i pochi sani di mente, in Italia.

    @ franz
    che bello quel libro di Sacks! Andrebbe insegnato nelle scuole.
    Grazie Franz, in questo periodo sono molto sensibile ai complimenti... ;-)

    @ chiara
    E' l'Italia del "hanno la faccia come il culo".

    @ nicoletta
    quello non si ritira nemmeno se gli tirano il duomo di Milano, quello originale.

    @ adetrax
    ogni "grande" uomo ha l'attentatore che si merita. Berlusconi, per quanto si sforzi, dovrà limitarsi ai souvenir paccottiglia, non avrà mai un Von Stauffenberg.

    @ Bea
    da dei fascisti cosa vuoi aspettarti?

    @ rossoallosso
    io invece mi domando se ad un povero cristo qualsiasi con due denti rotti avrebbero fatto una TAC e tutti quei salamelecchi.
    Io al naso rotto non credo, fuori le immagini in stile "Toro Scatenato".

    @ mozart2006
    si, però, "si nutre con fatica". Beh, quale migliore occasione per perdere qualche chilo?

    @ Gabriele
    scusami ma quando sono arrivata a "ha ricostruito l'Aquila in pochi mesi" gli angoli della bocca non riuscivano più a star giù.
    Ma come vi vengono certe battute? Sei stato nel centro dell'Aquila a vedere? Beh, non te lo consiglio perchè è ancora tutto crollato. Sarebbe una delusione troppo grande.
    Ah, inoltre, odiare non è vietato. Soprattutto i politici. I politici sono al nostro servizio, sono dei nostri impiegati, pagati profumatamente per governarci.

    @ vittorio
    mavalà! ma cosa dice? Il nostro presidente??? Il TUO!!!

    @ paolo
    contraccambio il saluto.

    @ obbiettivo
    ma che bello, l'invasione dei papiminkia!
    Dunque, non sono calunnie, sono sentenze di tribunale. Travaglio non fa che riportare testi di sentenze che nessuno altrimenti potrebbe leggere.
    Mangano era un fior di mafioso che abitò per qualche anno a casa di Berlusconi. Lo trovi normale? Poi, si, commise delle estorsioni ma, scusa, tu continueresti a tenerti in casa chi ti ricatta?
    Io non sono siciliana ma so cos'è la mafia. So che ha fatto fuori quasi tutti i giudici e poliziotti che indagavano nel Pool di Palermo: Cassarà, Montana, Chinnici, Falcone, Borsellino.
    Sono questi gli eroi, non Mangano, come sostiene Dell'Utri.
    Per il resto non ti rispondo nemmeno. Se vuoi continuare a credere alla favola che Berlusconi dà il suo stipendio in beneficenza fai pure, siamo sotto Natale ed è giusto credere alla bella favola di Babbo Natale.
    Povera Italia! E povera Sicilia!

    @ rossoallosso
    già, mazzate per tutti coloro che non lambivano le terga del premier. Istruttivo, da leggere.

    RispondiElimina
  23. Si sa, per la legge se uno inveisce contro di te ti provoca e ti offende e tu reagisci e prendi a pugni o a statuettate chi ti offende vai in galera. Ed è giusto: autocontrollo sempre e comunque e non solo perchè il torto ricadrebbe su di te, ma perchè la violenza fisica è sbagliata. E infatti solo un matto ha sferzato il colpo. Ma il gesto del matto non si capisce perchè debba innescare una polemica a posteriori su l'odio verso il premier o odio innescato dalla sinistra , compresi le manifestazioni di piazza colorate di viola.
    Se è appurato che era un matto : mi sai dire perchè tutte queste polemiche? Al nostro Premier piacciono i bagni di folla e un folle ne ha approfittato. E' un problema della sicurezza (pagata da noi) e del premier (pagato da noi anche lui) che se le va a cercare a forza di lanciarsi, come le rock star dal palco, in mezzo a perfetti mitomani che chiedono l'autografo. E scappa il morto o il ferito.

    Quindi l'odio semmai di cui si parla tanto a posteriori riguarda solo quegli altri “malati di mente” che usano internet per noia e con superficialità, quei gruppi su facebook che esprimono in totale cazzeggio solidarietà all'attentatore: sono dei completi deficenti, probabilmente dei beoti e sono né più e né meno lo speculare di un papiminkia. Anche se con una presa di posizione al contrario una sorta di tifoseria, in pieno stile papiminkia. E stanno già portando a delle conseguenze. Coglioni!Cazzoni! Teste di legno!

    Servizio di sicurezza a parte che bene o male “il fattore umano” è imprevedibile. E' la faccia sanguinante del premier mostrata alla stessa folla che lo ha aggredito fisicamente che non mi spiego; non che non abbia avuto ammirazione per lui che colpito e sanguinante è ridisceso dall'auto per assicurare tutti che stava bene. Ma perchè lo ha fatto? Non saresti rimasta in macchina anche tu? Capisco la prontezza, uomo di comunicazione e altro che ha prestato alle telecamere il viso sanguinante almeno così si dice, ma o era fatto e non sentiva dolore, né paura, o è più matto del matto che lo ha colpito con la statuetta: sei il Premier , la tua incolumità non riguarda solo te stesso, riguarda tutta l'Italia. Si è comportato da incosciente e irresponsabile. Di questo si dovrebbe parlare, di un Primo Ministro narcisista, anche da ferito, che si ribella al servizio di sicurezza e adora i bagni di folla perchè è un folle anche lui, è stata colpa sua , non della sinistra che esercita il suo diritto di opporsi. E l'odio non c'entra un cazzo.

    RispondiElimina
  24. E' stato Basaglia è bellissima!ahah

    in merito a cio' che è successo a Milano:

    http://italomassimo.splinder.com/

    buona giornata

    RispondiElimina
  25. Anonimo16:20

    Le vittime più importanti del gesto di Tartaglia (gesto da condannare, ci mancherebbe) saranno la libertà di manifestazione, di opinione e pubblicazione -per ora su internet, poi si vedrà...-. Maroni è già al lavoro e probabilmente ci aspetterà un bel giro di vite su queste libertà che, se intaccate, ci faranno uscire definitivamente dalla lista dei paesi democratici. Del resto la direzione era quella, si sapeva.
    A proposito di abbassare i toni e dell'incitamento all'odio: una rassegna delle dichiarazioni fatte da uomini della DX nelle ultime ore ci farebbe capire come questi ultimi intendono queste parole.
    Praticamente, per loro, chiunque abbia osato criticare B. è un mandante di Tartaglia, e in futuro dovrà tacere.
    Per finire: la DX dimentica che negli ultimi mesi i toni più accesi, gli insulti, lo stare sempre sopra le righe, ha caratterizzato lo stile dei politici e dei giornalisti del suo schieramento. La lista può farsela chiunque. Io darò solo un paio di suggerimenti:
    "Chi vota a sinistra è un coglione" B.
    "Assassini !" Quando morì la Englaro
    "Fannulloni; opposizione élite di merda; la sinistra deve morire" Brunetta
    "Siamo sull'orlo di una guerra civile" sempre B.
    Ora mi fermo. Continuate voi, ma escludete le sparate dei leghisti; non vi basterebbe il tempo.
    Alessandro B. (bazzo1@ecc.; il mio indirizzo ce l'hai)

    RispondiElimina
  26. @ Nike:
    quei gruppi su facebook che esprimono in totale cazzeggio solidarietà all'attentatore: sono dei completi deficenti

    Sicuro che siano dei deficienti?
    E soprattutto: sicuro che non siano solo delle "false flag", cioe' dei gruppi creati ad hoc proprio da chi ha il fine di fare delle leggi per imbavagliare la rete?
    Certo che gli italici, a volte, sono cosi' minkia che non mi meraviglio che si siano fatti inculare prima da vanna marchi e poi dalla banda dei nani.

    RispondiElimina
  27. prin-cipe20:59

    --- DA GIOVEDì SARA' REGIME: FERMIAMO MARONI ---

    "Sono allo studio misure ma non ho intenzione di dire quali: lo dirò prima al Consiglio dei Ministri, essendo misure delicate, che riguardano terreni delicati come la libertà di espressione sul web e quella di manifestazione, ancorchè in luoghi aperti, pubblici" ha dichiarato oggi Maroni.

    Non è uno scherzo. Probabilmente da giovedì in Italia sarà sospeso per legge in buona parte il diritto a manifestare in piazza e anche il diritto di esprimere le proprie opinioni su siti e blog.

    La "genialità" dell'iniziativa è insita nell'ormai evidente messaggio mediatico di regime secondo cui chi dissente o si oppone al governo è un pericoloso terrorista o quantomeno un istigatore della violenza contro il premier. Se guardiamo con attenzione la tv per qualche giorno senza disintossicarci da essa leggendo le notizie e i commenti sul web tutti, ma proprio tutti, concorderemo con questo assioma. Chi dissente è un terrorista.

    [www.sconfini.eu]

    RispondiElimina
  28. tjorven21:19

    L'idea delle false flag è la prima cosa che mi è venuta in mente. Cercavano l'occasione buona per entrare in guerra... e questo coglione gliel'ha data...
    Però non nominare la legge Basaglia, responsabile di non si sa quanti morti e quante famiglie nella disperazione. Solo chi ha avuto un matto in casa la può nominare. Gli altri che ne parlano a vanvera hanno(compresi parecchi operatori, che ho conosciuto) hanno la zucca giusta per fare gli opinionisti a forum...

    RispondiElimina
  29. Bisognerebbe aprire un gruppo su Facebook dove si propone di abolire i gruppi su Facebook.

    RispondiElimina
  30. Chiara di Notte - Klára ha detto...

    @ Nike:
    quei gruppi su facebook che esprimono in totale cazzeggio solidarietà all'attentatore: sono dei completi deficenti

    Sicuro che siano dei deficienti?



    Cara Klàra, sono certa che sono dei deficenti quelli su Face Book. False Flag? Probabile. Oramai non mi stupisco più di nulla scrivo credo su internet da quando tu nemmeno sapevi come si accendeva un computer e non mi serve certo una maestrina armata di bacchetta che mi riporta alla realtà, sempre che essere diffidenti al punto di credere che questi gruppi “creati ad hoc” siano del pdl. Face Book è la più grande idiozia che sia stata recentemente costruita su internet. Ma questo è un altro discorso. Per quanto riguarda gli italici, sono di fatto un italica, ma non sono un uomo e essere inculati non mi fa godere per nulla, e il nostro premier incula alla grande. Regolarmente. E in modo esponenziale. Faccio molta fatica a non pensare che sia capace di farsi spaccare i denti pur di averla vinta, ma cerco di rimanere razionale, sempre e comunque. E' molto strano come è accaduto, ha una scorta che assomiglia a quella di Tom Cruise e si sono fatti inculare così? Strano molto strano. Per non parlare della sequenza dove l'oggetto non si riesce a vedere. Non era lanciato da molto lontano, perchè non si vede quell'oggetto? Ma questo è ancora un altro discorso. Il problema sono le conseguenze e quei coglioni che scrivono su fb sono l'ariete che abbatterà la fortificazione della libertà di espressione su internet. Berlusconi ha il complesso del monarca e gli italici ne pagano regolarmente le conseguenze.

    RispondiElimina
  31. lame,complimenti alla vignetta!rende meglio del "caimano"(senza offesa agli appartenenti delle due specie)!
    nike ,condivido la tua analisi.ma,aldilà del gesto o della persona,se fosse stato appurato che l'autore,anziché un "pazzo",è un disperato che ha perso il lavoro e non sa come sfamare i figli o un disperato "clandestino"sfuggito alla miseria generata dalla guerra del suo paese di origine sarebbe cambiato qualche cosa nella banale politica nostrana?

    RispondiElimina
  32. @ Nike: Oramai non mi stupisco più di nulla scrivo credo su internet da quando tu nemmeno sapevi come si accendeva un computer e non mi serve certo una maestrina armata di bacchetta che mi riporta alla realtà

    Qui ciascuno/a esprime le proprie opinioni che, secondo me, non sono piu' o meno valide in base all'anzianita' di servizio che si ha su internet. Io ho espresso la mia opinione, tu la tua, e fin qui mi pare che non ci sia niente di strano o di male.
    Di strano c'e' invece la tua presunzione di sapere da quando io avrei iniziato ad accendere un computer. Che ne sai? Potrei essere una bambina prodigio. :-)
    Rilassati... Ho affrontato il discorso delle false flag prendendo a pretesto il tuo commento non per attentare al tuo primato di anzianita', che non voglio ne' posso mettere in dubbio poiche' non ti conosco, anzi te lo lascio volentieri, ma solo per sottolineare un aspetto che in questa discussione non era ancora venuto fuori e che mi sembrava fosse il caso di prendere in considerazione: se per ipotesi il sig. Bush non avesse impedito il crollo di due torri per portare la democrazia in Iraq, non ci vedrei niente di strano che qualcuno si facesse spaccare il labbro per portare la democrazia agli in Italia. :-)

    RispondiElimina

  33. [...]non ci vedrei niente di strano che qualcuno si facesse spaccare il labbro per portare la democrazia agli in Italia. :-)[...]
    Ne sono quasi certa che si sia fatto spaccare il labbro e forse anche i denti,ma sono troppo preoccupata per le conseguenze dell'accaduto, e forse nulla di quello che abbiamo visto è realmente accaduto.Insisto:perchè è ridisceso dall'auto, dovrebbe essergli impedito, si indaghi del perchè e ce lo devono dire.
    Perchè non ci fanno vedere il nostro Premier dall'ospedale? Sono giorni che aspettiamo una intervista dall'ospedale, perchè non ce lo fanno vedere? Un martire, una vittima, un uomo che ha perdonato il suo attentatore, perchè non ce lo fanno vedere? E' senza trucco?:-D E' impresentabile? :-D O non è veramente ferito? Lui che non rilascia interviste e non fa la vittima? E Vespa che ne dice? Troppo strano; è tutto troppo strano. Oggi abbiamo un altro psicolabile che va a zonzo per l'ospedale, ma la sicurezza degna di uno sceicco, che fine ha fatto? Ma stiamo scherzando veramente? Sarebbe molto più coerente per lui, per l'uomo dal quale nacque il verbo, il marketing mediatico per eccellenza,che si mostrasse.

    RispondiElimina
  34. @ nike
    nessun servizio di sicurezza lascerebbe che il soggetto appena colpito si esponesse di nuovo ad un potenziale pericolo. Se lui è voluto salire sul predellino: 1) ha un servizio d'ordine del cazzo, 2) la sceneggiata era voluta. E mi fermo qui. Per tranquillizzarmi vorrei vedere pubblicate le foto del naso rotto.

    @ tjorven
    perchè pensi che non abbia titolo di parlare di malattia di mente?

    RispondiElimina
  35. @ tjorven: Solo chi ha avuto un matto in casa la può nominare.

    Sono pronta a scommettere i tuoi possono. :-D

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...