venerdì 22 gennaio 2016

Froci, sì



Froci, sì. Perché, a differenza di qualunque animale e perfino della più bassa forma di vita sulla Terra, vi state facendo portar via il territorio senza reagire. E perché non capite che, se vi stanno già attaccando le donne, vuol dire che sono già arrivati, sono praticamente in Via della Conciliazione.

Froci, sì. Perché da imprenditori pensate che importare schiavi dal terzo mondo non sindacalizzati, che costano poco e che schiavi lo sono fino al midollo da secoli, vi permetterà di svuotare i magazzini di quella merce che non vendete perché i pesci più grossi di voi stanno distruggendo l'economia periferica, ammazzandovi i compratori, per fottervi meglio le aziende.

Froci, sì. Perché da operai, impiegati, pensionati uniti nell'unico scopo di vita di votare a sinistra alle elezioni non avete ancora capito che è bastato un battito di ciglia e un mossa d'anca di una delle loro madonne del Palio, del capriccio del momento di uno dei loro omini grigi, per distruggere quella Costituzione che i vostri padri sono morti per istituire e difendere.

Froci, sì. Perché da operai, impiegati, pensionati uniti nell'unico scopo di vita di votare sempre e comunque a sinistra; cascasse il mondo, ci colpisse l'asteroide, ci invadessero gli alieni oppure l'Altissimo decidesse che l'Umanità gli è venuta a noia e vale quindi la pena di sterminarla con un supervirus, non avete ancora capito che questo - il votare a sinistra - non vi salverà.

Froci, sì. Anzi, froce. Perché il vostro unico nemico è il maschio decadente vostro pari che avete contribuito a modellarvi accanto pezzo per pezzo giocando con il secchiello e la paletta, illudendovi di aver creato l'uomo nuovo ed esservi emancipate. Un uomo che avete ridotto a un bambolotto da vestire, pettinare e depilare e che ora non è ovviamente più in grado di fare l'uomo.

Froci, sì. Perché da bambolotti lisciati e pettinati, asessuati, metrosexual o sapiosexual, vi toccherà combattere come gli uomini di una volta e temo non vi piacerà.

Froci, sì. Perché, e mi riferisco agli omosessuali, in un mondo che cade a pezzi, con i saraceni alle porte  che non aspettano altro che di lapidarvi o gettarvi dall'alto delle torri abbracciati ai vostri ganzi, e la miseria che incombe, il vostro unico problema sono i confetti e il farvi cuocere nel Dolce Forno, su prenotazione e a caro prezzo da una donna povera qualunque, un pupattolo che un giorno, dopo averlo amato di sincero amore, nutrito e protetto e colmato di ogni attenzione e bene, vi chiederà: "Dov'è la mia mamma?"

Froci, sì. Perché da comunisti, pidiessini, diessini, piddini e ultrasinistri, non siete ancora andati a linciare la vostra classe dirigente collusa con e venduta al capitale. Il fatto che il capitale ormai sia di stretta fede trotzkista e propugni la rivoluzione permanente, e per questo vi sentiate così accomunati in amorosi sensi, non costituisce circostanza attenuante.

Froci, sì. Perché da dirigenza comunista, pidiessina, diessina, piddina e ultrasinistra avete perso anche l'ultimo brandello di dignità e ne andate fieri.

Froci, sì. Perché da cattolici non riempite ogni giorno Piazza San Pietro facendo salire il "buuuuu!" fino alle orecchie dell'Altissimo. Perché sembrate contenti che questa gestione vaticana stia consegnando all'Islam i cristiani già bell'e legati mani e piedi. Perché avete accettato passivamente fino ad ora e fin dai tempi di Wojtyla, che Cristo, il Dio misericordioso ma giusto e all'occorrenza implacabile come suo Padre, venisse sostituito dalla mollezza materna e passiva del culto di Maria.

Froci, sì. Perché, da giornalisti non provate mai il morso allo stomaco della fame di Verità ma rimanete nei vostri salotti settecenteschi, incipriandovi le parrucche da lacchè e offrendoci solo il té avvelenato delle vostre menzogne ben pagate e remunerate con il sudore delle vostre lingue.

Froci, sì. Perché da politici di sinistra, di centro e di destra e di ogni dove, avete accettato di diventare solo degli esecutori, dei spingibottone, degli alzamano, degli scaldasedia e in generale delle pedine spostabili dal bianco al nero della scacchiera senza alcuno scrupolo morale da parte vostra. Perché non vi accorgete che, quando l'ultimo di voi sarà stato sostituito da uno dei loro maggiordomi ancora più fidati, non servirete più a niente, nemmeno a tenere in piedi la pantomima della corruzione.

Froci, sì. Perché da intellettuali avete sposato la dittatura del politicamente corretto, che vi impedisce di chiamare le cose con il loro nome, vi costringe a mettere in pausa il discorso per cercare quel vocabolo giusto, asettico, che non urti la suscettibilità di nessuno. Perché seguite la corrente, la moda, il richiamo della foresta, andate dietro alla calamita del potere come la ferrite, pronti a scandalizzarvi, a denunciare, a piagnucolare sul bimbetto morto per la scelleratezza del padre, mentre altri bimbi muoiono per la scelleratezza dei vostri padroni nel vostro più assoluto silenzio colpevole.

Froci, sì. Perché il buonismo vi ucciderà. Il buonismo che riservate ai Tartari e non ai vostri vicini. Perché implorerete pietà e non ve ne sarà data.

Offesi? Indignados? Vediamo se dandovi dei froci riesco ad attirare la vostra attenzione. O preferite più semplicemente essere chiamati traditori?

47 commenti:

  1. Padre, non perdonare loro perché sanno (perfettamente) quello che fanno.

    RispondiElimina
  2. parole sante sottoscrivo !

    RispondiElimina
  3. Mi pare che non manchi nessuno all'appello.

    RispondiElimina
  4. Quando si dice parlare chiaro

    RispondiElimina
  5. (E nella sinistra evanescenza, laggiù a sinistra, d'una qualsivoglia coscienza...)
    - 'A Barbaraaa! Dicce 'na cosa de destra!...
    - 'A frociii!!!

    RispondiElimina
  6. Sarebbe ora che non ci si vergogni ad essere delle persone "normali"

    RispondiElimina
  7. https://m.youtube.com/watch?v=xDr7fi1gFco

    MICHELE LOLLINO

    RispondiElimina
  8. Brava, e non è una novità

    RispondiElimina
  9. T.S.O. !

    (Total Standing Ovation )...cosa credevi ?

    :-)

    RispondiElimina
  10. Stupendo. Sei grande. E da grande descrivi e fustighi nel modo giusto questa nostra società-civiltà decadente e degenerata, pur nell'immenso scoramento che certamente ci accomuna nell'osservare e capire quanto sta accadendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione! Molti come noi sono consapevoli di questa inarrestabile decadenza. Ci accomuna un immenso scoramento ma...finisce lì. Quello che più mi addolora e mi fa disperare per il futuro dei i miei figli e nipoti è che abbiamo perso la forza di reagire. Siamo come dei mansueti agnelli che belando si fanno portare al macello!

      Elimina
  11. Anonimo12:04

    abbiamo dei vermi al governo che pensano a tenere la poltrona e a prenderci per il culo in nome di un europa che non esiste...se lo mettono uno nel culo dell'altro..il governo parla dei ricchioni come se fosse um problema importante...preferisco farmi tagliare la testa dall'isis che vivere in quedto paese

    RispondiElimina
  12. Anonimo12:24

    Parentesi volgare.

    Te se vojono .ncula'. Nun je poi fa gnente. T'o devi fa piace'.

    Alla fine sono sempre i soliti filantropi. Ti offrono comunque una via d'uscita.

    G.Stallman

    RispondiElimina
  13. radicalchock13:58

    Com'era quella frase attribuita a Orwell? Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è rivoluzionario. Chapeau.

    RispondiElimina
  14. Inchino, con un solo appunto: Era meglio l'ultima, "Traditori", se volevi chiamarli con nome e cognome dicendo la verità.
    Perché questi mica si offendono se li chiami froci, tutt'altro: gli dai la sponda per cavarsela con la banale frusta etichetta: "Omofoba".
    Se si parla di culo (scusa l'anglesismo), posson ben fare i politicamente corretti, tanto a rimettercelo sei tu (siamo noi tutti), mica loro.
    Quindi traditori, nome e cognome.
    Gli indirizzi no, li hai elencati uno per uno senza mancarne nessuno.
    Brava (as usual).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. traditori ignavi masochisti certo
      ma anche tanto tanto tanto "froci"...
      .. secondo l'uso comune del termine che non riguarda la sessualita ma quell'essere rompicoglioni, noiosi, petulanti, scontati, assolutamente irrilevanti...
      E questo vale soprattutto per gli eterosessuali "progressisti" che se lo prendono in culo senza piacere e senza ribellarsi. Questi sono i veri froci e si meritano l'appellativo strillato in faccia.

      Elimina
  15. Comunque, a giudicare dalle foto di Rep&Corr, sono capaci di radunare folle (fr)oceaniche che a difesa degli altri diritti te le sogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono feste dell'effimero. Per difendere le cose serie, ci vuole coraggio...

      Elimina
  16. Anonimo20:58

    Manco ti conosco, ti leggo e mi arrapo.
    Chapeau

    RispondiElimina
  17. Ogni volta che oggi ho letto "Sveglia!" da qualche parte ho immaginato teste esplodere che Tarantino a confronto è Frank Capra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento straordinario! Ti adoro!

      Tekkaman

      Elimina
    2. Ahahah! Ma che film è ? Mi mancava! Geniale! Grazie per la segnalazione :-D

      Tekkaman

      Elimina
  18. Ottimo coma sempre. Mi chiedo se hai scritto su femminismo o in generale sui ruoli maschio/femmina. Inoltre, una curiosita': davvero credi che il culto di Maria corrompa la Chiesa?
    Grazie
    Sergio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS trovato ...i vaniloqui...

      Elimina
  19. Grazie. Potessi solo descrivere la situazione nella quale ci troviamo nella mia famiglia...grazie grazie sempre.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Anonimo10:26

    Post definitivo e apocalittico, una raffica di schiaffi che dovrebbe svegliare anche le coscienze più dormienti. Ho paura però che siamo al punto di non ritorno...


    Enrico F.

    RispondiElimina
  22. Brava, davvero brava non ci sono altre parole, hai colto in pieno il senso di quello che molte persone pensano ma che per questa fottuta paura dell'esprimersi con chiarezza e semplicità anche nel rispetto del dissenso e per questo squallido senso del "politically correct" necessario per sopravvivere oggi, nessuno esprime chiaramente!

    RispondiElimina
  23. Il metodo juncker:
    “Poi però ‘o sapete che succede? Succede che er Rolex se ‘ngrippa, er guardaroba te ‘o devi cambia’ perché passa de moda, ‘a figa s’asciuga pe’ mancanza de liquidi e tempo sei mesi, ‘n anno, stamo di nuovo ar palo. Allora venite da me e faremo ‘n artro corpo."
    (da: Romanzo Criminale)

    RispondiElimina
  24. Jacobeo16:19

    In effetti, il culto di Maria corrompe la Chiesa solo nella versione anti-scritturistica di Bergoglio.
    Infatti, nelle le pochissime parole che pronuncia nei Vangeli, Maria spinge chiunque abbia a che fare con Suo Figlio a convertirsi,senza mezzi termini e mollezze (le Sue ultime parole sono, semplicemente, "fate ciò che Lui vi dirà").
    Questo per dire che il ruolo di Maria non è affatto quello di chi, più "buono" di Gesù stesso, osò dire "perché sprechi quest'olio?", suscitandone l'ira.
    Non a caso è proprio Maria che, nella tradizione, schiaccia la testa del serpente.
    Ad ogni modo, per quel che importa - e non importa nulla - sono totalmente d'accordo sul fatto che questa "sostituzione" del culto di Cristo con quello di Maria (distorto a colpi di bergogliate e medjugorie)sia funzionale a demolire il principio "virile " del Logos.
    Per concludere, parafrasando il Principe di Salina, voglio dirti che considero un privilegio averti conosciuta.
    Jacobeo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo19:00

      A me non appassionano queste diatribe, ma quando vedo scritto sulla facciata di una chiesa -Cristo +Maria non c'e bisogno di essere teologi per capire che la questione politica del femminile contro il maschile viene portata con violenza anche nel Sacro. Qui l'algebra acquista una valenza molto diversa rispetto a, chesso', -pere +mele.

      G.Stallman

      Elimina
    2. Anonimo19:05

      Dimenticavo: anche un ateo capirebbe che si vuole sostituire un culto con un altro. In una religione che si chiama "Cristianesimo" la cosa non puo' essere senza conseguenze.

      Elimina
  25. Risposte
    1. Dimenticavo: dopo le immagini dei frocioni, la bonazza bionda che dice cose sensate é in realta la Lameduck in trasferta ed in incognito in terra danese.

      Elimina
  26. Capitan_Findus21:58

    Sei un mito !

    RispondiElimina
  27. Il culto di Maria è ciò che rimane a livello mondiale del culto della grande madre reso succube e sterilizzatoo a conquista patriarcale ma a pensarci bene tale sottomissione non è riuscita completamente..padre,padrone e padreterno il vincitore antropologico della nostra era non ci porterà da nessuna parte se non a far proliferare guerre infatti l'islam è intriso di tale culto maschilista...è proprio il recupero di una madre, della madre terra e quindi della vita che può salvarci!!è. dal recupero del femminino che possiamo salvare la società che si dirige verso l'autodistruzione...in genere le madri che hanno iperprotetto i propri figli maschi non hanno soltanto cresciuto con il bene placido del contesto bamboccioni ma anche narcisisti...personalità autoritarie vedi biografia basta andare a dare una sbirciatina alle biografie dei dittatori...e ciò è la diretta conseguenza dell'essere ridotte a qull'unico ruolo sociale...cioè il prodotto del maschilismo...

    RispondiElimina
  28. Visto che si parla di froci, vale la pena leggere questo... http://blog.ilgiornale.it/spirli/2016/01/23/io-omosessuale-sereno-grazie-a-mamma-e-papa/

    RispondiElimina
  29. Notevole invettiva, grazie. Piccola aggiunta.

    Sentendo per masochismo la terribile emissione radiofonica "Uomini e profeti" su Radiotre, ieri domenica 24 gennaio, ascolto con le mie personali orecchie il filosofo Remo Bodei che dice quanto segue (riassumo fedelmente, si può controllare sul sito, c'è il podcast).
    Bodei:
    "Si possono integrare culture diverse solo con l'adiaforizzazione [lessico sociologico: rendere adiàfora, indifferenti, le cose che prima erano vitali]" Commento mio: Bravo Remo. Non c'è dubbio, se vuoi far convivere popoli che sulle cose vitali sono profondamente divisi, devi renderle indifferenti. Però, domandina: e dopo, per che cosa vivono, i suddetti popoli? Solo per la partita Milan-Inter (obbligatorio tifo britannico e imparziale)?

    Seconda perla. Dice Bodei: "La meternità surrogata è accettabile, purchè fatta con amore, anche dietro compenso." Commento mio: no comment.

    Il Kali-yuga sta esagerando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo16:57

      Sono un altro masochista che la sentiva per anni. La cosa mi procurava buon umore a sentire come erano ridotti. Poi ho cominciato a fare qualche riflessione, tipo: perche' una trasmissione simile si tiene il sabato mattina ? Perche', dato che il Cristianesimo sembrerebbe il tema principale, si invitano tutti, dai protestanti, fino ai musulmani, ed agli ebrei (con prevalenza di questi ultimi) e i cristiani sono prevalentemente i critici cattolici e i guru semi-laici di un Cristianesimo che una volta era considerato ereticale ? Credo che oggi potrebbero invitare anche il Papa che il taglio generale non ne soffrirebbe piu' di tanto. Bodei, al confronto di cio' che ho sentito altre volte, e' un reazionario alla Bava Beccaris.

      G.Stallman

      Elimina
    2. L'ho sentito anche io.... e poche decine di minuti prima le anime belle degli ascoltatori piddioti hanno voluto esternare le loro bucoliche (e ottocentesche) visioni di immigrati a cui vengono dati i latifondi incolti o le case diroccate da (insegnado loro a farlo, prima...)restaurare. Tutta gente che ha il tunnel carpale per avere al massimo fatto la punta alle matite, abissalmente distanti da qualunque conoscenza di regole e normative... per loro (piddioti) basta la buona volontà ed un terreno incolto o una casa diroccata... per questo artigiani e agricoltori italiani sono alla canna del gas... perché é facile!!! Troppi libri di avventura da piccoli e culo troppo al sicuro.

      Elimina
  30. Scordavo: invito gli eventuali cristiani che leggessero a prendere esempio dai correligionari libanesi, che hanno da sempre adottato come simbolo San Giorgio che uccide il drago. Secondo la leggenda, il combattimento si è svolto colà, nella ex bellissima baia di Giunia. Il simbolo lo si trova dappertutto: portachiavi, taxi, negozi, catenine al collo di grandi e piccini...è bello, anche come promemoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo20:10

      Io ne ho giusto uno nel portafogli. Pero' mi sovviene un pensiero: come conciliare un tale simbolo religioso con lo stesso simbolo impiegato a suo tempo dalla Guardia di ferro di Codreanu ? E' un problemuccio se si vuole mettere insieme cio' che rimane di destra e sinistra. Comunque il mio S.Michele rimane dove sta.

      G.Stallman

      Elimina
    2. Caro Stallman,
      secondo me così: ci pensa San Giorgio a distinguere, se lo ritiene necessario.

      Elimina
  31. Anonimo15:15

    ci trattano da froci ma loro sono i TRADITORI!
    Aspetta aspetta, forse entro l'anno, e poi mi sa che certi froci a reti unite si dedicheranno all'addobbo dei lampioni; sai che festa, che danze, come alla vittoria dei mondiali!!!!!
    foibar hahahaha

    RispondiElimina
  32. Anonimo16:17

    La Norvegia si sta svegliando! Divertentissimo video che sfotte i "politically castrated" passato sulla tv di stato norvegese! ! ! ! Diffondete!

    Norwegian State Television ridicules "Refugees Welcome" Crowd as being blindly "tolerant"

    https://www.youtube.com/watch?v=Pmfs4fQjBEw

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...