venerdì 10 novembre 2006

Aggiornamento: The Cogne Files

Avevamo appena lasciato la ridente vallata di Cogne con la notizia che Samuele sarebbe morto di morte naturale per l’aneurisma, eccetera, eccetera ed ecco dopo poche ore un’altra variazione sul tema.
La madre avrebbe ucciso in stato di parasonnia, per uno di quei casi descritti dalla letteratura nei quali un soggetto affetto da sonnambulismo può commettere atti di violenza auto o etero-diretta. Lo afferma l’ennesima perizia neurologica su Annamaria Franzoni, ordinata dal tribunale, che evidenzierebbe anomalie elettriche cerebrali di tipo epilettiforme.

A parte che un elettroencefalogramma non fa primavera, se il delitto è avvenuto tra le 8.00 e le 8.30 del mattino, come è appurato dagli atti processuali (qui il testo del rinvio a giudizio del GIP Gandini) e dal referto autoptico, quando la Franzoni ha accompagnato il figlio grande all’autobus dormiva o era sveglia? Ha perfino parlato con il conducente…

A questo punto solo i miei amati Mulder e Scully potrebbero dipanare la matassa degli X-Files di Cogne.
Eh si, perchè abbiamo avuto i fantomatici assassini che passano attraverso le porte chiuse, la cui cattura Taormina ha annunciato a più riprese come imminente ma che poi non sono mai venuti fuori (chissà perché). Assassini che si nascondevano tra legnaie e garage, confondendosi magari tra i nanetti da giardino e che erano in grado di entrare in casa, mettersi in pigiama, uccidere, ricambiarsi, uscire e sparire nel nulla in 3 minuti: assassini al microonde.
Poi è saltato fuori il “vecchio scarpone” numero 46 (avete controllato l’alibi di Ibrahimovic?) che quindi scagionava il piedino da fata di Annamaria.
In un trip esoterico a "Porta a Porta" il criminologo Bruno (che non è parente dell'orso) parlò di una possibile pista satanica visto che il delitto era avvenuto di giorno 30, giorno di sabba. E poi ricordiamo le accuse al matto del villaggio, alla vicina con la faccia feroce che “picchiava” i bambini e all’altra conoscente che avrebbe gettato il malocchio sulla famigliola felice e perfetta, troppo perfetta. Manca il nano ballerino nella stanza rossa e siamo in pieno Twin Peaks.

Non so voi ma io mi sono proprio rotta.
Mesi fa sono uscite delle intercettazioni riguardanti il grande capo Franzoni e i coniugi Lorenzi, delle quali ha parlato anche Fulvia in un suo post. Vi si parla della necessità di far sparire un certo martelletto. Ora, all’approssimarsi forse della presentazione al processo di ulteriori intercettazioni compromettenti siamo giunti all’escamotage del "io non c’ero e se c’ero dormivo". Faccio peccato se penso male?
A coloro che poi si commuovono per la "verità" contenuta nel libro autobiografico della povera madre accusata dai cattivi giudici (ci scommettete che il ghostwriter è Vespa?), ricordo che esiste un processo Cogne bis dove ben 11 persone dell’entourage della Franzoni sono indagate per calunnia e frode processuale, tra cui l'avvocato Taormina, la stessa Annamaria Franzoni e il marito Stefano Lorenzi per le false macchie di sangue fatte con il solfato di calcio.
Ho detto ridente vallata di Cogne all’inizio? C’è poco da ridere.

12 commenti:

  1. ot
    ore 22 40 di venerdì sera: se vuoi vedere Mauro Corona, dalla Bignardi, tra poco..
    Deck

    RispondiElimina
  2. Per fortuna ci sono quei bravi ragazzi del "Fronte di Liberazione Nani da Giardino" e quegli intrepidi del "Movimento Autonomo per la Liberazione delle Anime da Giardino" che stanno a poco a poco eliminando tutti gli alibi agli assassini in circolazione... ;-)

    A.I.U.T.O.

    RispondiElimina
  3. A me fa schifo tutto questo parlare di quell'omicidio, è diventato come una telenovela di rete 4...in questi anni quanti altri infanticidi sono stati commessi? e quante altre madri sono state sospettate o incriminate? Purtroppo ci sono stati altri molti casi! E allora perchè le luci della ribalta sono continuamente puntate sulla Franzoni ed il delitto di Cogne? Io non ascolto più le notizie di questo caso e non so se veramente l'assassina è la mamma...l'unica cosa che mi piacerebbe è che finalmente si lasciasse riposare in pace quel povero bambino e la si smettesse di trasformare una tragedia in uno spettacolo ed un business!
    Buonanotte paperella!
    ps: tutto bene? ti si vede poco in giro ultimamente...

    RispondiElimina
  4. [OT]

    Quando ho letto questo titolo sul televideo ho temuto per la nostra anatrella... :)

    Al-qaeda minaccia l'anatra zoppa

    In un messaggio audio diffuso via internet e attribuito al capo dell'organizzazione di Osama bin Laden in Iraq, Abu Hamza al Muhajir, anche noto col nome di battaglia Abu Ayyub al Masri,si esorta "l'anatra zoppa (il presidente Bush, ndr) a non darsi alla fuga come ha fatto il suo ministro della difesa".

    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_2026904749.html

    [b]

    :)

    RispondiElimina
  5. Ti ho ritrovata, anche senza volere, nel Ba aggreggator,
    quindi è destino che si prosegua il discorso:-)
    Un solo commento che mi dà una punta di fastidio.
    La frase copiata sotto è di Gelsomino un investigatore privato coinvolto nel Cogne Bis

    Gelsomino, coinvolto nel “Cogne bis” e oggi spettatore del processo come semplice cittadino, ha inoltre difeso la sua innocenza e ha spiegato: “avevo chiesto alla procura di lavorare insieme per valutare gli elementi acquisiti nella mia indagine. Quando i carabinieri hanno bussato alla
    mia porta pensavo mi portassero una medaglia e invece era l’avviso di garanzia”.

    L’investigatore ha chiesto un favore ai giornalisti – “spiegate che non è un fatto politico, è stato ucciso un bambino di 3 anni”
    Ecco, è questo che dà un po' di fastidio. Questo senso
    strisciante di processo con appartenenza politica. Si è cominciato vedendo la Franzoni come parente di Prodi. Poi, l'intervento ( evidentemente convinto ) di Taormina e Vespa ha delineato contorni politici.
    Questo a me non sembra una semplice impressione, ma un
    dato di fatto determinante un pregiudizio.
    Detto questo, che non mi sembra marginale, una sola parola
    sulle intercettazioni. Sono quanto di mistificatorio, a volte, possa avvenire.
    So di fatti e avvenimenti di persone da me conosciute, che si sono ritrovati in guai seri solo per qualche parola di troppo detta in un momento particolare. E
    se leggessero i nostri pensieri cosa accadrebbe, allora??
    Ci vogliono prove vere e non illazioni.
    Il fattore Tempo in un omicidio può essere facilmente spostato di anche di soli dieci minuti.
    Per quanto ne sappiamo l'assassino potrebbe essere stato già dentro casa insieme alla Franzoni e aver agito mentre essa stessa si preparava nel piano sottostante.

    La perizia sul pigiama è smentita dal perito di parte difensiva il prof. Bernt Brinkmann che è certo che il pigiama si trovasse sul letto. Sulla parte interna degli zoccoli sono state esclusi schizzi di sangue, ANCHE DAL CONSULENTE DELL'ACCUSA nonostante quanto è stato detto per circa due anni.
    Detto questo, il discorso della parasonnia, mi sembra,francamente, astruso e tirato per i capelli.
    Buona giornata, velvi.

    RispondiElimina
  6. "Quando una persona muore in preda ad una rabbia feroce, il suo spirito rimane intrapppolato nel luogo in cui è morta e la sua furia si scatenerà come una maledizione"[The Grudge]...

    Questa sarà la prossima versione della difesa.

    Taormina sosterrà che a uccidere Samuele è stata Kayako!

    RispondiElimina
  7. è tutta una cospirazione del consorzio, il responsabile è l'uomo che fuma, e gli alieni arriveranno il 22/12/2012

    RispondiElimina
  8. ilCogito14:44

    Ma non avete ancora capito che sono stati i comunisti? Volevano mangiarselo, allora l'hanno macellato, ma sono scappati sentendo la mamma ritornare!

    RispondiElimina
  9. @ paolo
    Ho visto, MITICO!! Grazie di avermelo segnalato.

    @ cima
    :-)

    @ stefania
    Sto lavorando tutta la settimana a tempo pieno. Forse il mese prossimo passerò part-time. Però lavorare è bello!

    @ justfrank
    Per un attimo mi sono preoccupata anch'io... ;-)

    @ velvet
    Ciao, ci ritroviamo....
    Mi pare sia stata la destra a fare di Annamaria Franzoni un'icona. Forse perchè il marito era stato candidato per FI a Cogne e per le simpatie politiche del gran capo Franzoni. In più se c'è un appiglio per screditare la giustizia, ogni caso va sempre bene per i sodali di Berlusconi.
    Sulle intercettazioni. Anch'io sostengo che vadano trattate con i guanti, ma se contengono materiale compromettente non le si può ignorare, e te lo dice una che tra un pò deve guardarsi in tv la propria squadra giocare in serie B. ;-)
    Tu sei un'innocentista di ferro. Benissimo. Mi auguro che tu abbia ragione.
    Io invece penso che questa famiglia abbia parecchie cose da nascondere, considerati gli indizi e i comportamenti, e abbia sfruttato i tanto odiati media fino ad oggi proprio per "sgamare" le proprie responsabilità. Perchè, secondo te avrebbero avuto necessità di falsificare le macchie di sangue? A casa mia si chiama frode processuale. Chi è innocente non fabbrica prove.

    @ frankie-yu
    non l'ho visto, devo rimediare.

    @ fulvialeopardi
    2012 già, quando il mio compagno andrà in pensione. Pagheranno gli alieni?

    RispondiElimina
  10. Oggesù.
    Sarò io che penso male, ma tutti questi signori e signore che parlano a sproposito inventando nuove e para-scientifiche spiegazioni basate sul nulla mi fanno vomitare per quanto avvoltoiano su quella che, alla fine, è la morte di un bambino.

    Sarò sempre io che penso male, ma Taormina, essendo perfetto rappresentante dell'Italia dei furbetti, a questo punto potrebbe aspirare al ruolo di prossimo presidente del consiglio, ruolo che dovrà contendersi però con Vanna Marchi, altra Italiana di Rilievo degna di rappresentare il Paese.
    Sempre che un bel giorno il Bel Paese non si svegli e scopra che esistono anche la Dignità e l'Onesta.
    Dio ce ne scampi ^_^

    RispondiElimina
  11. Anonimo14:05

    ling ling,
    in veste di quasi-avvocato e di quasi-mamma (e chissà se un giorno anche quasi -assassina...eheheheh) vi dirò...in Italia esiste il principio dell'innocenza fino a prova contraria: I giudici sono esseri umani condizionabili quanto voi e me, tutto questo parlare provoca solo una enorme difficoltà per l'attuale legale della signora f. nello svolgimento del suo lavoro (che è far capire che nessuno si può mandare in carcere sulla base di indizi e basta) perchè deve superare il pregiudizio di colpevolezza. ....i diritti umani, la democrazia....la giustizia, tutti bravi a parlarne quando il pregiudizio è buono.....

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...