giovedì 7 maggio 2009

Terremotati abruzzesi? A cuccetta!

Va bene, non parliamo più di corna, di lolite, di vecchi pistolini viagradipendenti e mogli tradite ma che mostravano le tette in teatro quindi in fondo erano zoccole anche loro, parliamo di cose serie. Non indulgiamo più nel gossip moralistico, che i compagni si incazzano. Non attacchiamo più il piccolo Peron sul piano personale, se no i nanofili frantumano ogni record e riescono ad amarlo ancora di più.

Freghiamocene del leader che dovrebbe dare il buon esempio (principio valido in tutte le culture umane ma non in Italia, dove il mascalzonismo sessuale è virtù teologale), fottiamocene della CEI (e del suo doppiopesismo) e soprattutto dell'uso criminoso del servizio pubblico radiotelevisivo, ridotto a semplice dependance dell'ufficio relazioni pubbliche di Mediaset. Sbattiamocene allegramente di tutto e passiamo a roba pesa da mandar giù con un bel bicchier d'acqua, se basta.

Parliamo della presa in giro degli abruzzesi terremotati. Siccome i mezzi di disinformazione di massa televisivi non ce lo raccontano, limitandosi a dire ciò che il regime del pistolino miliardario dice loro di dire, per sapere ciò che accade veramente dobbiamo rivolgerci ai pochi giornali rimasti che insistono caparbiamente con il fare giornalismo ed ai bloggers che raccolgono le fonti e le rielaborano, mettendoci del proprio, nel grande tam tam della controinformazione.

Il decreto sul terremoto d'Abruzzo, dunque. Le magagne che nasconde le racconta brillantemente Alessandro Tauro in questo post che vi invito a leggere.
Riassumento al massimo, si tratta, per non dire proprio di bugie, di altisonanti promesse costruite su fondamenta di sabbia marina, basate su soldi che non ci sono, come ha denunciato il sindaco dell'Aquila Cialente e che potranno venir fuori in tempi brevi (quelli strombazzati dalla propaganda) solo grazie ad una una tantum, cioè ad una tassa straordinaria da far pagare agli italiani e non con le lotterie, le riffe e il terno al lotto. No tassa, no party.

Estrapolo solo un paio di brani dall'articolo di Alessandro, per me assai significativi della mentalità da "clausole scritte in piccolo" che caratterizza il modus operandi del governo dell'apparenza e delle passerelle, cioè di un governo da avanspettacolo:
"Le case distrutte sulle quali gravava un mutuo verranno ricostruite, ma la porzione di casa corrispondente alla percentuale di mutuo non pagato diverrà proprietà della società finanziaria Fintecna (società controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze). Se il cittadino vorrà, come è logico aspettarsi, tornare ad essere proprietario di tutto lo stabile, dovrà far fronte pertanto ad un mutuo aggiuntivo da chiudere con la Fintecna."

"Metà dei costi per le abitazioni previste per ottobre non saranno disponibili prima del 2010."
Allora, l'eterno frainteso disse qualcosa a riguardo del termine entro il quale sarebbero state di nuovo agibili le case dei terremotati: il 10 settembre (e perchè non l'11, già che c'era?).
Se per quella data non saranno ancora pronte, non potremmo contestargli nulla. Non aveva mica specificato il 10 settembre di quale anno. Infatti si potrebbe dover parlare non solo del 2010 ma addirittura del 2033, come spiegano gli articoli che ho citato e linkato e che analizzano il decreto da marinaio.
Le ultime notizie sono che, mentre l'umido Bondi pensa alle chiese da ricostruire, Bertolaso, in un sussulto di coscienza, invoca la modifica al decreto legge affinchè i risarcimenti dei danni subiti dalle abitazioni siano totali e non parziali.

Intanto, mentre gli abruzzesi non sono affatto contenti di come stanno andando le cose, ma a noi non ci risulta perchè filtrano solo i resoconti dei miracoli della moltiplicazione delle dentiere, diciamo anche che molti sfollati aquilani sono costretti a ripararsi dentro gli scompartimenti di treni e a dormire nelle cuccette dei vagoni letto (sperando che siano stati almeno disinfestati dalle zecche, visti i poco edificanti episodi accaduti di recente con Trenitalia).
Va bene che, dopo un mese, siamo ancora in emergenza ma siamo sicuri che la gestione di questo terremoto non sia molto diversa da quella dei terremoti precedenti, checchè che dicano le televisioni? Se gli Aquilani vogliono stare qui, perchè li volete mandare nel vagon-lit?

L'11 settembre 2009 non prendete impegni che si va a controllare alla stazione dell'Aquila se le cuccette sono ancora ferme sui binari.

OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

26 commenti:

  1. Anonimo19:55

    http://www.governoberlusconi.it/detail.php?id=384&idf=459&ids=504

    ur_ca

    RispondiElimina
  2. Sei ridicolo, ur_ca. Cosa vuoi che dica il sito del governo? Informati sui giornali abruzzesi e poi ne riparliamo.
    P.S. Ma non dovevi abbandonare questo blog? ;-)

    RispondiElimina
  3. Ah, dimenticavo, sforzati di leggere anche i post e i relativi link se vuoi capire perchè ce l'ho con il nano.

    RispondiElimina
  4. Panty20:22

    Per la Soluzione Definitiva,ha detto 10 Settembre e non 11, perchè è troppo amico di Bush e non vuole rubargli le date.

    RispondiElimina
  5. ur_ca20:23

    Ci mancherebbe che leggessi tutte le tue faziosità ricercate con il lanternino. Cmq fai bene a criticare il palazzo. Mai sopirsi di fronte a qualsiasi potere.

    vuoi che me ne vada? Guarda che perdi molto. Il tuo è l'unico blog che ha il privilegio di ospitarmi, hehehe. No, dai, ci sono venuto perchè si può entrare senza doversi mettere i pedalini (email, iscrizioni ecc.). Mi sento un po' a casa mia dove per la sfatica di cavarmeli spesso giro con anche con gli stivali. E poi dai, anche perchè scrivi bene. E poi sei un buon diavolaccio.

    Sì hai ragione lo avevo detto. Allora At salùt Lame. Dedicherò più tempo al mio orto e ai miei filari di trebbiano.

    RispondiElimina
  6. Ma non dovevi abbandonare questo blog?

    E' stato frainteso. :-))

    RispondiElimina
  7. Per me ur_ca puoi restare, basta che non rompi i coglioni con "quanto è bravo Berlusconi". Ho quasi cinquant'anni, ormai non mi fai più cambiare idea. Non fare il testimone di Silvio, dài!

    RispondiElimina
  8. Mi dispiace per Ambruzzo... avevo due conoscenti li...

    RispondiElimina
  9. Già bannato?
    Grazie... solo con gente come ur-ca sai discutere: brava!

    RispondiElimina
  10. Gianni23:11

    Eravamo tutti in attesa di verificare se sparava a salve oppure no, anche se sapevamo che la risposta era si: erano tutte minchiate; sapevamo benissimo che faceva propaganda, per cui nessuna sorpresa. E' un prestigiatore che fa trucchi sempre meno riusciti, e per tirare avanti abbassa le luci.
    Siamo quasi al buio.
    Ci sono due questioni su cui peraltro mi arrovello:
    1 - perchè in italia (minuscolo) succedono cose che non possono succedere da nessuna altra parte?
    2 - se governasse l'altra sponda sarebbe diverso?
    Dai, discutiamo di questo

    RispondiElimina
  11. Anonimo00:03

    "se governasse l'altra sponda sarebbe diverso?
    Dai, discutiamo di questo"

    e,se non governasse nessuno?
    non l'euro ma i dieci euro li avessero mandati tutti senza richiesta di elemosina?
    dai discutiamo di questo!
    lele

    RispondiElimina
  12. Adetrax00:34

    Si, d'accordo su quasi tutto, ma la cosa più rivoltante secondo me è che durante il G8 (non a caso spostato all'Aquila), Silvio potrebbe essere tentato di imbastire un teatrino con visione di poveri terremotati per poi passare fra gli invitati con il cappellino in mano (magari con un triste accompagnamento musicale) per "stimolare" la raccolta di fondi.

    Spero che non lo faccia.

    Un'altra affermazione del soggetto ?

    La crisi non è grave, penso che in Italia potremo aumentare ancora il debito pubblico ...

    E' tanto difficile capire che gli italiani vogliono l'esatto opposto ?

    RispondiElimina
  13. Anonimo01:43

    se non vado errato il mago della comunicazione ha avuto il coraggio di rifiutare gli aiuti offerti dagli statunitensi dicendo che non ne abbiamo bisogno,che ce la facciamo da soli.alla luce di quel che trapela dall'abruzzo ha detto la solita minchiata.forse adesso li accettera'visto che ha un divorzio in essere sarebbe nel suo stile usare soldi pubblici per i propri interessi

    RispondiElimina
  14. rossoallosso01:44

    sono io l'anonimo dell'1.43

    RispondiElimina
  15. Gianni08:52

    @ lele
    Appunto. La questione è proprio questa. C'è qualcosa che non va
    (...
    In questo cielo
    C'è qualcuno che non sa
    Più che ore sono
    ...
    C'è qualcuno che non sa
    Più cosa è un uomo
    C'è qualcuno che non ha
    Rispetto per nessuno
    C'è chi dice no, ...)
    (Vasco)).
    Ci si accapiglia per il colore della buccia, ma è la polpa che sta andando in malora.

    RispondiElimina
  16. @ luciano61
    Discutere? Tu sai solo offendere. Cosa non gradita qui.

    @ Gianni
    sai, se governasse l'altra sponda magari non farebbe di più però ci eviterebbe quel fastidiosissimo far credere di aver fatto tutto quando non è vero.
    Inoltre, dire "tanto sono tutti uguali" è solo qualunquismo. Tra chi fa poco e chi non fa ma racconta bugie millantando successi mai raggiunti, quasi quasi preferisco il primo.

    RispondiElimina
  17. Gianni10:47

    @ Lame
    Non ce la faccio ad accettare l'idea che devo accontentarmi del meno peggio

    RispondiElimina
  18. Gianni11:34

    @ Lame
    ...
    http://www.giorgiogaber.org/testi/veditesto.php?codTesto=289

    RispondiElimina
  19. Tu, cara Lameduck, confondi 'critica' (non gradita da Te e si vede dal tono delle Tue risposte a chi non Ti asseconda) con 'offesa' (da te ben espressa in più occasioni con belle espressioni triviali verso chi non ti incensa).
    E non voglio parlare anche della Tua costante permalosità...
    Buona giornata

    RispondiElimina
  20. Cristo, ma con un post più che perfetto hai solo questo genere di commenti..??

    Vi dispiace se remo contro??

    Ottimo post, Lame!!

    RispondiElimina
  21. Anonimo17:51

    Mi spiace che non vivrò fino al 2034 per vedere la nuova Aquila due con piscine incorporate e scivoli per adulti ecc...mentre per le cuccette,mi pare siano meglio delle case di carta in cui hanno ,molti ,vissuto fino ad ora.Non ho parole e non so che fare.Grazie
    Tinti

    RispondiElimina
  22. Anonimo18:02

    "(e perchè non l'11, già che c'era?)"
    perché l'11 è dell'amico amerikano!
    se i sondaggi corrispondono a verità non rimane che l'emigrazione!
    una domanda:quando le racconta ci crede veramente?o prende per i fondelli?
    lele

    RispondiElimina
  23. il fatto che ci sono commenti del genere vuol dire che il post centra il bersaglio!
    ottimo spazietto duck!

    RispondiElimina
  24. questo si chè è uno scoop!

    buon fine settimana

    RispondiElimina
  25. anonimo resta nella tua inutile ombra.

    RispondiElimina
  26. Anonimo20:00

    Il presiDENTI del consiglio ha dovuto interrompere gli spot programmati in Abruzzo per motivi familiari.
    E come lui interrompe l'irradiazione del suo fascino, emerge la realtà in tutta la sua crudezza. Non più dentiere a tempo di record, non più linde casette in sei mesi....ma un'estate terribile aspetta quei disgraziati nelle tende!!
    Il Governo sta battendo in ritirata. I soldi non ci sono. Come non ci sono per finire i faraonici lavori intrapresi in sardegna (0tt0milioni di euro soltanto per tlc e fibre ottiche che dovevano passare attraverso condotti sottomarini!).
    Il babbeo dagli occhi porcini e dal comportamento porcello (non sara mica facile preda del virus suino?) sta accumulando errori grossolani che gli procureranno, finalmente grossi guai.
    cuorerossoA

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...