domenica 13 novembre 2011

Week-end con il morto


Quando esce dal lato B del Quirinale, il piccolo Papi ha l'espressione terrea di un vampiro svegliato anzitempo dalla scampanellata in pieno giorno del postino con la raccomandata, che gli ha fatto prendere l'odiata luce. 
Si è beccato anche la sua fischiata d'ordinanza e la reazione di pancia del popolaccio alla sua dipartita  - stasera nel videomessaggio ha lamentato il dolore che gli provoca la ferita narcisistica - ma non pensate a cosacce da Cannibal Holocaust tipo fine di Gheddafi; niente di tutto ciò, robetta. Avanspettacolo, rivista, mica tragedia. In linea con il personaggio.
Molto azzeccato il "buffone" e direi d'uopo il "chi non salta B. è", trattandosi di trafficante di pallonari. Un po' meno adatto il "Bella Ciao" che, cinghiatemi pure se volete, ha rotto i coglioni e non si può più senti', soprattutto quando è totalmente fuori contesto, visto che di partigiani in questo frangente se ne sono visti pochi in giro. Invece di andare sui monti, i Monti sono venuti a noi.  Ecco cos'è successo. Altro che "Il PD ha mandato a casa B." detto da Bersani, ve lo giuro. Premio Minchiata d'Oro alla carriera.



Tornando al nostro più grande statista morente, politicamente forse ieri sera ne abbiamo celebrato il funerale. Chissà se avrà la forza di rialzarsi e dovremo ricorrere al paletto di frassino.
Fisicamente appare comunque provato. Non è solo la rabbia che lo rode accelerandone l'invecchiamento a rotta di collo ma quell'assopimento che lo coglie ormai in qualunque momento - sedativi? narcolessia? avvelenamento lento? sofferenza vascolare pre-ictale? - e quell'eloquio impeciato alla ultimi discorsi di Michael Jackson, con le parole biascicate meccanicamente senza forse credere più a ciò che dice. Ascoltare il discorso dei ristoranti pieni, per credere.

Più che un Presidente del Consiglio dimissionario che andava dal Presidente della Repubblica, accompagnato dai bodyguards, ieri sera il nostro Dead Premier Walking sembrava l'utente finale di un nuovo tipo di funerale low cost con i quattro beccamorti regolamentari e il morto bell'e vestito e composto seduto dietro, tutti a bordo di un'auto comune, per risparmiare nel cofano e nel carro. Sapete, c'è la crisi.


34 commenti:

  1. Lasciando perdere l'Islanda che, con tutto il rispetto, ha un tale peso nell'economia mondiale che può permettersi di alzare il dito medio all'indirizzo del FMI.

    Non sono d'accordo. E' da 1917 che chi comanda ha imparato a non sottovalutare i topolini (il partito bolscevico all'inizio aveva piu' o meno il 5%).
    L'Islanda e' un topolino, non certo unelefante, ma la sua struttura e' quella di un vero e proprio stato esattamente come l'Italia. E' questo che fa di cio' che e' accaduto nel paese nordico pericoloso. Per un paio di motivi, come minimo:
    a) l'esempio dato in un contesto di rabbia diffusa. Un esempio che puo' essere esportato in altre realta' piu' grandi.
    b) il fascino di David che sconfigge Golia, che immediatamente crea un'emulazione idealistica.
    Quindi non sottovaluterei cio' che e' accaduto (e che sta accadendo) in Islanda. Ed il fatto che nessuno ne parli oppure lo si minimizzi e' segno che tale esempio non deve essere neppure preso in considerazione.

    RispondiElimina
  2. Si, ma in Italia chi avrebbe le palle per proporre una soluzione islandese? E, soprattutto, chi ne avrebbe i mezzi?

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. No, ti prego, ora chi critica Monti è antisemita, un salto carpiato di rara abilità, ti prego no, questa no.
    Da te proprio non me la aspettavo, ecco.
    :-(

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. paolo08:28

    in effetti le blogstav come le chiami tu mi dovrebbero spiegare quali sarebbero le azioni contro il complotto dpgm che il precedente governo avrebbe fatto. Mi sa che qualcuno non ha letto le ultime manovre finanziare, quelle da agosto in poi, o si è fermato alle figure. B. è stato rimosso perchè lui e quelli che rappresenta si rifiutavano di dare il proprio contributo, mica per altro.
    Per capirsi i 25 miliardi prossimi venturi si volevano tirar fuori (lettera all'europa) dai soliti più supercazzole varie. Solo che l'europa ha reagito così: http://www.youtube.com/watch?v=pNUp-2Ji_Eo&feature=related

    Dice...ma abbiamo solo eliminato un intermediario. Risposta: sembrasse poco, visto l'intermediario...

    RispondiElimina
  7. Non sono mica così sicuro che il pedofilo ultrasettantenne abbia finito i suoi giorni! Non dimenticate che c'è ancora un paio di milioni di italioti che lo adorano incondizionatamente. E per quello che riguarda Monti, sarà anche una medicina amara che bisogna prendere ma come faccio a dimenticarmi che ad inizio anno aveva apprezzato pubblicamente il lavoro di Marchionne e Gelmini?????

    RispondiElimina
  8. @ :-(
    Non ho detto questo. Ho detto che bisogna stare attenti perché in tempi di crisi economica grave, l'antisemitismo di questo tipo salta fuori come un virus stagionale. Era solo un suggerimento per evitare il contagio. ;-)

    RispondiElimina
  9. Nero tulip13:15

    Sono d'accordo al 99% con te... millemiliardi di volte meglio Monti che quell'essere ignobile e rivoltante che non voglio più neanche nominare..

    l'1% di disaccordo è che non credo che ora dobbiamo aspettarci che Monti sia il salvatore della patria, virtualmente siamo già falliti, se non cerchiamo una via di uscita al più presto (oltre Monti intendo..) tipo l'islanda appunto, ci aspetta un futuro grigio e triste.

    quindi riassumendo, con "quello" eravamo spacciati del tutto, con "questo", possiamo guadagnare tempo prezioso per salvarci... questa è la differenza fondamentale.

    RispondiElimina
  10. Monti non sara' il massimo(per qualcuno) ma sicuramente non è mafioso e non frequenta mafiosi!

    http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.com/2011/11/ecco-la-bella-italia-in-mostra-noi-non.html

    RispondiElimina
  11. "Si, ma in Italia chi avrebbe le palle per proporre una soluzione islandese? E, soprattutto, chi ne avrebbe i mezzi?"

    bella domanda che meriterebbe una risposta meglio articolata di come so fare io.
    Io partirei dal basso appoggiandomi a persone o movimenti che della questione ne discutevano in tempi non sospetti(diffidare sempre degli avveduti dell'ultima ora,Berlusconi insegna) e soprattutto guardavano oltre il berlusconismo scavalcando così la "sinistra" parlamentare e non corrotta e collusa.
    non voglio convincere e nemmeno fare pubblicità a contenuti che si possono condividere o meno ma in rete si trovano e ognuno farà le sue scelte anche se il fatto che non ci facciano votare la dice lunga a che è servito questo golpe,bianco,ma sempre di golpe si tratta

    RispondiElimina
  12. Cara amica Lameduck,

    "Si, ma in Italia chi avrebbe le palle per proporre una soluzione islandese? E, soprattutto, chi ne avrebbe i mezzi?"

    Tra l'Italia e l'Islanda c'è una piccola differenza: in Islanda i debiti sono opera di banche PRIVATE. In Italia i debiti li ha fatti lo Stato.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  13. Ma insomma, tutti a citare l'Islanda, ma si può sapere cosa avrebbe fatto di tanto speciale l'Islanda?
    Il debito pubblico dell'Islanda è stato ripianato da un prestito di 6 miliardi di dollari erogati dal FMI e dalle banche di Giappone e Scandinavia. Un prestito che dovranno rimborsare con lacrime e sangue esattamente come noi; la corona islandese ha perso il 50% del suo valore, la disoccupazione è raddoppiata, sono diventati dei pezzenti, non possono più uscire dalla loro isola, e se non fosse per i loro vulcani che gli forniscono tutta l'energia geotermica di cui hanno bisogno, a quest'ora sarebbero morti di freddo.
    Quello che si sono rifiutati di pagare è il debito PRIVATO, delle loro due banche, non quello PUBBLICO. Non rimborsando i correntisti hanno truffato i clienti inglesi e olandesi delle banche fallite, e ora Inghilterra e Olanda hanno fatto causa al governo islandese che non può più commerciare con questi paesi finchè non veranno saldato i loro debiti. Quindi... che cazzo state a dì???

    RispondiElimina
  14. Adetrax20:56

    ... senza rendersi conto che è il fantasma di Benito che suggerisce al loro inconscio collettivo il complotto demoplutogiudaicomassonico.

    Complotto D.P.G.M., quindi potrebbe essere un rigurgito di antisemitismo? si domanda qualcuno. Temo di si, e di quello buono, che viene fuori inconsapevolmente dai recessi più profondi, in periodi di crisi economica conclamata. Il peggiore, da starci attenti, molto attenti ...

    Ah, ah, ... qui le nostre interpretazioni divergono leggermente, perchè in fondo lo sapete tutti che se le suonano e se le cantano da soli ... scusate, ma almeno avete visto l'intervista ad A. Rastani ? (fra l'altro anche lui potrebbe essere E.)

    Una delle cose che il vero potere ogni tanto fa, è quella di sbattere in faccia qualcosa che è vicinissimo alla verità, alla cruda realtà di quello che che vuol fare e proprio per questo quasi tutti stentano a credergli (e fanno male, perchè il vero potere avverte in tempo, ammonisce e poi va giù duro).

    Dunque, per farla breve, il complotto demopluto-ecc. esiste, lo stesso Benito forse ne faceva parte come controfigura e si è fidato ma quello che non sapeva è che i conducator che si fidano poi possono essere a loro volta eliminati senza tante remore, soprattutto quando diventano un'imbarazzante fonte d'informazioni poco gradite (vedi anche Saddam, Gheddafi, ecc.).

    Se poi facciamo la conta dei politici e dei personaggi dietro le quinte più influenti, potremmo scoprire che la percentuale di persone appartenenti alle combriccole giudaiche (il termine semita è troppo generico) è assolutamente imbarazzante (forse a 2 cifre abbondanti percentuali) per un gruppo etnico che dovrebbe contare meno dell'1% della popolazione e che secondo alcuni eminenti personaggi ebraici (cui ovviamente non bisogna credere per definizione) si attesterebbe sullo 0.04% della popolazione italiana (dall'analisi della situazione si svilupperebbe quindi la perenne e patologica sindrome persecutoria).

    In tutto questo c'è ovviamente più di qualche parametro illogico ma non è questo il punto cruciale.

    Quello che forse stenta ad essere preso in considerazione è che sia B. che M. fanno comunque parte del complotto, si tratta solo di interpretazioni diverse per arrivare alla stessa scena finale.

    In breve, sono le due facce malefiche di "Giano bifronte" dato che l'avanzata di "bolina" è una specialità del vero potere.

    Ciononostante, in questo preciso momento, fra le due opzioni ce n'è una più educativa dell'altra, ed è quella rappresentata dal classico "drizzone" (in questo caso finanziario), termine genericamente citato più volte nel passato da B.

    RispondiElimina
  15. Adetrax20:57

    Al di là delle varie possibili interpretazioni più o meno ambigue e figurate relative al termine "drizzone", è fuori di dubbio che uno stato che ha fatto debiti oltre il consentito per almeno 50 anni di fila, a un certo punto deve prendersi la responsabilità di rientrare da detto debito e invertire la tendenza, altrimenti smettiamola di prenderci in giro e non chiamiamolo più debito ma donazione bancaria a fondo perduto oppure cappio al collo per dissolvere scientemente uno stato.

    In buona sostanza, benchè, in generale, un governo tecnico debba essere considerato poco opportuno in un vero regime democratico, al momento attuale, visto che NON siamo più in democrazia da tempo immemorabile, pare essere il male minore (non certo un bene) rispetto ad una banda di parassiti incapaci e ovviamente conniventi con il sistema internazionale.

    Un governo tecnico sarebbe il male minore perchè così l'Italia, rappresentata da una squinzietta minorenne e soprattutto minorata (che però pensa di essere furba), riceverà il giusto imprinting per il futuro, ovverò imparerà che non si deve fidare a prescindere.

    Concludo ripetendo che, già dopo i primi contatti, Monti ha ventilato la necessità di un'ulteriore manovrina da 25 miliardi (per un totale di 57 + 25 = 82 miliardi in 3 anni) e questo dimostra per l'ennesima volta la reale tendenza delle necessità finanziarie, dato che se l'Italia volesse veramente fermare l'avanzata del debito, dovrebbe fare manovre per 70-80 miliardi all'anno non al triennio, quindi preparate i lubrificanti che presto saranno parecchio utili.

    P.S.
    Vi piace la stretta del biscione ?

    E dire che finora non si è visto quasi niente di quello che potrebbe succedere.

    RispondiElimina
  16. Lame, in tempi di crisi può saltar fuori di tutto, le BR, Al Qaida, i nazisti dell'Illinois e i pirati informatici.
    Perché diamine tu e Michele Serra avete tirato fuori dal cilindro proprio l'antisemitismo?
    Non ho letto NESSUNO, dico NESSUNO, che criticando Monti/Goldman Sachs/BCE abbia fatto cenno
    ad alcunché di ebraico o meno. Forse Forza Nuova o i neonazi, ma quelli delirano da sempre.

    Tirar fuori questa assurdità è un astuto sistemino per indurre la gente all'autocensura e zittirla. Da Serra me lo aspetto, ribadisco, da te no.

    RispondiElimina
  17. @Marcello

    come barzelletta è fantastica,pensavo che solo il nano potesse arrivare a tanto

    RispondiElimina
  18. @ rosso
    non è una barzeletta, è una pagina di wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_dell'Islanda

    RispondiElimina
  19. Gasparri “Cosa deve fare B? Suicidarsi?“. Per la prima volta il suo neurone ha avuto una buona idea...

    RispondiElimina
  20. @Marcello

    la verità è che politici corrotti hanno fatto il gioco dell'FMI nazionalizzando il debito ,altrimenti non si spiega il referendum dato che solo richiedere a comuni cittadini il pagamento a favore di privati è da folli
    "Innanzitutto bisogna sottolineare che l'Islanda si trova in questa situazione perche' ha deciso di nazionalizzare un debito privato.
    L'Unione Europea e l' FMI “consigliano” allora al governo islandese di socializzare le perdite del settore finanziario facendosi carico dei debiti delle banche. Per trovare i finanziamenti necessari per il risanamento di questo nuovo debito nazionalizzato, i “consigli” del FMI sono chiari: tagli alla spesa pubblica, in particolare su sanita' ed educazione, aumento delle imposte sul lavoro e imposte indirette e applicazione di una politica monetaria restrittiva (sostanziale aumento del tasso di interesse).

    RispondiElimina
  21. Cara amica, è una questione di semeiotica medica, di riconoscimento dei sintomi. Non è un modo per zittire chi vuole criticare Monti, figurati.
    Mi preoccupa solo il pensiero unico di questi giorni. Preferirei che Monti venisse criticato in base al suo operato, che ancora non ha avuto modo di mostrarci, e non perché "è l'uomo di Goldman Sachs", capisci? Perchè questo è pregiudizio, è il vecchio complotto che ogni tanto salta fuori e proprio in corrispondenza delle gravi crisi economiche. Il '33 venne dopo il '29. Anche i nazionalismi più beceri si nutrono di nuova linfa con la crisi, guarda quel demente di Bossi e il suo parlamento della Padania.
    Sono i ricorsi storici, non è casualità.
    Se io dico: "occhio che questi discorsi possono portare all'antisemitismo" sto solo dando un consiglio diagnostico, non sto utilizzando l'argomento antisemitismo in un fuori contesto, come quando lo si usa per zittire le critiche ad Israele.

    RispondiElimina
  22. Si, ma in Italia chi avrebbe le palle per proporre una soluzione islandese? E, soprattutto, chi ne avrebbe i mezzi?

    E' proprio questo il problema. Vi osservo da un po', voi italici (perdonami se uso questo termine e per un attimo mi pongo "fuori dall'acquario"), ed ho notato che nei momenti di crisi vi affidate sempre ad un "unto del signore", un "supereroe", uno che vi tiri fuori dai guai. E puntualmente avviene che cadete dalla padella nella brace.
    Io spero che stavolta non sia cosi', ma cio' non toglie che e' un po' il vostro modo di fare quello di affidarvi ad un uomo, una personalita', un altro profilo istituzionale, eccetera eccetera, ma pur sempre UNO.
    Non siete mai VOI, in TANTI, con un'ideale senza che questo sia necessariamente legato ad un leader.
    Ed anche le varie manifestazioni di dissenso, che altrove vanno avanti per giorni, settimane, mesi, da voi durano lo spazio di poche ore e poi tutti in coda a comprare l'iPhone o a casa per il Grande fratello, o la partita o uno dei tanti programmi talk show di politica dove tutti si azzannano dicendo sempre le stesse stronzate.
    E' qui il punto: non avete ideali collettivi. Vi mancano le ragioni collettive per cui lottare. Siete come separati da una pellicola, ciascuno in cuor suo che spera che a pagare il conto siano "gli altri", chiuso nel proprio individualismo.
    Il berlusconesimo ne e' la quintessenza, ma Berlusconi e' nato proprio da questa realta' che ho descritto.
    Perche' ammiro certi movimenti del nord Europa come ad esempio i Pirati? Perche' e' l'ideale che muove le persone e non il "supereroe".
    Una diversa concezione della politica, ma anche dell'esistenza.
    Perdonami il "pistolotto", cara amica, che puo' apparirti anche un po' "qualunquista" e banale, ma meglio di cosi', dato il mio limite linguistico, non saprei spiegartelo.
    Buona giornata. :-)

    RispondiElimina
  23. Vedi, carissima Klara,
    in questi giorni la vera natura degli italiani sta venendo fuori in tutta la sua miseria. La verità è che non possono fare a meno di B., e non parlo dei papiminkia, ma di coloro che ne hanno parlato male fino a sabato sera. Altrimenti non si spiegherebbe questo fiume in piena di minchiate su Goldman Sachs, Trilateral, Rettiliani e Frammassoni. Tutti che parlano come i giornali del tempo del fascismo, che usano gli stessi termini di allora come "demoplutocrazia", senza rendersi conto di parlare come Forza Nuova.
    Nessuno che abbia avuto l'intelligenza di andare a leggere su WIkipedia che anche Gianni Letta, l'alter ego di B. è nell'advisory board di Goldman Sachs. Che Tremonti partecipa ai party di Bilderberg. Letta e Tremonti si e Monti no?
    Su Monti ti devo correggere. Non è un uomo della provvidenza, è solo un chirurgo che deve tentare di salvare un malato gravissimo. Se lo salverà gli baceremo le mani, se il malato morirà lo malediremo. Gli italiani credo lo vedano proprio così.

    RispondiElimina
  24. Su Monti ti devo correggere. Non è un uomo della provvidenza, è solo un chirurgo che deve tentare di salvare un malato gravissimo.

    Il discorso non cambia. Anche se chirurgo invece di messia, e' comunque un "mettersi nelle mani di un solo uomo", che caratterizza (almeno secondo il mio modo di vedere le cose), l'italico popolo. Ma non da ora. Da sempre.
    Questo conduce inevitabilmente ad un atteggiamento tipico del: "comunque vada non e' mai colpa nostra, ma solo sua."
    Non e' questo che dovrebbe essere il comportamento di un popolo "maturo". E, ritornando alla tua domanda iniziale, non e' cosi' che si potra' adottare la ricetta "islandese".
    Deve proprio cambiare - io azzarderei un "evolvere" -la mentalita' della gente. Quindi, fino ad allora, e' giusto che vi affidino alla "badante" che vi impedisce di fare ancor piu' danni.
    In compenso, pero', anche se in "coscienza civile collettiva" siete un po' indietro, siete in ogni caso insuperabili nel bel canto e nella pizza. :-))

    RispondiElimina
  25. paolo16:28

    @klara-chiaradinotte: ci hanno fatto diventare così. Noi italiani attuali siamo il risultato del più grande esperimento di lavaggio del cervello a mezzo televisione dell'occidente.
    Ha funzionato per mezzo del bastone (la quantità della repressione in questo paese non ha avuto uguali nel resto dell'europa occidentale, per dirne una: Genova 2001. Ma anche la repressione del dissenso negando legittimità e diritto di parola nei media mainstream, anche approfittando di un livello di cultura e informazione più basso della media europea) e la carota esplicitata dal "se ti fai i cazzi tuoi e magari fai un po' il furbo rubacchiando alla collettività non ti romperemo troppo i coglioni e ti lasceremo vivere".
    Però non credere: la società italiana è attraversata da correnti carsiche, in grado di ingrottarsi per decenni e poi comparire all'improvviso. Ma noi che come i tedeschi nel novecento abbiamo perso due guerre mondiali (perchè la prima l'abbiamo persa, ma ci è stata data vinta a tavolino) e abbiamo avuto il fascismo e abbiamo sempre avuto classi dirigenti impresentabili anche e soprattutto quando parlavano dell'interesse generale, noi non daremo mai risposte collettive strutturate come quelle dei paesi in cui la parola patria ha un significato diverso dalla bestemmia di chi maledice di essere nato in questa terra. O almeno dovrà passare molto tempo prima che sia possibile. Ci hanno preso per il culo troppe volte e la diffidenza è lecita anche se diventa un handicap in più.

    RispondiElimina
  26. Anonimo16:31

    Lame, siamo un popolo ignorante. Per molti l'unica fonte di informazione sono tiggì e le trasmissioni televisive. Ora che il Kapo è all'opposizione, gli house organ (uffcilai e no) stanno iniziando, com'era prevedibile, a spalare merda sul suo successore. Spacciare Monti per komunista era un po' troppo anche per i papiminkia (comunque qualcuno ha provato anche questa strada) così hanno tirato fuori la Goldman Sachs. Il TG5 è pure andato a riesumare Ferrero, che credo non comparisse sulle reti mediaset dai tempi di Prodi. La cosa divertente comunque è sentire i neocon de noartri, in primis Ferrara, tuonare contro il complotto finanziario come l'ultimo dei no global.

    Saluti

    Nevermind

    RispondiElimina
  27. così hanno tirato fuori la Goldman Sachs.

    Beh... qualche (legittimo) dubbio ti viene quando a farci le vignette, invece dei papiminkia, sono altri.

    http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2011/11/lemonde.jpg

    RispondiElimina
  28. Adetrax22:40

    @Klara

    Il discorso non cambia. Anche se chirurgo invece di messia, e' comunque un "mettersi nelle mani di un solo uomo.

    Innanzitutto sulle spinterelle date a Monti per farlo arrivare in pole position alla futura carica di primo ministro, bisognerebbe chiedere spiegazioni a Napolitano, ma la cosa è perfettamente inutile dato che è noto che anche lui ripete roboticamente NWO, NWO, ecc.

    In secondo luogo non è che ci si affida a una specie di dea Kalì, semplicemente quella persona rappresenta degli oscuri e potenti interessi celati al pubblico, dunque quello che dice e che propone è (più o meno) quello che il potere, che lui rappresenta, vuole (e in questo momento il potere vuol dare una gran "punzonatura" ai vari stati e in particolar modo ai PIIGS per fare cassa e usare il relativo potere monetario per i soliti scopi finali ovvero l'NWO e tutti i vari accessori).

    In virtù di questo potere rappresentativo scattano i meccanismi degli assecondamenti e delle obbedienze.

    Ovviamente il tutto è possibile per la natura assolutamente gerarchica e piramidale delle note strutture che operano al 90% in maniera sottilmente extra-istituzionale.

    Circa la natura del "popolo italico", come ben sai o forse come intuisci, non è per nulla uniforme in quanto assolutamente disomogenea.

    Prendi 20 regioni italiane e moltiplica per 2 o per 3 le macro-influenze che ci sono e otterrai il numero dei sotto-gruppi presenti, non per niente l'Europa ha cercato di far emergere al massimo il discorso delle minoranze, ecc.

    Probabilmente, gran parte della popolazione, 3, 7, 20 secoli fa non era assolutamente presente sul suolo italiano, dunque l'Italia è un esperimento ante-litteram dell'NWO e come tale il risultato non può essere virtuoso.

    Non a caso, in questi giorni i piani alti hanno ripreso a lisciare il discorso degli immigrati e dell'immigrazione, dicendo che l'Italia senza gli immigrati non ce la fa e tutto il bla, bla, bla (fra l'altro è uno dei temi più cari alle combriccole giudaiche perchè più caos c'è e più possono emergere facilmente).

    E' ovviamente il solito discorso del divide et impera e stanno solo invitando gli schiavi (che forse non vedranno mai un ritorno dei loro contributi) a non andarsene prematuramente.

    Le ragioni sono ovviamente le più ignobili che si possano concepire, ma lasciamo perdere.

    A questo aggiungiamo l'elevatissimo grado d'infestazione causato da società segrete e ordini di ogni tipo e grado, presenti nel substrato della società italiana, che sono perfettamente in grado di filtrare e bloccare (da un certo livello in su) qualsiasi tentativo di miglioramento di certe politiche.

    Suvvia, perfino uno studentello di prima media avrebbe potuto predire già 30 o 40 anni fa che l'evoluzione del debito pubblico aveva superato i livelli di guardia e che prima o poi qualcosa sarebbe successo, però la maggioranza dei cittadini e soprattutto dei governanti l'ha voluto o comunque permesso, proprio per l'enorme influenza e diffusione nelle stanze del potere degli appartenenti alle sopracitate società pseudo-segrete (mafie incluse).

    Per farla breve lo stato Italia è nato con parecchie bombe a orologeria incorporate; gli altri stati non sono messi molto meglio, l'unica differenza è che l'Italia è sempre avanti nel peggio e certe cose si notano molto più che altrove.

    RispondiElimina
  29. se non si arriva a capire che il berlusconismo non è altro che una tappa non si possono capire le critiche a Monti.
    Io non vedo nessun cambiamento epocale rispetto a qualche settimana fa se non quello del cavallo ma la corsa è la medesima.
    il programma prospettato dal "nuovo" governo rispecchia esattamente quello che fu di Prodi ,di Dalema,di Amato,di Berlusconi,tagli al sociale ai servizi alle pensioni e via dicendo.
    Berlusconi è defunto politicamente ha terminato il suo compito non ho nessun timore che possa tornare e sono ben felice che lo abbiano "evacuato"ci è voluto un golpe è vero ma solo perchè lui nella sua megalomania non aveva capito che era ora di togliersi di mezzo ma tutto ciò non mi impedisce di vedere la luna e non il dito.
    riguardo agli avveduti dell'ultima ora non sono altro che cagnette cui anno sottratto l'osso,diceva De Andre,e questo loro risveglio nazionalistico ricalca esattamente l'ultimo berlusconi,l'ultimo atto, questo si politico,a dispetto di una carriera fatta di interessi personali mescolati ad interessi extra nazionali come ultimo tentativo di accalappiare il popolo,mossa vana come vane sono le sirene che cantano ora,avrebbero dovuto cantare prima per essere credibili ma così facendo si sarebbero autodenunciate e in questo Lame ha ragione

    RispondiElimina
  30. Dimenticate una cosa, sulla quale io insisto molto. B. è uno che usa il potere per scopi utilitaristici, ok, però è anche l'agente al governo della Cricca, nella quale c'è di tutto: mafie di tutti i colori, italiane ed estere (guarda caso il gran capo del maggiore Mafia State, Medvedev, ne ha salutato la dipartita politica con dolore), potentati e tutto il peggio della fogna schiumato dal profondo. Tutta gente di cui lui si serve per fare ancora più soldi e che vogliono i favori ricambiati.
    Secondo me qualcuno si è accorto che consegnare metà Italia alla mafia e l'altra metà al secessionismo magnone leghista è stato un grosso errore dal punto di vista geopolitico, e ha cercato di porvi rimedio con un regime change non sanguinolento, chirurgico. Affidando l'amputazione all'equipe del Prof. Monti. Tanto, più o meno, tutti i chirurghi sono massoni.

    RispondiElimina
  31. @ Adetrax
    Mafia, Camorra e 'Ndrangheta non sono associazioni ebraiche.

    RispondiElimina
  32. esattamente,Lame,ricordi ottobre 2010?
    l'anomalia era lega difatti ora si sposta bofonchiando di nazionalismi che detto da un partito secessionista è tutta da ridere col suo leader che fino a ieri col tricolore ci si puliva il c...,e col futuro leader,Maroni,sempre di parti basse si parla,che dice che vanno all'opposizione altrimenti sarebbe un governo alla "Gheddafi" persona alla quale fino a ieri hanno baciato le mani.
    non sono nemmeno fascisti sono solo dei figli di p....

    RispondiElimina
  33. Adetrax19:55

    @Lameduck

    E chi ha detto che quelle organizzazioni sono ebraiche ? :-)

    Ho solo lasciato intendere che ci sono agganci fra le mafie ed alcune associazioni massoniche, deviate fin che si vuole, ma massoniche e questo perchè qualcuno a suo tempo avrà pensato che inglobare quei pezzi di potere poteva essere utile per certi fini ... dopotutto non lo disse anche Cossiga "che le mafie ci appartengono e dunque tanto vale che ce le teniamo" ?

    Il dettaglio da precisare è che forse apparterranno a "loro" ovvero agli appartenenti alle sette del potere, non certo ai cittadini italiani e all'Italia.

    Insomma il triangolo IOR, P2 e mafie è cosa nota da quasi 30 anni.

    Detto questo pensiamo sempre che la gestione del potere è stratificata e che dentro ci può entrare di tutto dato che gli eventuali filtri sono al di fuori di qualsiasi controllo dei cittadini.

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...