sabato 15 ottobre 2016

Santippe va alla guerra



Commentando l'invio di truppe italiane in Lettonia a nostra insaputa, Giulietto Chiesa in un tweet ci ha ricordato quando Lenin disse che "la casalinga avrebbe potuto andare al governo". Alludeva al noto caso della professoressa Pinotti nominata Ministro Piddino della Difesa. Voi direte, ma se Bob Dylan è Nobel per la Letteratura perché una prof di italiano non potrebbe andare alle grandi manovre, nonostante il rischio di riecheggiare antichi fasti del cinema pecoreccio anni '70
Forse nemmeno Vladimir Iljich avrebbe però osato immaginare cinque inquantodonne cinque  piazzate alla Difesa in Europa, ovvero in un'area strategicamente già destinata dai globalisti ad essere perduta e per questo affidata - che credevate? - alle cure di queste facce da guerra. 

Guardatele quanto so' belle, e immaginatele con i ditini sul pulsante dei missili nucleari o impegnate in esercizi di alta strategia alla von Clausewitz. Anzi no, a quel punto arriverebbero i veri boss a dire alla Napoleonessa di turno: "ti dispiace andarci a preparare il caffé, tesoro?"
Non vi sentite anche voi più tranquilli, e soprattutto tranquille, sorelle, sapendo che la terza guerra mondiale, o quarta, ho perso il conto tra calde e fredde, sarà combattuta tra sindromi premestruali e caldane da menopausa? Per non parlare della pazza imperiale qui sopra, la Hitlery, che comanderebbe tutta la donnetteria a bacchetta assieme alla compagna di mutande Merkel. 


Perché non crederete mica che i globalisti mettano queste inquantodonne a comandare gli eserciti per femminismo e ginofilia, vero? Le mettono lì proprio perché, poverette, non avendone un'idea, perché sono programmate a causa del loro progressismo "naturalmente contro le guerre" e "per la pace nel mondo", materne ed accoglienti, sono utili perché non opporranno resistenza. E, se lo faranno, ciò avverrà con le conseguenze più sciagurate e disastrose possibili. Magari per dimostrare, di fronte ad una provocazione, che non hanno paura di arretrare di fronte alla prospettiva di scatenare una guerra, come farebbe un uomo.
La vera misoginia che risiede in questo ragionamento non è questa mia ma quella del globalismo, e mi piacerebbe che lo capiste.

Chiamatele ministre alla Resa, che rende meglio l'idea. Difesa, no. Cosa credete che sia questa angoscia da consapevolezza di essere indifesi che stiamo provando, la sensazione di non poter contare su nessuno che ci difenda? Si chiama passività, si chiama mancanza di, ohibò, virilità. L'Europa deve essere passiva e queste passive maschi e femmine che ci governano adempiono perfettamente al compito, irrorando maternalismo come fosse Agente Orange.
La passività uccide. L'incubo di Orwell, ad esempio, si è materializzato non alla Lubianka ma tra gli scaffali dell'IKEA. Non nel comunismo sovietico ma nell'apparentemente innocua socialdemocrazia svedese, attualmente la versione popputa, accogliente per lo straniero ma infanticida nei confronti dei propri piccoli, del peggiore totalitarismo novecentesco.
Lo si è visto anche in Germania con la Merkel, il residuato vivente della Stasi, che ha aperto le porte alle orde di stupratori, esortando pure le proprie concittadine a sopportare il sacrificio in nome di Mammona.
Sapete qual è inoltre il guaio della cancelliera, oltre al fatto di essere una burattinona ottusa del globalismo, che agisce da esso radiocomandata? Semplicemente non ha riconosciuto alla prima occhiata un esercito invasore.
Sarà un caso ma l'uomo Orban l'esercito nemico lo ha annusato subito ed ha agito di conseguenza.

I globalisti sono geniali, chapeau. Sanno che a queste cretine basta sventolare il ventottenne puccioso terzomondiale per far loro scattare l'istinto matrigno verso il nuovo figlio da prediligere a spese di quello reietto che hanno allevato smidollato, bamboccione ed emasculato secondo la campagna "castra un maschio e ti sentirai una vera donna". Con il neo cocco di Mutti le cretine commettono il classico errore femminile, ovvero pensare: "Quest'uomo riuscirò a cambiarlo", e si mettono in testa di insegnare l'educazione ai tonaconi wahabiti. Gli stessi che un giorno potrebbero avere in casa una bella collezione delle loro testoline al posto di quella di farfalle.

Non vorrei che si dimenticasse che, al contrario delle inquantodonne, vi sono donne che vogliono proteggere il proprio paese e la propria gente. Che vi sono donne che possono combattere in guerra, ed essendo molto coraggiose. Lo stanno dimostrando, come ultimo esempio recente, le siriane. In tutte le guerriglie e resistenze vi sono e vi sono state guerrigliere e partigiane valorose, ma qui si parla di guerra convenzionale, di esercito, marina e aviazione, di GUERRA MONDIALE. Si parla di strategia e stanno scegliendo le donne, anzi le peggiori donnette, proprio per farci perdere. 
Pensate a ciò che ha combinato la Clinton in Libia, con quel macello che la fa sempre scompisciare tanto. La cosa agghiacciante è la totale incoscienza di fronte al male, quel "siamo arrivati, abbiamo visto e lui è morto", che è la versione del classico materno: "t'ho fatto e ti disfo".
(P.S. Ma l'avete vista nel secondo dibattito con Trump? Ricordava il Pinguino di Batman.)

(L'ho già postato, lo so, ma è troppo bello)

La prima cosa tragica che deriva da questo fenomeno delle inquantodonne al potere è che proprio loro sono attualmente le peggiori guerrafondaie e, paradossalmente, gli uomini forti paiono quelli più portati alla possibilità di scongiurare il peggio attraverso il dialogo. Siamo a logica contro istinto, in pratica. La seconda è che non c'è una donna che si alzi a denunciare questa frode e quanto essa potrà danneggiare la questione femminile per la sua subdola misoginia. E, aggiungo, nessuna che denunci come questo sconcio avvenga nel campo che di solito si assegna al progressismo. Questo circolo globale della vampata, della lacrima facile, del damadisanvincenzismo dalla carità pelosa, sarebbe da bonificare, se fosse per me, con un bel rogo medioevale di streghe e stregoni e previa l'istituzione di un vero patriarcato di uomini con le palle che ripuliscano questo troiaio buonista agli estrogeni. 
Un periodo di sana cattiveria potrebbe essere l'unica chemioterapia, purtroppo, per tentare di salvare la nostra civiltà.

Ridete, ridete pure, bambolette alla Difesa (degli interessi delle banche), che se arriva il generale Sdrumaliev dovrete tornare, se non finisce a funghi, ad occuparvi al massimo dei contributi da pagare alla serva che vi spupazza i marmocchi e vi spiccia casa mentre voi giocate alla guerra sentendovi per questo parificate agli uomini. La guerra non è roba per carampane, vecchie o giovani.



Ringrazio @APallroundpics che ha sceneggiato il mio tweet più di successo di sempre: 294 RT. 
Che abbia colto il sentiment?

P.S. Leggetevi anche questo monumentale Fulvio Grimaldi.


44 commenti:

  1. :D hehe .. Ricordava il pinguino di Batman .. me ffai schiatta' :D

    che ne dici di Barnard-Chomsky qui?
    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1580

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo11:40

      Barnard si è decisamente fuso il cervello a forza di mischiare (come ammette tranquillamente) alcool e psicofarmaci, ed i risultati si vedono eccome.
      Ma il peggiore in assoluto è Chomsky, che non ne ha azzeccata una in tutta la vita (non ha nemmeno capito cos'è Israele) e continua ad impestare la sinistra radical-chic con le sue bufale ambientaliste-malthusiane-decresciste.

      In ogni caso ho votato per te al MNA, come cattivo non sei affatto male.


      Matteo

      Elimina
    2. Grazie per il tuo voto, Matteo.
      L'articolo di Barnard mi ha sconcertato perché dimostra un deragliamento preoccupante. Chomp-sky il rimasticatore di grandi idee liberal lasciamolo perdere. Credo abbia la sindrome di Scalfari. Onore a Barnard comunque per averlo pesantemente molestato per tutta la sera. ;-)

      Elimina
    3. Anonimo19:02

      La deriva di Barnard purtroppo è quella di quasi tutta la sinistra occidentale: Hitler, Hitler, Hitler come se piovesse, Hitler crudo ed Hitler cotto, Hitler nelle macchie di caffè e nelle nuvole primaverili, Hitler con il freddo ed Hitler con il caldo, senza considerare che Hitler va bene anche per la mezza stagione, Hitler corretto o Hitler liscio, Hitler per vegani ma anche per celiaci...


      Matteo

      Elimina
  2. Sei una lettura fissa , molto stimolante . Grazie

    RispondiElimina
  3. L'utilizzo di donne al DoD serve più che altro ad ingentilire l'azione stessa, che se presentata altrimenti potrebbe apparire troppo cruenta.
    Sicuramente queste ministre DoD hanno un handler (Maschio Alpha).
    Già al tempo della prima Guerra del Golfo sono state selezionate solo donne come corrispondenti di guerra.
    Di ministri "imbelli" (uomini/donne) ne è pieno l'attuale governo.
    La ministra attuale si interessa un po' troppo al benessere LGBT delle truppe...

    RispondiElimina
  4. mi domando solo quale sia il senso, e l'utilità, di rappresentare le donne, sopratutto se di sinistra, come oche il cui unico destino consiste nell occuparsi dei fornelli..Quello che emerge è una visione, iper maschilista, vedi i continui salamelecchi ad ogni post scritto da mani maschili e, a voler essere gentili e diplomatici, assai attempata e da piccolo mondo antico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo15:49

      Personalmente ho criticato in passato alcune cose scritte dalla padrona di casa.
      Prima di farlo, però, mi sono preso la briga di leggerle.
      Si chiama anche rispetto per il prossimo, o almeno così mi hanno insegnato.


      Matteo

      Elimina
    2. si della serie, se critico IO è ok, se criticano gli altri è perchè non hanno letto o non hanno colto il contenuto..insomma il classico caso di zerbino umano posto sull uscio del blog

      Elimina
    3. Anonimo16:21

      Gentile Elena dal doppio ed aristocraticissimo cognome, la questione mi pare molto piu semplice di come la pongano istericamente i liberal-trotzkysti de noantri, sempre mestruati anche e soprattutto se maschi.
      Esiste o non esiste un frame mediatico, accademico, educativo, psicologico e letterario di demonizzazione della virilità e quindi di esaltazione di presunte virtù femminili?
      Se esiste, bene, può proseguire la discussione, se si arriva addirittura a negarne l'esistenza allora è inutile perchè o si è vissuti sul pianeta Papalla oppure si è in malafede.


      Matteo

      Elimina
    4. Bruxista 1 e bruxista 2 secondo me sono lo stesso bruxista.

      Elimina
    5. sicuro che non è lei, l'anonimo senza un briciolo di fantasia, ad arrivare da qualche lontana galassia? io ero rimasta alle ragazze coccodè, alle veline e a tutti quanti che fino a ieri si strappavano i capelli a causa della tv spazzatura di berlusconi,del corpo delle donne esposto come merce,dei tronisti, delle olgettine, di bunga bunga etc etc

      Elimina
    6. Anonimo00:09

      Veramente io non sono anonimo, dato che mi sono firmato.
      Non capisco bene l'accenno alla "mancanza di fantasia", che potrebbe persino essere vera non essendo un poeta ma non vedo cosa c'entri con la discussione in esame.
      Comunque, direi che la sua risposta è abbastanza eloquente: Scalfari come fosse Antani con Fatto Quotidiano a destra la supercazzola se so magnati tutto Silvio dimettiti.


      Matteo

      Elimina
  5. ciao, sono qui allo stadio San Siro con la mia ragazza a vedere Inter-Cagliari e durante l'intervallo sorseggiando il caffe borghetti abbiamo letto il post domandandoci alla fine "ma è colpa delle donne se da quando esiste ilmondo le guerre sono state scatenate dagli uomini"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete interisti, suppongo.

      Vedi, Zamorano, le guerre non sono scatenate dagli uomini, vengono combattute dagli uomini. Sicuro che le donne siano sempre orientate alla pace?
      Anche nella vita normale può accadere, ad esempio, che due aziende entrambe gestite da marito e moglie, invece di collaborare spartendosi praticamente in regime di monopolio il mercato, come avrebbero voluto i mariti, finiscano per farsi la guerra all'ultimo sangue per colpa delle mogli. E perché? Perché le donne sono in guerra perenne l'una contro l'altra; non esiste qualcosa, al femminile, simile all'amicizia virile. Ti dico di più, è stato un bene che l'istinto bellicoso delle donne sia stato fino ad ora delimitato al "privato". Oggi che hanno la possibilità di comandare guerre vere non saprei sinceramente a quale santo votarmi.

      Elimina
    2. Anonimo09:59

      "Perché le donne sono in guerra perenne l'una contro l'altra; non esiste qualcosa, al femminile, simile all'amicizia virile". Dato che mi sto rendendo conto di persona, nonostant amicizie femminili ventennali della verità di questa affermazione, vado OT e ti chiedo una tua analisi, cattiva ;-), sul tema in un prossimo post. T.S.

      Elimina
    3. Chissa' sara' un frutto dell'evoluzione, per abbattere il mammut era necessario il gioco di squadra, altrimenti estinzione.

      Elimina
    4. si siamo interisti ma non ignoro la psiche femminile e, anche se alcuni spazi resteranno insondabili alla conoscenza maschile,a me risulta di tutta evidenza che la solidarietà femminile è nettamente superiore alla presunta amicizia virile

      Elimina
    5. Anonimo00:04

      Guarda che la scopata domenicale la tua morosa te la concede anche se non fingi di essere una checca.


      Matteo

      Elimina
    6. Zamorano, vedo che hai scoperto l'esistenza dell'unicorno. Mi pare un annuncio da dover fare coram populo e cum gaudium magnum. Ma sei proprio sicuro di aver visto la solidarietà femminile? Sicuro sicuro?

      Elimina
    7. mi scusi @Barbara ma è come dire a un medico se è sicuro di aver visto i cerotti, in tutta sincerità mi domando perchè disprezza tanto il suo genere da arrivare a negare l'esistenza della solidarietà femminile, delle cui vistose tracce sono intrisi praticamente tutti gli attimi della vita sociale

      Elimina
    8. È molto più probabile che una donna nei suoi obligati 10 minuti di isteria :-))) prema il grilleto rosso che un uomo.
      È documentato che le donne tendono molto di più al isteria che gli uomini, in momenti di stress.

      Chiarisco che sia le donne, sia gli uomini hanno i loro punti positivi, solo che sono diversi. Penso che a condurre un battaglione o una divisione sia molto più intelligente a menterci un uomo che una donna. Se la Clinton vince le elezioni, avrà il comando sulle forze armate degli USA, incluso il reparto nucleare.

      Sulla poltrona europea è seduta una donna, la culona. I risultati sono ben visibili a tutti, un desaster totale.

      Elimina
    9. Gentile Zamorano, se esistesse la solidarieta' femminile allora i vertici e la prima linea di tutte le multinazionali sarebbe "rosa". Invece ci sono solo rari esempi, e sono maschi dall'aspetto vagamente femminile. Non confondiamo la propensione alla cura ed alla assistenza (badanti, infermiere, mamme) con la solidarieta' e/o alleanza. Dettaglio: in un mondo dominato esclusivamente dal denaro, la donna si e' emancipata lavorando. Se il mondo tornasse a quote piu' normali, la donna si emanciperebbe continuando ad essere donna, non inseguendo l'uomo.

      Elimina
    10. Anonimo16:58

      E perchè lei Zamorano disprezza così tanto il suo (presunto) genere da negare la verità rispetto all'amicizia virile, che oltretutto è psicologicamente necessaria alla formazione della personalità maschile adulta?
      Forse ha 14 anni, o forse apartiene a quella categoria di uomini che non possono avere amici uomini reali per il motivo che eros si oppone alla cosa?


      Matteo

      Elimina
  6. Anonimo21:34

    La cosa bella, da oscar della nemesi storica, è che una società devirilizzata dal femminismo istituzionale e non (dai tempi della fondazione filantropica di Rockefeller)
    http://youtu.be/xTf0Q8z8GkQ farà un modo che si avvicenderanno genie di maski allogene che riporteranno le donne all'anno zero :D D'altronde, agevolando il femminismo, le élites l'avevano pensata proprio bene: siccome nella grande fattoria il popolo che fa le rivolte è maschile, il Fattore, nella sua profonda saggezza, ha messo le vacche a guardia dei tori :D Tuttavia, nonostante le molte "corride" dietro le spalle, se capita l'occasione giusta, un'incornata a 'ste m**de, gliela sistemo... :D Un caro saluto, Capitan_Findus

    RispondiElimina
  7. Anonimo21:55

    "se fosse per me, con un bel rogo medioevale di streghe e stregoni e previa l'istituzione di un vero patriarcato di uomini con le palle che ripuliscano questo troiaio buonista agli estrogeni. Un periodo di sana cattiveria potrebbe essere l'unica chemioterapia, purtroppo, per tentare di salvare la nostra civiltà"
    La stimo tantissimo,Lameduck!
    mauro

    RispondiElimina
  8. Anonimo01:30

    Le mettono lì...perché non opporranno resistenza. E, se lo faranno, ciò avverrà con le conseguenze più sciagurate e disastrose possibili. Magari per dimostrare,....che non hanno paura di arretrare di fronte alla prospettiva di scatenare una guerra, come farebbe un uomo.

    Questi sembrerebbero due intenti opposti , ma in realta' sono entrambi validi allo stesso scopo , perchè porre donne ai posti di comando in "modalita' maschile" è un modo raffinato di annientare una societa' "evirandola" , datosi che è un costante dell ' evoluzione umana che tutte le società "matriarcali" siano stata spazzate via da società "patriacali".

    E cosi' anche questa "ginoeuropa" non manchera' a questo destino .😠

    RispondiElimina
  9. Anonimo07:36

    Se non ci fossi bisognerebbe inventarti!
    Grandissima come sempre.

    MK

    RispondiElimina
  10. il bello della vicenda è che le donne poste ai vertici di simili gerarchie fanno...le facce da uomo!!! Basta cercare in rete le foto di pinotta alle parate militari... ri-di-co-lo!

    RispondiElimina
  11. che siano donne o uomini, a noi andrà sempre peggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...poco ma sicuro!

      Elimina
    2. A volte penso che a governare l'Italia non sìano adulti maturi, ma bambini.
      Non hanno idee, non hanno un piano, non hanno una strategia, completamente in balìa della onde dei pazzi di Brüssel è Washington. Il nulla totale, il vuoto pneumatico.
      Sembra quasi che stìano giocando con 60 mio. di uomini è donne.

      Questi governanti non lavorano a favore del paese, ma contro. Mai visto una cosa del genere in paesi avanzati, tranne in paesi del 3° o 4° mondo.

      Elimina
  12. Come faccia la gente a votare una persona come Hillary non lo comprendo (prendendo in considerazione anche solo quella famosa frase).
    Non le chiederei nemmeno di passarmi il sale.

    Lo sapevate?

    http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/10/17/caritas-la-poverta-aumenta-col-diminuire-delleta_23800de2-b9be-4502-b69d-d4cefa4f305a.html

    L'età media di chi si fa aiutare dalla Caritas sta diminuendo.

    RispondiElimina
  13. Anonimo19:37

    se va come sembra alcune indosseranno nodi scorsoio al posto di foulard sciarpette e collanine ...

    RispondiElimina
  14. certo che lo spoT di Monti per il NO(e in misura minore anche quello di dalema) spingerà molte persone a votare per il SI (per quello che vale il voto, visto che la Costituzione non ha certo bisogno del SI per essere disattivata e rottamata)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anch'io che il no die Monti o è un Bluff o tattica.
      Monti è un personaggio molto pericoloso.

      Comunque non credo che la gente ascolti Monti, più di tanto.

      Elimina
  15. Si diceva ai tempi dell'ancien régime che sono meglio governati i paesi che hanno una regina, perchè a comandare è un uomo (meglio spiegare: si riferivano ai favoriti, meglio i favoriti delle favorite)

    RispondiElimina
  16. Anonimo20:57

    Si dice virtus, non muliertus

    RispondiElimina
  17. Mha, credo si tratti "solamente" di dimostrare di essere spietati e credibili quanto basta.
    Più sei credibile e inversamente spietato e più sei papabile di ricoprire le più alte cariche.
    Ma quelle cinque streghe sanno che resteranno al loro posto solo fino a quando annuiranno con la testa ad ogni "consiglio" non richiesto dato loro.

    Guardate che non è facile fare i garzoni, devi sentirtelo dentro, averne la vocazione, sentirti appagato, altrimenti dopo un po inizi a diventare insofferente, insoddisfatto, frustrato, devi essere squallido quanto basta.
    E' un lavoro di mmerda, ma qualcuno lo dovrà pur fare no?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, a me pareva di averlo scritto così...:)

      Elimina
  18. @Lameduck
    Non vi sentite anche voi più tranquilli, e soprattutto tranquille, sorelle, sapendo che la terza guerra mondiale, o quarta, ho perso il conto tra calde e fredde, sarà combattuta tra sindromi premestruali e caldane da menopausa?

    Ma perchè insulti gli Uteri su gambe presenti, no meglio, saliti nella stanza dei bottoni?

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...