lunedì 23 maggio 2011

Fiabe sonore


"A mille ce n'è, nel mio cuore di fiabe da narrar... Venite con me, nel mio mondo fatato, per sognar.
Non serve l'ombrello, il cappottino rosso o la cartella bella, per venir con me. Basta un po' di fantasia e di bontà."

L'altra sera ho visto per caso una puntata di "Ulisse" di Alberto Angela dedicata all'11 settembre. L'argomento specifico, dei tanti possibili legati a quella immane tragedia, era il racconto degli ultimi minuti di vita delle persone, quasi tremila, che si trovarono intrappolate nelle due torri, dal momento dell'impatto fino al crollo delle stesse. 
Ricordate? Ci hanno detto quasi subito che le torri erano state progettate per resistere all'impatto con un grosso aereo di linea. Invece le torri crollarono, tutte e due nella stessa identica maniera e a pochi minuti l'una dall'altra, polverizzandosi quasi completamente e seppellendo migliaia di persone. 
Se avessero resistito, i morti complessivi sarebbero stati un numero decisamente inferiore. Alcuni di coloro che rimasero intrappolati agli ultimi piani avrebbero potuto forse essere salvati dagli elicotteri se si fossero rifugiati sui tetti. Ci sarebbe stato il tempo per evacuare completamente gli edifici. Invece, a molti lavoratori del World Trade Center fu addirittura chiesto di rientrare nei loro uffici. Evidentemente perché non si pensava ad un crollo imminente. Perché le torri non avrebbero dovuto crollare. Erano sopravvissute ad un primo attentato made in Al Qaeda anni prima. 

Come ha spiegato Angela junior questa anomalia, quest'atroce beffa del destino che ha moltiplicato per mille i morti? Quei crolli così identici e piroclastici e del tutto inattesi, non sono la chiave di volta dell'intera faccenda? La loro incongruità non dovrebbe sospingere alla ricerca della verità, andando oltre il rispetto del dogma imposto non dalle leggi fisiche ma dal potere?
Le torri erano state costruite per caso in economia con del cemento impoverito stile ricostruzione post-terremoto italiana da imprese in subappalto in odore di mafia?
Il progettista era uno che aveva studiato al CEPU e si era comprato gli esami di calcolo struttura in cemento armato con una bustarella?

Niente affatto. Dopo aver riproposto tutto il repertorio classico undicisettembrino degli arabi cattivi che hanno fatto tutto da soli, dell'aereo che entra nel Pentagono piegando le alucce da bravo uscendo dall'altra parte, Angela, senza alcun ombra di dubbio, ci ha raccontato ancora una volta la storia, anzi la favola, che il calore degli incendi agli ultimi piani delle torri avrebbe fuso l'acciaio dell'intera struttura portante non di una ma di entrambe le torri e provocato il successivo crollo a pancake di un piano sopra l'altro. Una cosa che non sta né in cielo né in terra e che mai si è verificata in precedenza a parte in occasione di una demolizione controllata. Una cosa impossibile alla quale però si può credere con un puro atto di fede come alle apparizioni della Madonna.

Angela figlio lo ha raccontato proprio con lo stesso tono di voce del narratore delle "Fiabe Sonore" di quando ero piccola ma, dopo aver vissuto per un'ora il racconto straziante e quasi intollerabile di gente che si è gettata dalle finestre verso la morte sicura, che ha avuto appena il tempo di telefonare ai propri cari per un consapevole addio, l'effetto di quella menzogna roboante e talmente grossa che la gente purtroppo la crederà, è stato quanto di più insultante potesse esserci per la memoria di quelle povere anime. Su di me, il contrasto della tragedia di migliaia di persone con la favoletta raccontata agli idioti che stanno davanti alla TV con la peperonata che attira sangue allo stomaco e lo toglie al cervello ha avuto un effetto straniante e terrificante, ancora una volta.  Amplificato dal pensiero che solo pochi avranno colto il bug, il difetto, la schermata blu che,  in quel momento, è passata sulla matrice.

Curiosi tipi gli Angela. Guai a parlar loro di paragnosti e di UFO, sono devoti al CICAP, però credono alle torri in acciaio che si liquefanno al sole di settembre. 
La RAI la chiama divulgazione scientifica. Una scienza che assomiglia sempre di più alla religione.

Un articolo intitolato: "Perchè gli edifici al WTC sono collassati?"
Nanotermite?

54 commenti:

  1. conoscendo gli Angela ho cambiato canale appena ho sentito il titolo della trasmissione... senno' mi prendeva troppo il nervoso...

    RispondiElimina
  2. Pensa a me, che l'ho seguita fino in fondo. Il mio brutto difetto di pensare che un giorno la gente si ricrederà.

    RispondiElimina
  3. Anonimo14:58

    E ci ha rifilato più volte l'Alberto che le torri erano scatoloni vuoti. Seeeeee.. ed il core cazzoera?

    Poi nessun accenno al WTC7 cascato come una pera cotta.

    popsylon

    RispondiElimina
  4. Anonimo15:09

    ma perché siete sempre così integralisti?! e va bene, ammettiamo che sia stato il governo americano ad attaccare le torri, ma perché ANCHE lo schianto e il crollo dovrebbero essere finti e poco credibili?!? a che gli serviva far crollare le torri, bastavano il dirottamento con schianto + rivendicazione a giustificare la corsa alle armi.

    se negate la casualità del crollo fate il gioco dell'odiato Attivissimo - il quale ha ampiamente dimostrato che i crolli erano possibili.

    "... la favola che il calore degli incendi agli ultimi piani delle torri..."

    perché non insistete sulle motivazioni LOGICHE ED ECONOMICHE che giustificano un complotto governativo, invece di basarvi su credenze (anti)scientifiche che (giustamente) laureati in ingegneria e fisica si sentono in dovere di smentire? :(

    credo che sia in ogni caso evidente chi ci ha guadagnato di più dall'11 settembre...

    Giulia

    RispondiElimina
  5. Anch'io l'ho voluto seguire fino alla fine, sperando che dicesse qualcosa, che almeno insinuasse un dubbio: niente, solo certezze.

    RispondiElimina
  6. @ Giulia
    Una volta per tutte. Attivissimo non ha mai dimostrato una beneamata minchia. Dice che si può dimostrare, è diverso.

    Allora, chi ci ha guadagnato di più?

    RispondiElimina
  7. Apprezzo molto i tuoi post... ma in questo ci sono talmente tante imprecisioni che devo correggere:

    1) le torri erano progettate per resistere allo schianto di un velivolo in fase di atterraggio (velocità contenuta e poco carburante). Nessuno negli anni della costruzione avrebbe mai minimamente pensato ad "attacchi suicida" con grossi velivoli. Non a caso fino a 10 anni fa le centrali nucleari nella progettazione non predevano nemmeno lontanamente un pericolo di impatto aereo a mo' terroristico. le nuove invece si...
    2)le torri come tutti i "grattacieli" sono edifici in metallo-vetro... naturalmente credo che quella sul cemento armato sia una battuta.
    3) l'incendio non ha fuso nulla... non avrebbe potuto. nella scienza dei materiali, l'acciaio ha delle temperature "critiche" sopra le quali perde tutte le caratteristiche "meccaniche". non a caso i fabbri riescono a lavorare il ferro a temperature molto inferiori a quelle di fusione. il metallo diviene malleabile e lavorabile.

    te lo dico da conoscitore delle scienza dei materiali e dell'ingegneria.

    poi ognuno può pensare quello che vuole. c'è chi crede alle wash ball di Grillo, chi alle apparizioni della madonna di fatima, chi al nano di arcore e alla verginità di noemi letizia...

    RispondiElimina
  8. Anonimo16:37

    Il crollo doveva servire per cancellare molte tracce, fare spazio per i nuovi grattacieli, incassare una assicurazione, rimuovere l’amianto aggratis, scatenare 7 o 8 guerre fino ai giorni nostri, renderci impauriti per almeno 4 o 5 anni e non capire una beata fava, farci odiare a morte i musulmani, far tirare a campare gli Usa ed il dollaro fino al 2011 e farci girare ulteriormente i maroni.

    popsylon
    ps: qualcuna è vera

    RispondiElimina
  9. sono dei maestri della disinformazione, soprattutto per quanto riguarda il nucleare... il vecchietto del cicap è assolutamente pro-nucleare e non perde occasione per decantare le lodi dell'atomo.

    RispondiElimina
  10. anch'io ho visto la trasmissione (ma non abbiamo un cazzo da fare il sabato sera? :( ).
    La spiegazione che mi sono dato è molto più semplice: premesso che ho avuto la stessa impressione di lame sul contenuto, gli Angela's ormai da molto tempo sono i campioni della tv a basso costo. Si prende un po' di documentariacci che le reti americane ci rifilano a costo quasi zero, magari in pacchetto con desperate housewife, si taglia, si cuce, si copia e si incolla qua e là qualche mossettina alla Marcorè e per stasera abbiamo riempito il palinsesto, giustificato il contratto e forse senza neanche guardar troppo a quel che si sta dicendo. La colpa è la nostra che non abbiamo altro da fare il sabato sera...

    RispondiElimina
  11. Anonimo17:15

    Beh. io ero a casa con la febbre...

    popsylon

    RispondiElimina
  12. eppure Bin Laden avrebbe potuto dire la sua a tal proposito. Estquatsi;-)

    RispondiElimina
  13. massimo19:20

    a me basta sapere che non si e trovato nemmeno un frammento riconoscibile degi aerei....e un incendio cavolo non un buco nero cosmico!!

    RispondiElimina
  14. @ Pietro d
    I grattacieli sono edifici in acciaio-vetro, si. Hanno anche un core in cemento, però, se no non stanno su, fidati. Forse disarmato, semplice calcestruzzo, ma cemento. A proposito, come spieghi la polverizzazione delle torri se la struttura in acciaio si è "solo" piegata?
    In ogni caso, per quel tipo particolare di crollo a pancake bisognava tagliare l'acciaio la spiegazione più ovvia è l'utilizzo di esplosivi. Infatti molti testimoni tra i vigili del fuoco hanno sentito scoppi a ripetizione prima dei crolli, alcuni dei quali provenire dai sotterranei.

    Ah, scusa ma quella dell'impatto contro un aereo a velocità ridotta fa il paio con la mia sul cemento armato. Non pensi che la velocità di un aereo che va a schiantarsi contro un grattacielo, non volontariamente perché il pilota ne ha solo perso il controllo a causa di un'avaria, sia più probabilmente elevata che bassa? E che se invece il pilota è impazzito e vuole schiantarsi contro la torre, allo stesso modo, cercherà di farlo alla maggiore velocità possibile? I kamikaze della II guerra mondiale non avrebbero insegnato nulla a chi ha progettato i grattacieli?

    RispondiElimina
  15. @ Massimo
    Ti sbagli, qualcosa degli aerei hanno ritrovato, e pure intatti: i passaporti degli attentatori. E li trovarono subito, perchè quella sera famosa, alle sette, dissero appunto che erano stati ritrovati i passaporti degli arabacci cattivi.

    RispondiElimina
  16. @ popsylon
    Anch'io avevo la febbre.
    Del sabato sera?

    RispondiElimina
  17. massimo20:01

    ok vabbe trovarono quello che faceva comodo trovare....a me ha appassionato il confronto mi pare su la7 tra giulietto chiesa da una parte e in studio vittorio zucconi il quale a corto forse di argomenti concreti cerca di depistare il dibattito tirando in ballo i dubbi sullo sbarco sulla luna

    RispondiElimina
  18. Anonimo20:58

    Il core era un "miscuglio" di travi d'acciao e cemento che nemmeno Superman l'avrebbe bucato, si sarebbe sfracassato il testone come un melone.
    La velocità d'impatto fu di 800 e passa km/h.
    Si spiegano così a random le figure da cartone animato dei fori d'entrata.
    Alcuni passaporti furono trovati intonsi al di furi delle torri al momento dell'impatto e consegnati alle autorità dai passanti. Come la bandana appena scellophanata di un "terrosista" nel buco dell'UA93.
    Così ci raccontano O_O

    popsylon

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Caro Simone Martini, l'edificio 7 non fu interessato da alcun incendio. Fu solo colpito da detriti provenienti dai crolli degli altri edifici del WTC.
    Secondo. Le temperature rilevate negli incendi delle due torri, limitati ad alcuni dei piani superiori, non raggiunsero i circa 1500° gradi necessari per la fusione dell'acciaio, eppure nel basamento delle torri furono trovate pozze di acciaio fuso che continuarono a bruciare nelle settimane successive.
    Terzo.
    Ti sembra improbabile che le torri siano state fatte saltare. Eppure è la spiegazione più semplice.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. @ Simone
    Se continui ad arrampicarti sugli specchi poi finisce che cadi. ;-)
    Prova a pensare che, a colpire le torri, invece che aerei si sia trattato di missili.
    Ma davvero pensi che un aereo come il Boeing possa sparire completamente dentro un palazzo, così, senza che ad esempio un aluccia se ne salti via?
    E non è forse vero che il carburante per la massima parte è finito nella palla di fuoco iniziale, volatilizzandosi? Quello rimasto può aver alimentato degli incendi ma troppo poco estesi per giustificare l'abbattimento completo di entrambe le torri.
    Qui trovi una serie di esempi di grattacieli che hanno bruciato per ore e in maniera estesa e non sono crollati.

    RispondiElimina
  23. Anonimo23:58

    Il NIST (l’Istituto Nazionale per gli Standard della Tecnologia Americano) ha stabilito, dopo una mano di briscola, che per colpa di 1 una colonna di acciaio imbullonata ad arte su 82 ottantadue(in un palazzo di 47 quarantasette piani) il WTC7 è crollato.

    Non su di un fianco od in/una parte ma è venuto giù diritto come una mela matura in circa 3 secondi.

    Questo era il WTC7 per chi non lo conoscesse

    http://911proof.com/Clipboardwtc7.jpg

    La colonna che è collassata è la 79

    http://img389.imageshack.us/img389/4710/wtc082108copianm3.jpg

    Qui il Nist ci spiega cme è crollato il wtc7 nelle varie viste

    http://img207.imageshack.us/img207/7278/figura462.png

    e qui il video del crollo del wtc7 analizzando le varie minchiate sopracitate del Nist

    http://www.youtube.com/watch?v=FuyZJl9YleY

    Fate vobis
    popsylon

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. @ Simone
    L'aereo si è fusoooooo?????? 500 chili di materiale?
    Certo, è possibile ma solo utilizzando la supertermite militare.
    Il carburante non era napalm che continua a bruciare per ore, ma normale combustibile per aerei, molto volatile che brucia per la maggior parte nella palla di fuoco iniziale.
    No, anche guardando le immagini, l'incendio non spiega il crollo, soprattutto un incendio durato solo poche decine di minuti.
    Ah, lo sapevi che le perizie sui crolli delle torri sono state secretate e probabilmente distrutte? Non sarebbe stato interessante divulgarle, se è proprio stato solo l'aereo degli arabacci cattivi a farle crollare?

    RispondiElimina
  26. Ed in ogni caso, la cosa vergognosa è che Angela non abbia fatto il minimo cenno alle obiezioni da più parti sollevate. Il dubbio è il metodo nelle scienze sperimentali, avere certezze, soprattutto nei casi più controversi, è sicuro sintomo di dogmatismo ascientifico: non male per gli Angela sedicenti fautori delle scienze.

    RispondiElimina
  27. @ Vincenzo
    Il dogma attuale è che bisogna credere acriticamente ed assolutamente a tutto ciò che ci viene raccontato dal Potere, anche se sono palle più grosse delle mongolfiere.
    Invece Winston Churchill ammoniva, decenni fa, a non credere mai a ciò che scrivevano i giornali. Conosceva i suoi polli.
    Il metodo scientifico, già. A me hanno insegnato la menata dell'ipotesi nulla ecc. Che una cosa è vera fintanto che non viene dimostrato il contrario. E che, soprattutto, di certezze assolute non ne esistono, nemmeno riguardo alle teorie scientifiche fondative. Del resto Einstein diceva che "ci sarebbe stata una scienza del XXI secolo", sottintendendo che forse qualcuno un giorno avrebbe potuto andare oltre la sua teoria della relatività e superarla.
    Oggi la scienza è asservita all'interesse, per cui se deve andare contro l'interesse con una spiegazione scientifica preferisce farsi religione dogmatica.
    Questo è il peggior segno di decadenza di questi tempi, se ci pensiamo bene. Siamo all'oscurantismo capitalistico.

    RispondiElimina
  28. Marcello18:29

    Non sono un ingegnere esperto in strutture metalliche, quindi non posso dire chi ha ragione e chi no; ma secondo la logica e il buon senso sono convinto che chi afferma una teoria debba avere le necessarie competenze tecniche per essere credibile.
    Cosa ha provocato un corto circuito lo si chiede a un elettricista, mica a un falegname.

    Perciò se tutti i complottisti fossero ingegneri, non esiterei un istante a credere al complotto, perchè sarebbe impossibile corrompere e ingannare tutti gli ingegneri del mondo.
    Allora a chi propone tesi alternative chiedo sempre: che competenze hai per dire una cosa del genere?

    RispondiElimina
  29. Marcellino, non sono io ad avere le competenze, sono le decine e decine di esperti che in questi dieci anni si sono pronunciati con teorie alternative a quella ufficiale. Fisici, ingegneri, architetti, ecc.
    Chi, come me, legge queste cose le riporta, mica deve iscriversi alla Bocconi per un corso di Scienza delle Costruzioni. Ti pare?

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. Cemento disarmato??
    Lameduck, non farti prendere dalla foga, se davvero vuoi mettere del cemento rigido assieme ad una struttura metallica elastica, tanto per complicasi la vita quando tira un po’ di vento, almeno mettilo armato.
    Non voglio scendere nella questione (da nessuna delle due parti, che i dubbi solleticano la vita, e in più sono uscito dal Politecnico di Milano il millennio scorso e i ricordi tecnici sono quello che sono) ma nessuno ha accennato alla cosa più importante: il sistema portante delle torri.
    Veramente raro, forse unico (per quel che ne so): erano portanti le quattro pareti esterne (questo il motivo delle finestre a gabbia) ed era portante la parete esterna del parallelepipedo centrale che conteneva le colonne degli ascensori. In mezzo il nulla, solo pareti leggere, da poter gestire a seconda delle esigenze, con piante differenti in ogni piano. Per questo motivo gli aerei danno l’impressione di scomparire dentro alla struttura, perché dopo il primo impatto con la parete esterna – impatto duro, veramente duro, ma ad 800 km/ora non c’è storia – non hanno trovato più nulla capace di rallentarli fino alla parete portante centrale. Dove credo siano arrivati ad una velocità piuttosto vivace.
    Se in teoria – si fa per dire – se butti giù due o tre piani delle pareti portanti interne (usando qualche bombetta, o un Boeing, a piacere), i carichi statici delle portanti esterne potrebbero andare tutti affanculo da torsione (aiutati non poco dal calore) e la torre potrebbe implodere. Cadere su sé stessa.
    Ma guarda un po’!

    PS: ho provato tre volte a postare questo. Oggi blogger ha digerito male. Se triplo chiedo scusa.

    RispondiElimina
  32. Inutile accampare dubbi su questa faccenda, tanto poi arrivano gli Attivissimo boy's che ti sommergono con le loro chiacchere e le loro spiegazioni e la buttano inevitabilmente in caciara.

    La verità è sotto gli occhi di tutti e si può così riassumere:

    1 - quattro beduini armati di taglierini di plastica hanno messo in ginocchio la superpotenza planetaria USA
    2 - da questo atto di incredibile audacia e scaltrezza la causa dell'integralismo islamico e degli arabi in generale ha avuto tutto da guadagnare come gli avvenimenti successivi hanno poi dimostrato.

    Chiaro no?

    RispondiElimina
  33. No, sai Salazar, con i Renzi Piano che frequentano questo blog mi sono impapocchiata nel cemento.
    Allora, nella struttura del WTC c'era, oltre all'acciaio e al vetro della gabbia esterna un core interno in "concrete" che si traduce con calcestruzzo.
    Ho visto un'intervista con un tecnico che aveva partecipato alla costruzione del WTC, il quale dice che una cosa del genere era totalmente inaspettata. Si riferiva alla polverizzazione completa delle torri.
    Ora, c'è il problema delle esplosioni che hanno sentito i pompieri venire da sotto le torri ed altre esplosioni in sequenza, pam, pam, pam, ai piani inferiori delle torri, quelle non interessate da incendi. Qualcuno mi dirà che erano le colonne portanti che andavano a puttane a causa del calore e dell'effetto domino provocato da una singola colonna che, tagliandosi (ma non dicono come) ha fatto cedere tutto l'amaradan ma io faccio fatica a crederci.
    Basta guardare il WTC 7 che inizia a crollare implodendo su se stesso o l'antenna di una delle due torri che viene giù perfettamente diritta senza piegarsi nemmeno un po'. Cazzo che raffinatezza le torri gemelle. Sono venute giù senza nemmeno spezzarsi a metà e finire sugli edifici adiacenti. Come nelle controlled demolitions.

    Sai qual'è il problema Salazar? Che io ascoltai tutto il fatto per radio, non lo vissi in diretta TV con la fascinazione illusoria prodotta dalle immagini. E sentire alla radio, l'11 settembre alle 19.30, con tutto quel casino, New York invasa dalla polvere e lo shock generale, che erano stati ritrovati i passaporti degli attentatori, e che il capo era Mohammed Atta, beh, mi convinse che si era trattato di un colpo di stato militare. E non ho cambiato opinione da allora.

    RispondiElimina
  34. Non questiono su cosa le ha fatto cadere le torri, ma su come.
    Ai tempi facevo architettura, quindi si era più interessati alla soluzione del “tutto vuoto” (geniale: se al piano 32 uno voleva fare 4 uffici di 100 mq li poteva fare senza nessun impedimento portante. Se al piano 33 uno voleva 100 uffici di 4 mq idem) piuttosto che alla struttura.
    Ma da quel che ricordo del progetto visto all’epoca, ho la netta impressione (impressione, perché le certezze non sono certo io qualificato a darle) che venendo a mancare il sostegno centrale tutto avrebbe dovuto franare verso il centro e la torre venire giù dritta in verticale, come è successo.
    Quindi la cosa non mi meraviglia.
    Se poi la causa sia stata l’aereo, la dinamite o Allah, non lo so.

    PS: però con una struttura simile, a pensarci, quattro belle cariche ben piazzate e il lavoro è fatto. Ma questo io non lo ho mai scritto.

    RispondiElimina
  35. Ho linkato un articolo in fondo al post dove si elencano un po' di cosette riguardo a temperatura, pozze di metallo fuso, ecc.

    RispondiElimina
  36. @ Marcello & Co.

    avete mai sentito parlare dei 1500 millecinquecento architetti & ingegneri (ae911truth.org) che si battono da anni per dimostrare che non è possibile il crollo in quella maniera delle 3 tre torri WTC 1, 2 e 7 l’11 settembre!!??

    Non vale il loro curriculum e purquà?

    Valgono di più le manipolazioni truffa truffa ambiguità e da imbroglioni del NIST (mica Sorrisi e Canzoni TV) il quale per non dire che il WTC7 è caduto DRITTO come un fuso, tipico delle demolizioni controllate, racconta in centinaia di pagine del rapporto e in un video che è crollato prima una colonna, poi si è scorticato, poi si è accartocciato ed infine e crollato su se stesso?

    Totalmente diverso da quello che TUTTI hanno visto con i loro occhi e filmato?

    Il punto cruciale di tutta la storia è proprio il crollo del WTC7 che non viene menzionato minimamente nel rapporto della Commissione governativa.

    Come avranno fatto a minarlo (47 piani ed il Pirellone ne ha 31) per tirarlo giù in pochissime ore?
    Cosa disse il suo proprietario, che era lo stesso delle torri gemelle Larry Silverstein?

    RispondiElimina
  37. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  38. Caro amico Massimo,

    "ok vabbe trovarono quello che faceva comodo trovare....a me ha appassionato il confronto mi pare su la7 tra giulietto chiesa da una parte e in studio vittorio zucconi il quale a corto forse di argomenti concreti cerca di depistare il dibattito tirando in ballo i dubbi sullo sbarco sulla luna"

    Il confronto non era con Zucconi, ma con Giovanni Sartori.

    Ebbene Sartori ha completamente demolito le affermazioni dell'arlecchino Giuglietto Chiesa.

    Non voglio neanche entrare nel merito delle pagliacciate del Giuglietto. Quello che non riuscirò mai a capire è come sia possibile che persone intelligenti come Lameduck o Chiara di Notte possano crede a certe baggianate.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  39. Simone, mi dispiace ma, nell'incendio di un appartamento, di solito si va sui 600°, non certo i 1000 che dici tu ( e in ogni caso l'acciaio fonde a 1500°). Te lo dimostra il fatto che i corpi non vengono mai inceneriti del tutto in un incendio. Sai quanto ci vuole per cremare un corpo? 900° dentro un forno per almeno due ore, due ore e mezza. E, a 900° gradi, il forno non fonde né si polverizza ma brucia solo la cassa e il morto.

    @ Davide
    Noi crediamo alle baggianate ma tu hai votato Silvio Berlusconi. Non so se mi spiego.

    RispondiElimina
  40. @ Marcello & Co & Baggianate.

    avete mai sentito parlare dei 1500 millecinquecento architetti & ingegneri (ae911truth.org) che si battono da anni per dimostrare che non è possibile il crollo in quella maniera delle 3 tre torri WTC 1, 2 e 7 l’11 settembre!!??

    Non vale il loro curriculum e purquà?

    Valgono di più le manipolazioni truffa truffa ambiguità e da imbroglioni del NIST (mica Sorrisi e Canzoni TV) il quale per non dire che il WTC7 è caduto DRITTO come un fuso, tipico delle demolizioni controllate, racconta in centinaia di pagine del rapporto e in un video che è crollato prima una colonna, poi si è scorticato, poi si è accartocciato ed infine e crollato su se stesso?

    Totalmente diverso da quello che TUTTI hanno visto con i loro occhi e filmato?

    Ed il punto cruciale di tutta la storia è proprio il crollo del WTC7 che non viene menzionato minimamente nel rapporto della Commissione governativa.

    A proposito come avranno fatto a minarlo (47 piani ed il Pirellone ne ha 31) per tirarlo giù in pochissime ore?
    Cosa disse il suo proprietario, che era lo stesso delle torri gemelle Larry Silverstein?

    RispondiElimina
  41. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  42. Anonimo14:00

    ho visto i link, li conoscevo già... da Attivissimo diversi collaboratori hanno spiegato scientificamente perché le teorie di Jones o Chiesa non sono il Verbo (ovviamente attivissimo NON è il mio guru ma bisogna sempre conoscere il nemico, a mio parere).
    davvero c'è una mole impressionante di dati e di dibattiti (ai tempi, per farmi un'idea, lessi anche tutte le centinaia di commenti) che risulta difficile dopo approfondita lettura dubitare ancora dei crolli.

    mentre anche io credo che sia stato il governo americano a guadagnare da quella tragedia.. oggi, dopo 10 anni è ancora più evidente. (la mia opinione non si capiva dal mio primo commento?! me ne scuso)

    quello che sottolineavo è che abbandonando la pura logica per dibattiti da ingegneri si perde di vista il punto centrale e si può essere smentiti per quelli che in fondo sono solo dettagli tecnici.
    è la logica che fa dubitare di quel cosidetto attentato.
    non i crolli o la loro meccanica. potevano anche essere crolli autentici e imprevisti... ma le conseguenze di quei crolli non cambiano! quelle sì che sono incontestabili.

    RobertoG ad esempio va all'essenziale e secondo me basta quello

    Giulia

    ps non voto a destra, non leggo attivissimo (ho seguito solo i dibattiti sui crolli anni fa), non posso soffrire berlusconi e apprezzo molto questo blog, se può servire a inquadrarmi meglio

    pps popsylon, sì che ne ho sentito parlare... purtroppo anche quello è stato smentito http://undicisettembre.blogspot.com/2008/06/quegli-architetti-e-ingegneri-pro.html
    mi ripeto: SECONDO ME non c'è bisogno di dubitare dei crolli per sostenere che il 911 è stato solo un vergognoso pretesto per la guerra

    RispondiElimina
  43. Chiedo scusa in anticipo per l'o.t. ma avevo bisogno di scriverti e non sapevo come...

    Ciao. Mi chiamo Andrea Bovino e sono amministratore del blog http://vivereaorecchio.blogspot.com

    Seguo da tempo il tuo blog e mi chiedevo se possiamo collaborare anche eventualmente con un semplice scambio link in home page. Mi farebbe molto piacere poiché rispetto le tue idee e mi piacciono i contenuti del tuo blog.

    Fammi sapere. Nell'attesa, se vuoi farti un'idea dei contenuti del mio blog, ti invito a farci un salto. Buona giornata

    --
    http://vivereaorecchio.blogspot.com

    RispondiElimina
  44. @ Giulia
    Apprezzo il chiarimento ma vorrei metterti in guardia contro chi si presenta come sfubalatore e dice di poter smentire teorie alternative senza per altro farlo effettivamente. Non esistono spiegazioni ai misteri dell'11/9 sul sito dello sbufalatore ma solo irrisione nei confronti di chi osa affermare cose diverse dalle balle spacciate come verità assoluta. L'argomento più forte dello sbufalatore è "non potete credere che sia stato il governo americano" sottintendendo che chi ci crede è un imbecille e, in secondo luogo, utilizza nei confronti di coloro che hanno una diversa visione dei fatti 11/9 una sua versione molto raffinata (e per me non del tutto farina del suo sacco) del Metodo Boffo. Riguardo a Steven Jones non dice che è un idiota. Si fa una risatina e dice: "Beh, è lo stesso personaggio che appartiene ai Mormoni e che crede nei miracoli".
    Come se un Mormone fosse, per principio, meno attendibile di un blogger pizzaware.
    E' lo stesso metodo dei berlusconidi rettiliani: non confutare gli argomenti degli avversari ma denigrare chi li propugna. Dispiace che un sito come 11 settembre venga considerato una bibbia solo perchè utilizza l'arma dell'anatema contro chi osa pensarla diversamente e si rifiuta di dare risposte alle tante domande.

    RispondiElimina
  45. Scrive il nostro illustre concittadino:

    Il trucco per non entrare nel merito dello studio scientifico di Jones è quindi appigliarsi all'argomento che egli sia “screditato”.

    Roberto Quaglia: Il Mito dell'11 Settembre, p.142.

    Un Rinaldo Precisino

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  47. Anonimo che mi proponi il sito del cuggggino di Attivissimo, ma stai a scherzà... ahaahhahh...te possino....??!!

    RispondiElimina
  48. Cara amica Lameduck,

    "@ Davide
    Noi crediamo alle baggianate ma tu hai votato Silvio Berlusconi. Non so se mi spiego."

    Mescolare le cose serie (il terrorismo) con le super buffonate (la politica italiana) è offendere le vittime del terrorismo.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  49. Hehe, capisco l'imbarazzo, Davide, ma tu l'hai votato.... è inutile negarlo.

    RispondiElimina
  50. Cara amica Lameduck,

    "Hehe, capisco l'imbarazzo, Davide, ma tu l'hai votato.... è inutile negarlo."

    Aveva promesso che avrebbe fatto le centrali nucleari. Tu sai che io ho sempre desiderato enormi quantità di energia a basso costo.

    Invece non ha fatto niente tranne che tante chiacchiere. In pratica sono stato raggirato: si è trattato di una vera e propria circonvenzione d'incapace.

    Alle prossime elezioni politiche voterò per Casini perchè lui le centrali nuclerari le fa veramente.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  51. Davide, proprio perché sei te ti confido un segreto. Casini le centrali non le fa. Non perché sia cattivo ma perché non ci sono i soldi. Ah, se ti piacciono tanto perché non ti trasferisci a Tricastin?

    RispondiElimina
  52. Cara amica Lameduck,


    "Davide, proprio perché sei te ti confido un segreto. Casini le centrali non le fa. Non perché sia cattivo ma perché non ci sono i soldi. Ah, se ti piacciono tanto perché non ti trasferisci a Tricastin?"

    Sto troppo bene in Italia, per andare all'estero.

    Comunque io vivo in Trentino Alto Adige dove è pieno di centrali idrolettriche e non ho quindi problemi di energia.

    Voglio vedere come faranno in Italia a far funzionale le fabbriche quando il petrolio costerà più dell'oro.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  53. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  54. Adetrax22:58

    @Lameduck

    Non ci sono i soldi ?

    Allora siamo a posto.

    Parliamo di 6 o 7 miserabili miliardi di euro per centrale spalmati su almeno 10 anni, scommetto che in caso di titubanze la finanza internazionale (usuraia) anticiperebbe 10 volte tanto solo per incoraggiare l'idea.

    Ma quand'anche così non accadesse, basterebbe ridurre leggermente gli investimenti militari, fare altri tagli qua e la per "snellire ancora un po' questo inutile stato" e tutti i suoi dipendenti "comunisti" e poi vediamo se non arrivano altri miliardi ogni anno, dopodichè seguirà il trattamento greco.

    @Davide

    E' inutile che insisti, le ragioni delle alternative sono già state spiegate, oltretutto la gente non è contro le reazioni nucleari sicure, è contro la fissione nucleare e tutto il losco sottobosco di intrallazzi radioattivi e pseudo mafiosi che girano intorno.

    Ci sono poi milioni di persone che non credono che i giapponesi siano diventati tutti idioti avendo costruito centrali nucleari sulle linee di faglia o avendo predisposto muri anti-tsunami alti si è no 1/3 dei valori massimi registrati più volte negli ultimi 100 anni.

    Pensano invece che i soliti noti (e stronzi) personaggi abbiano imposto certe scelte ed è ovvio che poi scatta la voglia "dell'impiccalo più in alto", ma non di uno o due di loro ma di tutti, capisci ?

    Cioè capisci che ne abbiamo le scatole piene, che abbiamo già provato la strada nucleare e che la solfa è sempre quella ovvero che, pericolosità intrinseca a parte, si continuano a fare porcate oggi come 30 anni fa ?

    In quanto alle migliaia di bombe nucleari che ci sono nel mondo, che il loro contenuto se lo smaltisca chi le ha volute e costruite, ovvero NON l'Italia.

    P.S.
    Data la particolare abiezione della sua composizione sociale, che diventa particolarmente irritante man mano che si sale nelle gerarchie politiche e relativi dintorni, la cosa migliore che potrebbe capitare all'Italia sarebbe quella di tornare un paese agricolo e di prendere il posto che le spetta accanto al Turkmenistan ... fine del problema energetico e dei relativi casini.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...