martedì 24 giugno 2008

Il lodo Leporello


Don Giovanni sfida apertamente il fantasma della sua vittima di duello, il Commendatore, invitandolo a cena. Il Commendatore si presenta effettivamente nel bel mezzo di un banchetto e invita Giovanni a pentirsi dei suoi peccati ma egli persevera nel prendersi gioco del vecchio rifiutando qualunque atto di contrizione.
Don Giovanni è l'emblema dell'uomo che vive in perenne stato di menzogna (inganna sistematicamente le donne che seduce), di sfida all'ordine costituito (disgrega legami matrimoniali e si avvale dello jus primae noctis) e di dispregio della legge e dell'autorità.
Siccome agisce solo per il proprio piacere non è un rivoluzionario ma solo un egocentrico. narcisista. Mozart e Da Ponte riservano a Don Giovanni una giusta punizione, che giunge al termine di un fenomenale duetto tra Uomo e Dio, Vita e Morte, Padre e Figlio. Il Commendatore trascina Giovanni con sè all'Inferno, sotto gli occhi atterriti del servo Leporello.
"La pseudologia fantastica passa, grazie alla spiegazione psicodinamica, dall'essere considerata un semplice peccato, ad un fenomeno complesso che ritroviamo in situazioni al limite con la normalità.
Rispetto ad una possibile diagnosi differenziale tra forme strettamente psicogene e stati a spiccata componente organica, Jaspers individua che nelle prime una contraddizione troppo grande con le condizioni reali tronca improvvisamente la realtà fantastica cosa che non si verifica nelle situazioni in cui prevale l'aspetto organico.
Bleuler fa notare che a differenza dei confabulanti e degli allucinati della memoria, i malati con pseudologia fantastica per periodi di varia durata possono anche non accorgersi di vivere in un mondo di sogni e la domanda "è reale o non è reale?" non emerge affatto nel fluire del pensiero. Al contrario, alcuni soggetti sono così persuasi della realtà della loro costruzione fantastica e dotati di un grande talento nell'interpretare conseguentemente una parte che diventano capaci di ingannare facilmente altre persone col rischio di diventare abili truffatori.
In queste situazioni appare chiaro che la costruzione fantastica, la menzogna a se stessi, rappresenta il mezzo per ottenere ciò che si desidera senza ritardi o interferenze ma, affinchè il desiderio sia totalmente appagato, lo stato di coscienza deve essere alterato al punto che non esista più la consapevolezza". (fonte)
Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti è puramente casuale.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

7 commenti:

  1. Panty22:23

    Si vabbè ma mi sembra impossibile che tutti quelli che appoggiano spudoratamente lo pseudologo,siano pseudologi,ruffiani,mangiapaneatradimento,sicofanti
    ecc.
    Ci sarà pure qualche coglione convinto.

    RispondiElimina
  2. Spero che la persona realmente esistente faccia la fine di Giovanni sotto gli occhi contenti di tutti gli italiani. Al posto dell'inferno, però, io metterei la galera.

    RispondiElimina
  3. morpheus12:20

    Mi hai fatto venir voglia di andare a riascoltare il Don Giovanni.

    In Italia le cazzate hanno una valenza misteriosa. Se il centro- sinistra fa l'indulto, buh, giù popolarità e voti e la sicurezza diventa il tema numero uno, se berlusconi smantella la giustizia, tutto ok, lui è perseguitato, e la sicurezza non c'entra. Non c'entra?? La sicurezza non c'entra con la giustizia??

    Sarò idiota io, ma davvero non capisco come la gente, termine un po' vago, lo so, possa non vedere le cose fino a questo punto. Forse è anche perché l'opposizione non è convincente, perché con tutti i temi che avrebbe per lottare non li usa? ma miseriaccia nera, se io fossi quel fantasma che è Veltroni, vado al tg1 e faccio un putiferio perché mi concedano di elencare le ovvie, OVVIE berlusconate. Invece in Italia lo fanno solo i comici, e Travaglio, che amava Montanelli, Reagan e la Thatcher e dicono che sia un altro comunista cattivo...

    mando il link ad un articolo dell'Economist, dato che i tiggi italiani gongolano a dire che il Financial Times difende berlusconi, ma nessuno cita i numerosi articoli stranieri moltomamooolto critici.

    http://www.economist.com:80/world/europe/displaystory.cfm?story_id=11541286

    RispondiElimina
  4. Ma allora dillo che vorresti vederlo portato via con la camicia di forza :-)Dato che non cadrebbe nella trappola di farsi portar all'inferno per mano, e nemmeno si pentirebbe. Me lo vedo proprio:

    DON GIOVANNI

    Che gelo è questo mai!

    COMMENDATORE

    Pèntiti, cangia vita:
    è l'ultimo momento!

    DON GIOVANNI

    No, no, ch'io non mi pento:
    vanne lontan da me!

    COMMENDATORE

    Pèntiti scellerato!

    DON GIOVANNI

    No, vecchio infatuato!

    POPOLO ITALIANO

    Pèntiti scellerato!

    BERLUSCONI

    NO

    POPOLO ITALIANO

    Pèntiti.

    BERLUSCONI

    NO

    POPOLO ITALIANO

    Sì.

    BERLUSCONI

    No.

    BERLUSCONI

    Da qual tremore insolito...

    sento... assalir... gli spiriti...
    Donde escono quei vortici
    di fuoco pien d'orror?...

    CORO

    Tutto a tue colpe è poco.

    Vieni: c'è un mal peggior!

    BERLUSCONI

    Chi l'anima mi lacera!...

    Chi m'agita le viscere!...
    Che strazio! ohimè! che smania!
    Che inferno!... che terror!...

    LEPORELLO

    Che ceffo disperato!...

    Che gesti da dannato!...
    Che gridi! che lamenti!...
    Come mi fa terror!...


    :D

    RispondiElimina
  5. Non dovevi farlo, Lameduck, non Mozart. Lasciami struggere in questo giorno di credo 40 gradi o qualcosa del genere.

    Ti dedico il secondo movimento della jupiter -Mozart Symphony 41 K 551 - Andante Cantabile:

    http://it.youtube.com/watch?v=jUGN2vMj3bY

    RispondiElimina
  6. Francesca16:35

    Spero che la fine per lui sia peggiore come i peccati.

    RispondiElimina
  7. Anonimo20:37

    can someone please talk to me in English; I love the Don, Too.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...