domenica 29 novembre 2009

Ave Marina, piena di sghei

I papiminkia che si affollano inebetiti dal dolore attorno al luogo del martirio del loro Unto di riferimento forse possono smettere di soffrire perchè qualcuno ha finalmente ascoltato le loro preci ed è pronta a scendere benedicente tra il suo popolo, coprendolo di letizia e consolazione.

Sono già un paio, e documentate, le apparizioni della Madonna Pellegrina della Fininvest, Nostra Signora degli Schei e patrona dei criptogay - che fa pure rima.
Nel primo messaggio del 10 ottobre la Signora di Mondadorije si mostrava piangente con dei goccioloni così a causa della sentenza che la obbligherebbe a mollare i 750 milioni di euro di risarcimento a De Benedetti:
''Non voglio nemmeno prendere in considerazione l'ipotesi scellerata di dover tirare fuori una cifra del genere. Stiamo parlando di una holding cui fanno capo societa' quotate del calibro di Mediaset e Mondadori, societa' solide e ben gestite, ma una mazzata da 750 milioni di euro farebbe tremare chiunque. L'improvvisa mancanza di risorse finanziarie cosi' importanti metterebbe a rischio le nostre possibilita' di sviluppo''.
Come dire che De Benedetti, che la mazzata l'ha già subìta (e sappiamo che l'ammontare dei risarcimenti decisi dai tribunali è sempre inferiore alle cifra reale del danno), si può fottere allegramente.

Perchè sia chiaro e affinchè sorellastra intenda, la Mondadori è sua e guai a chi gliela tocca.
Il vero uomo di casa, nonostante sia alta un metro e un lingotto, quando l'accarezzano contropelo fa invidia al papi quando sbraita contro gli sceneggiatori della "Piovra".
Che Barbara, la figlia beella e aaalta di Veronica abbia la passione dei libri, soprattutto quelli targati Mondadori, non è un mistero. Ora che dovranno dividersi il malloppo a papi vivo causa divorzio dalla Lario, per la Signora di Mondadorije saranno altri goccioloni. Del resto le Madonne hanno la lacrima facile, non è un mistero.

Nel secondo messaggio lasciato ai papiminkia, la Signora si è lamentata delle ultime accuse lanciate al Padre, che è giustamente, il suo idolo. Se non fosse stato per lui, infatti, quando mai le sarebbe toccato un Ambrogino d'Oro?
Le accuse lanciate a quel sant'uomo del padre sono tutte calunnie e, naturalmente, frutto della malapianta dell'invidia dei detrattori di un imprenditore che ha fatto tanto. Soprattutto per se stesso.

C'è qualcuno che si chiede preoccupato se la Madonna Pellegrina di Arcore stia per caso studiando da papi, sì da esser pronta a prendere il comando della Casamatta della Libertà nella malaugurata evenienza.
Lo escludo. Se si distrae un attimo le sorellastre le portano via la polpetta dal piatto come ad una Cenerentola qualsiasi e lei non reggerebbe l'onta.
Meglio che continui a dedicarsi ai miracoli che le vengono così bene, come la guarigione del gay con la semplice imposizione del portafogli. Altro che Lourdes. Pare che non perdoni. Dolce e Gabbana sono avvertiti.

13 commenti:

  1. Adetrax21:09

    Chissà se assomiglia alla zia di Silvio, che davanti allo specchio si autocomplimentava dicendo:

    Marina come te se bela, Marina come te se bela ...

    RispondiElimina
  2. delia23:11

    L'Italia è l'unico Paese in cui la magistratura ha finito per acquisire un peso così abnorme nella vita democratica e di converso il potere politico fondato sulla sovranità popolare rischia di apparire impotente a svolgere le proprie finalità. Questo problema non riguarda una sola persona o un solo partito ma la natura stessa della democrazia e la capacità di chi è investito di una responsabilità politica di adempiere alle proprie responsabilità nei confronti dell'intero Paese.

    Marrazzi o papiminkia, vale per tutti

    RispondiElimina
  3. @ delia
    (tutti femmine questi troll? Oppure trans non operati?)

    Guarda che l'Italia è l'unico paese dove governano dei delinquenti conclamati che fanno di tutto per sgamare la giustizia. E' diverso.
    E finchè ci saranno persone come te che li votano sarà sempre peggio.

    RispondiElimina
  4. Anonimo23:51

    Grazie a dio sono ateo
    Prim

    RispondiElimina
  5. TOTALMENTE OT (scusatemi)

    "vedi paperotta,

    la questione è semplice: abbiamo bisogno di sapere cosa fare e quando farlo? e allora questo stupido e piccolo aggregatore che tenta di essere di sinistra è importante.

    e tu ne sei un tassello importante.

    io non mi ci avvicino, perché con i pazzi non puoi trattare. Insomma, io ci ho provato, e ti dirò che ti sporchi (molto) e basta.

    ma la tua tastiera aguzza, il tuo essere tenera e caustica, cazzo, dove altro ,o troviamo.

    lo so, è dura ricominciare da zero. io ci sono abituata e ti posso confermare che è dura. ma è assolutamente esaltante.

    rientra, e se hai persone che valgano la pena, da leggere e a cui scrivere, portale.

    e con te ci si sente una volta all'anno, as usual.

    sei sempre bella. ma tanto lo sai e ti bulli come solo una bella così puà permettersi.

    iaia

    RispondiElimina
  6. Ma la querela della Marina scapezzolata è un'ottima notizia: D'Avanzo e Bolzoni non hanno fatto altro che ricordare doviziosamente le circostanze, alquanto fumose e sospette, che hanno dato origine all'immenso patrimonio accumulato dal Papi nonchè le sue dubbie frequentazioni, argomenti già precedentemente affrontati in numerose inchieste giornalistiche mai confutate da nostra signora di Mediaset. Vada pure in tribunale e smentisca, documenti alla mano, le ipotesi avanzate finora dai giornalisti di Repubbica [e non solo da loro]; l'intero Paese attende con impazienza delucidazioni e chiarimenti.
    L'aspetto più rivoltante della faccenda è che gente che ha avuto alle sue dipendenze pseudo stallieri mafiosi ed avvocati condannati per corruzione di magistrati si permetta di ostentare "indignazione di fronte agli attacchi" ed osi tentare di impartirci lezioni di "moralità".

    RispondiElimina
  7. lame, ho condiviso su fb. spero tu non veda controindicazioni. in caso contrario batti un colpo

    RispondiElimina
  8. Cara Lame,

    Non sempre il sonno della ragione genera mostri: alle volte solo bordelli. Mi sa che ci siamo in mezzo.

    RispondiElimina
  9. strano questo paese,dove nessuno si fida della giustizia, in generale, perche' dicono schierata,poi tutti a correre a querelare tutti.
    io vorrei tanto querelare la famiglia berlusconi per abuso di visibilta',ovunque ti giri ne trovi uno che sputa sentenze senza peraltro sognarsi di rispondere alle accuse che vengono loro rivolte

    RispondiElimina
  10. @ dacia
    Grazie del commento.
    Sono felice che sia stata cancellata l'infamia del FULK e che i lemmings si siano diretti spontaneamente verso la scogliera ma su Kilombo sono ancora troppo incazzata, come con tutta la sinistra. Prima o poi dirò qualcosa in maniera più estesa, se rimarrà il tempo tra una picconata all'Italia e l'altra.
    Ne riparliamo forse se sopravviveremo al 2012.
    Grazie comunque dell'invito e della fiducia. ;-)

    RispondiElimina
  11. Ma non è che per caso anche la Gelmini è vittima inconsapevole dell'immacolata concezione?
    http://riciardengo.blogspot.com/2009/11/una-buona-occasione-per-una.html

    RispondiElimina
  12. E per fortuna che l'ambrogino d'oro lo hanno negato ad Enzo Biagi che altrimenti sarebbe stato lì a rivoltarsi nella tomba ad essere in sì fatta compagnia.
    Ciao
    Silvana

    RispondiElimina
  13. @ Riccardo
    incinta e non sposata. Uhm, non male per la figlia del prete.

    @ Silvana
    L'ambrogino è ormai più squalificato del telegatto.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...