sabato 11 dicembre 2010

Quelli che...


Quelli che con un bella manifestazione passa tutto, anche il cancro berlusconiano.


(Sono quelli che hanno consegnato l'Italia a Berlusconi ma che credono di convincere qualcuno a rivotarli con qualche torpedone organizzato, le bandiere, il "Bella Ciao" che francamente ha rotto il cazzo, il re dei trombati Veltroni che invece di nascondersi tre metri sottoterra ancora sta lì a fingere di essere un leader, il segretario Sor Pampurio con D'Alema poco lontano, e le migliaia di partecipanti che ancora si scomodano per questa dirigenza di merda invece di prenderla a roncolate. 
Soprattutto si illudono che Berlusconi, vedendoli nella loro miseria, nella loro innocuità politica, nel loro inguaribile gattopardismo, si spaventi e parta per Antigua.
"Mandiamolo a casa". Ma annatevene voi affanculo.)

32 commenti:

  1. ancora una volta hai scritto quello che pensavo.
    http://vitainpillole.wordpress.com

    RispondiElimina
  2. ma c'erano anche uolter e maximo?
    uhuhuhu....

    RispondiElimina
  3. Il 14 dicembre e nei giorni seguenti si confermerà lo strapotere di Berlusconi, che come tutti stanno vedendo, si sta comprando i voti a suon di sonanti euro. Poi rimarrà al potere, non facendo niente, ma facendo credere, grazie alle sue televisioni, che sta lavorando per l'Italia. Questa previsione sono mesi che la porto avanti, mi hanno preso in giro, con sufficienza, mi hanno letto con fastidio, ma alla fine sto avendo ragione io. Vedrete come dopo Natale si comincerà a parlare di Marina Berlusconi futuro capo del governo e papà Silvio presidente della repubblica per almeno due settennati. 2013 7+7 uguale 2027. Sono mesi che dico queste cose e mi ridono dietro. Il 15 dicembre riderò io, ma riderò amaro.

    RispondiElimina
  4. Anonimo15:55

    Ah! Paperella!
    Credo che sarebbe il caso di andare in piazza e ..... uno, due, tre, tutti insieme una gran pernacchia alla De Filippo.
    Roberta da Sydney

    RispondiElimina
  5. prenoto anche per te il volo sola andata per Stoccolma, lame?

    RispondiElimina
  6. Vendola, Con riferimento a Gianfranco Fini, ha recentemente osservato che il neo-fascista “appare un interlocutore, diciamo, più presentabile... Il fatto che dall’altra parte ci sia un linguaggio più civile va bene ... Pensare di co-optarlo da questa parte [la “sinistra”] significa che abbiamo veramente poca fiducia in noi stessi e nelle nostre ragioni
    In altre parole, Vendola non si considera in sostanziale disaccordo con il programma della destra, è solo una questione di fiducia in se stessi nell’attuazione di misure dure contro i lavoratori. Così vasto è il vuoto nella sinistra italiana.
    Quali che siano le conseguenze immediate della crisi politica in Italia, personaggi come Vendola stanno attirando l’attenzione della borghesia. Con l’intensificarsi della crisi del capitalismo possono essere chiamati a fornire una copertura “di sinistra” a politiche di estrema destra.
    Guy Dinmore del Financial Times osserva che Vendola “ha conquistato gli investitori nel crescente settore delle energie rinnovabili in Puglia. In una recente conferenza internazionale sull’energia solare, gli investitori hanno definito la Puglia come la regione più attraente del sud Italia.” Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, concorda con entusiasmo. In una recente dichiarazione in occasione dell’assemblea di Confindustria a Vicenza, ha affermato: “Vendola è il miglior governatore del Mezzogiorno, la Puglia è una regione ben gestita”.
    La preferenza della Marcegaglia non è un caso di simpatia personale. C’è un solido rapporto d’affari fra le aziende da lei controllate e l’amministrazione Vendola. La sua società Ecoenergia srl sta costruendo un inceneritore vicino alla città di Modugno. L’iniziativa ha incontrato diverse difficoltà, tra cui preoccupazioni sull’ambiente, data la presunta negligenza da parte del governo locale di emettere una legittima valutazione di impatto ambientale.
    Tuttavia, c’è un altro aspetto che definisce meglio gli interessi di classe che Vendola difende. In una recente intervista , Vendola ha affermato che “per quanto riguarda la parte pubblica del piano dei rifiuti, io ho cancellato tutti i termovalorizzatori. La termovalorizzazione è un pezzo dell’industria energetica, non è un problema ambientale... L’industria energetica è regolata dalle leggi della Comunità Europea e dalle leggi nazionali”.

    RispondiElimina
  7. ovunque ti giri, siamo nella cacca ;-)anzi no c'è poco da ridere.

    @mozart2006
    posso non concordare?forse avrai ragione tu,pero' messa così sarebbe tutto un nonsens politico.
    tanta fatica per arrivare ad un berlusconibis?
    son diversi i segnali che mi fanno credere che il berlusconismo sia finito e i tempi sono maturi per un governo di transizione che ci porti ad una nuova legge elettorale,che poi il futuro nuovo esecutivo giri ancor piu' a destra questo è tanto evidente quanto inevitabile

    RispondiElimina
  8. Cara amica Lameduck,

    non ho mai avuto simpatia per il PD, ma mi sembra che tu lo critichi per ogni cosa che fa.

    So bene che non basta una manifestazione per far cadere un governo (nella prima repubblica il PCI riempiva le piazze, ma le elezioni le vinceva la DC), ma mi sembra che il PD, in questo momento, stia facendo la stessa opposizione che in Europa fanno tutti i partiti non governativi.

    Quanto a Vendola è l'asso nella manica di Silvio. Solo Vendola potrebbe costringere gli elettori delusi, come me, dal governo Berlusconi, a rivotarlo (Silvio).

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  9. kthrcds18:00

    Mi trovo d’accordo con quanto esposto da rossoallosso. B. è finito perché quelli che lo portarono al potere nel 1994 hanno l’assoluta necessità di sostituirlo con qualcosa di più presentabile. Qualcosa di simile a quel che è successo in Usa con Obama: pur di far dimenticare George W. avrebbero messo al potere Mickey Mouse.
    Per ciò che riguarda la presidenza della Repubblica, piuttosto che darla a lui gli sparano in diretta tv, come accadde a Lee Harvey Osvald.
    Non ho la sfera di cristallo, ma penso che il 14 B. inizierà a fare le valige per Antigua; e gli va ancora bene se l’elicottero non precipita in mezzo all’oceano.
    Dopodichè la nave del berlusconismo proseguirà sulla sua rotta, passando per una fase “di
    transizione” che porterà con sé una monumentale manovra finanziaria per il “risanamento dell’economia”, nell’ambito della “rinnovata unità nazionale”, e probabilmente – unica nota positiva – toglierà di mezzo l’inutile zavorra della Lega, la cui funzione è esaurita da un pezzo e che sarebbe controproducente mantenere al governo in un momento storico che dovrà apparire a tutti i costi di “rinnovamento”.

    RispondiElimina
  10. il PD lo si critica non tanto per le cose che fa, ma soprattutto per quello che non fa. ed è già abbastanza quello..

    RispondiElimina
  11. Anonimo18:57

    Un post memorabile. E disgraziatamente sono d'accordo anche con mozart 2006, sara' il mio inguaribile pessimismo.
    schatten

    RispondiElimina
  12. Anonimo20:09

    Ciao Lameduck, non credo che lo scopo della manifestazione fosse quello ... però non ti nascondo che continua a preoccuparmi la presenza dei "dinosauri" nel pd.
    Anche alle prossime elezioni, posto che nel frattempo non cambino le cose, per un nuovo votante ne perderanno tre.
    Ma, escluso il criticato Vendola, chi ci resta ?

    Laleggenoneugualepertutti

    RispondiElimina
  13. Ma dai quanto pessimismo sul Partito Democratico. Adesso ci sono le nuove leve, c'è Renzi. Ci penserà lui tra una convenction di rottamazione e una gita ad Arcore a rinnovare la sinistra e l'opposizione al neoliberismo.
    Quanto a Vendola se dopo la visita alla fondazione Rockefeller piace anche alla Marcegaglia allora vuol dire che le sue quotazioni sono davvero in rialzo.
    Bertinotti, chi era costui?

    RispondiElimina
  14. Anonimo14:02

    Bah, a leggere certi commenti mi viene da pensare che quasi vent'anni di berlusconismo non siano serviti a far capire con che tipo di elemento abbiamo a che fare.


    @kthrcds (un nick più semplice no? :-)) e rossoallosso

    Mi spieghereste su cosa si basano le vostre previsioni? Al 99,9 periodico %, B. incasserà la fiducia dopodomani, il che avrà un effetto dirompente sul terzo polo (ricordiamoci sempre che in Italia tutti corrono in soccorso del vincitore). Probabilmente questo fatto, per lo stesso motivo, gli farà recuperare anche terreno nei sondaggi; in ogni caso non dimenticate che, nonostante in quest'ultimo anno abbia fatto l'impossibile per farsi cacciare, un buon 41% di italiani è disposto ancora adesso a votare una coalizione che lo proponga come premier.
    Khtrcds, sono d'accordo con te che si sia inimicato parte dei poteri forti che in questi anno l'hanno sostenuto, rimane il fatto che non sarebbe il primo caso nella storia (giusto per non andare lontano, il nonno della Mussolini) di variabile impazziata sfuggita al controllo di chi pensava di utilizzarlo per i propri scopi. Avessi un euro per ogni volta che in questi anni ho sentito dire "Berlusconi è finito", sarei io il proprietario della villa di Antigua.

    Dato che il mio primo commento, approfitto salutare la Paperella padrona di casa, con cui non sempre concordo ma che leggo sempre ben volentieri.

    Nevermind (in transito dal blog dei tafani)

    PS: dato che non si può vivere senza speranza, ho letto da qualche parte, mi pare sul "fatto", che qualche illuso confida adesso in una possibile rottura della lega. Mettevi il cuore in pace, non avverrà mai.

    RispondiElimina
  15. Quando le anatre... diventano oche

    A sentire certi cervelli sinistri,meglio è definirli neoco(j)on, sempre certi di tenere la Verità per i testicoli e solo se gli rispondi psss, tendono a stringere la presa e urlare come perfetti eunuchi, diventa difficile ignorarli.

    Questi neoco(j)on hanno rimasto fra le mani solo una logora oca di pezza: ridicolizzare il Pd.
    “Quelli che con un bella manifestazione passa tutto..”, “quelli che hanno consegnato l'Italia a Berlusconi...”e dulcis in fundo:” Ma annatevene voi affanculo”.

    A questo punto, credo non resti che raccontare la storia et Tistò che si chiedeva:
    In caso di guerra nucleare, l'elettromagnetismo prodotto dalle bombe termonucleari potrebbe rovinare le mie cassette video?
    Oggi, dopo il tracollo, non trovano di meglio che spaccarsi, tirare fuori i coltelli, scagliarsi l’un contro l’altro. Non basta il suicidio. Infatti, come sempre, sono preoccupati solo per le loro cassette video.
    Insomma la strategia è chiara:“Muore Sansone e tutti filistei!”. Sansone almeno aveva un attenuante era cieco. Però non era un’Oca. GPS

    http://ilseniomormora.blogspot.com/

    RispondiElimina
  16. Niente spaventerà mai Berlusconi, nè partirà per Antigua per una manifestazione del PD. Non si è spaventato per un modellino del Duomo di Milano in pieno naso, sempre che non sia stata propaganda anche quella e tanto fake blood che buca bene in televisione. Ma se B. non avrà la fiducia metterò fuori il tricolore. L'alternativa sarebbe non tenere per nessuno, non andare mai più a votare, se e quando, del resto il mio primo voto lo diedi ai Radicali, i quali sembrerebbero la carta matta tra l'altro: bene, appesi al codino di Pannella, che bello, è paradossale, ma secondo me stanno bleffando, non voteranno la fiducia. Non mi va di essere cinica mi viene solo da vomitare, così in generale. E fa perfino rima.
    Bersani (Bersani,l'Italia che vuole cambiare:integrale) nel suo discorso non ha sbagliato una virgola. (Divertente il saluto a tassisti coraggiosi, che hanno aperto il corteo....)
    La destra di Fini e la sinistra di Bersani parlano una lingua molto simile, per molti versi, ma è l'unica lingua nel 2010. Poi certamente ognuno è libero di continuare a tifare per destra e sinistra. "Due bande", nessun dubbio, certamente. Ma una delle due è quella realmente democratica.

    RispondiElimina
  17. @Nevermind
    cerco di analizzare certe situazioni e trarre le mie personali deduzioni che sono:
    1)il fatto che ci sia un mercato di voti(nonostante si ostini il nano a dire che ha la maggiranza)
    2)il fatto che sempre il nano stia cercando una trattativa per una eventuale nuova legge elettorale(cosa che fino a ieri manco si sognava)
    3)il fatto che sia gia' cominciata la campagna elettorale con lo sputtanamento di presunti venduti specialmente in seno all'IDV in modo da spostare voti a favore del famoso terzo polo non certo verso berlusca
    4)attacchi contro la lega,alemanno,berlusca tramite WikiLeaks.
    ed inoltre ma non ultimo,un estremo tentativo di avvicinamento alla lobby ebraica la quale pero' ha gia scelto Fini essendo il nano divenuto inaffidabile ed impresentabile anche perche' e' chiaro a tutti che sia sotto ricatto leghista,senza di essa berlusca è il nulla.
    una cosa in cui non credo è il suo viaggio ad antigua,penso piuttosto ad un suo riciclaggio magari fondando un nuovo partito

    RispondiElimina
  18. Giorgio Sagrini18:55

    Questo post è, semplicemente e sinteticamente, una vergogna!

    RispondiElimina
  19. Alla luce della seconda lettera aperta al fratello S.B di Gioele Magaldi credo proprio che il bastardo incassera' la fiducia. Non resta che sperare negli sviluppi successivi, nelle mosse del"cerchio Bruto e Cassio" all'interno del pdl e soprattutto nelle speranza che il pd smetta di fare melina e metta a capo qualcuno di piu' carismatico. Insomma, non ci resta che sperare nei massoni. Siamo messi cosi',non ci posso credere.

    RispondiElimina
  20. Ammesso e non concesso ciò che affermi, chi perde le elezioni dovrebbe ritirarsi per sempre a vita privata?
    E poi?
    Cosa proponi?
    Dove l'alternativa?

    RispondiElimina
  21. @ Il senio
    Il tuo ragionamento non farebbe una piega se io fossi un cervello sinistro. Il problema è che non lo sono. Sono già oltre.

    @ giorgio sagrini
    sarebbe interessante sapere anche perché è una vergogna.

    @ schatten
    A me, leggendo la lettera di Magaldi, era parso di capire il contrario, che il nanerottolo ha i giorni contati. Comunque si, hai ragione, siamo ridotti a tifare per i massoni.

    @ giosby
    La trombata alle elezioni, in tutti i paesi del mondo, consiglia ai suddetti trombati di non ripresentarsi più come candidati. Solo in Italia ogni volta si ripropongono come "il nuovo".
    L'alternativa? L'ho già detto un milione di volte. Bisogna smetterla con le menate "destra vs. sinistra", bisogna individuare i problemi e risolverli al meglio. Chi ci sta ci sta. E' l'ideologia che ci frega.

    A tutti coloro in preda alle coliche perché io critico il Piddì.
    Io lo critico con pieno diritto di farlo fin che mi pare perchè l'ho (ahimé) votato in passato e mi sono sentita presa in giro da questi inciucioni. Diciamo la verità, hanno cambiato il nome ma è rimasto lo scheletro del PCI. E' roba vecchia, morta, putrefatta. Con l'aggravante che hanno promesso di non toccare le tv a Berlusconi. Io non perdono, mi dispiace, non li voto più. Nemmeno se a Bersani crescesse nottetempo una capigliatura da Cocciante.

    RispondiElimina
  22. kthrcds00:57

    Alle politiche 2008 il Pdl ha preso 13.628.865 voti su 47.126.326 di aventi diritto, ossia il 28.9%. Oltre non è mai andato. Il 41% se lo sogna. Sarebbe ora di farsene una ragione: B. non è MAI stato votato dalla maggioranza degli italiani. Questa è una leggenda alimentata da un esercito di parolai a tassametro – quelli che i media presentano come “opinionisti”, “politologi”, “economisti”, ecc. Ossia, i vari Gianfranco Pasquino, Miriam Mafai, Franco De Benedetti, Antonio Polito – per citare i primi che mi vengono in mente -, vale a dire gli opinionisti dell’area di centrosinistra che nei momenti cruciali fanno il gioco dell’avversario.
    Sono loro, insieme ai pavidi ed indegni attuali dirigenti del Pd, che hanno fatto di un ometto come B. un gigante.
    Oggi pomeriggio, ospite di Lucia Annunziata, Fini ha detto chiaro e tondo che la stagione di B. si è conclusa. Al Tg3 di questa sera si contavano 314 voti per la sfiducia e 312 per la fiducia. Nel corso dello stesso Tg Napolitano ha dichiarato ai giornalisti che – cito a memoria - “da troppo tempo l’Italia vive una condizionedi instabilità politica che deve terminare per il bene di tutti”.
    Detto questo, nessuno può dirsi sicuro di come effettivamente andranno le cose – nemmeno i “grembiulini”, a quanto pare. Ma coloro che scegliessero di vendersi all’ultimo minuto a B. possono essere sicuri che la loro carriera politica, nell’immediato futuro, seguirà quella di B. che ha ormai 75 anni, il cervello sbullonato da parecchio tempo, e nessuna credibilità sia in ambito nazionale che internazionale.
    Non c’è nessun compiacimento nel prevedere l’immediata uscita di scena di B., perché il dopo B. rischia di essere anche peggio con Fini ansioso di mostrare di cosa è capace, e gli italiani incapaci di comprendere – così come accadde all’indomani dell’uscita di scena di Craxi – ciò che li attende.

    RispondiElimina
  23. ancora un post sul partito bestemmia? ma allora è amore!
    ;)

    RispondiElimina
  24. @kthrcds,
    che è, hai una tastiera senza vocali? ;-)
    concordo in pieno,specialmente la chiusa al tuo commento.
    si cambia per non cambiare nulla,dove forse vedremo solo qualche miglioramento sul piano etico e dove verra' sicuramente accentuato un appiattimento verso un'europa(NATO) sempre piu' vassalla(per mera sopravvizenza,visto che nelle strategie politco-economiche a livello globale non contiamo nulla) statunitense.
    col PD che continuera' con la sua finta opposizione a infettarci con virus antisociali travestiti da vaccini.
    in merito al voto se potessi voterei Erdogan

    RispondiElimina
  25. Anonimo10:40

    @ kTHRCDS

    per favore non fare come quelli che dicono "io non ho mai votato berlusuconi in quanto voto Lega". Il 41%, come avevo scritto, è riferito alla coalizioen che lo sostiene e se guardi gli ultimi sondaggi, la somma di Pdl + Lega + Storace da + o - questo valore, il tutto nonostante episodi seri come lo smantellamento della cultura e dell'istruzione e altri più folkloristici come il bunga-bunga (che però in altri paesi bastano a mandare a casa la gente)..
    Sul fatto che un eventuale post-berlusconi sarà da lacrime e sangue nessuno discute, però a me personalmente fa più paura essere in mano di un ometto che controlla l'informazione e che oltretutto è abbastanza partito per la tangente. Fini può dire quello che vuole, ma se non trova i numeri (e al momento non ce li dovrebbe avere) e Casini segue il condiglio di Bertone e va a Canossa, ce lo teniamo fino a quando non arriva la commare secca.

    nevermind

    RispondiElimina
  26. Qual è il numero per televotare al reality che si sta svolgendo in parlamento??

    RispondiElimina
  27. kthrcds13:13

    nevermind, mettiamola così: nella loro storia gli italiani si sono sempre schierati un terzo con “franza”, un terzo con “spagna” e un altro terzo con “franza o spagna, purchè se magna”, e così fanno ancora ai giorni nostri, sicché nessuno, qui, si fa delle illusioni sul dopo B., imminente o meno che sia. Tanto più se si considera la pesante influenza conservatrice che le gerarchie vaticane e gli ambienti vicini a Washington sono in grado di esercitare sulla scena poltica italiana.

    RispondiElimina
  28. (ANSA) - ROMA, 13 DIC - Un documento, nel quale si chiede a Berlusconi di dimettersi senza arrivare al voto alla Camera dopo aver incassato la fiducia al Senato anche grazie all'astensione di Fli. E' l'estremo tentativo che, dopo ore di fibrillazioni in Fli e un confronto serrato tra Fini e le colombe futuriste capeggiate da Moffa, potrebbe consentire di tenere insieme le diverse posizioni in Fli dopo il discorso di Berlusconi al Senato. Di questo avrebbero parlato Moffa ed Urso con il premier e Letta.

    direi che a questo punto B. ha poche alternative

    RispondiElimina
  29. Lame: Diciamo la verità, hanno cambiato il nome ma è rimasto lo scheletro del PCI. E' roba vecchia, morta, putrefatta.

    Vecchi sì, morti anche, perchè trombati, putrefatti perchè i comunisti non esistono più, dice qualcuno, e invece esistono, e il PD sarebbe ora che realizzasse; che si decidano, di essere l'alternativa democratica, alla destra di Fini, che non è nata l'altro ieri: anche se Fini ci ha messo un po' a fare il salto. Non più una destra "provinciale", intendo italiana, ma europea quella che vuole Fini.
    La sinistra di Prodi era una sinistra europea e che con i Vendola per citarne uno di "comunista" non aveva più nulla a che fare e che forse nemmeno Vendola ha più a che fare. Per nulla si chiama anche lui Sinistra E Libertà.
    Capisco che Europa e europeo come entità siano ancora confusamente concepite. Il problema è che non esiste di fatto una Politica e una Economia europea: un ministro dell'Economia, un ministro delle Finanze, un ministro della Politica, un ministro della Difesa europea. Non esiste un' Europa in tal senso. Abbiamo l'Euro: ma non basta, ci ha aiutato a competere con Cina , India, Stati Uniti e combattere l'inflazione. La crisi dell'Euro è un casino, ma lo sarebbe anche di più la Lira, il Marco ..etc..

    RispondiElimina
  30. Anonimo00:41

    Lameduck
    "se io fossi un cervello sinistro. Il problema è che non lo sono. Sono già oltre."
    con la globalizzazione,mondo attuale,le ideologie di destra e di sinistra sono visibili come la strada delle nostre pianure nel periodo autunnale.
    Il "già oltre"ha molti significati:tecnocratico,giustizialista,dittatoriale,utopistico anarchico capitalista e anarchico nella parità di diritto alla vita, alla libertà individuale,alla dignità di tutti gli esseri viventi e di quanto fa parte di questo pianeta e,forse,non.
    Non è una critica ma solo una l'interpretazione che può essere attribuita ad una mezza frase,personalmente credo che tu appartenga all'ultima interpretazione.
    lele

    RispondiElimina
  31. ...Oltre, avvistamenti

    "se io fossi un cervello sinistro. Il problema è che non lo sono. Sono già oltre."

    Huahuahua... che figo!

    “Il "già oltre"ha molti significati:tecnocratico,giustizialista,dittatoriale,utopistico anarchico capitalista e anarchico nella parità di diritto alla vita, alla libertà individuale,alla dignità di tutti gli esseri viventi e di quanto fa parte di questo pianeta e,forse,non”.

    E i maccheroni chi li cuoce?

    Riepilogo:
    Ne di destra ne di sinistra, ne in mezzo ne di lato, ne di sopra ne di sotto, ne di qua ne di la, sono già oltre....
    Va a finire che il gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna, studiando i grandi ammassi di galassie invece di vedere dentro un buco nero un mostro celeste che si divora tutta la materia, hanno avvistato: Lameduck.

    AV SALUT
    GPS

    RispondiElimina
  32. Anonimo23:49

    Il Senio mormora:"Huahuahua... che figo!"
    "AV SALUT
    GPS"
    bravo!sei uno che ha compreso il vero significato della frase. "se io fossi un cervello sinistro. Il problema è che non lo sono. Sono già oltre.",cioè un emerito cazzo!ma non ti preocupare siete tantissimi!
    Sono presuntuoso?forse sì!me ne frega una beata minchia!
    lele

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...