giovedì 1 novembre 2012

Fist review


Se il canale di manovra è ristretto dalla crisi.


E i governi precedenti hanno usato solo un pugno.


Noi, che tecnici siamo, ne useremo due. Contemporaneamente.

Firmato
Il governo delle pratiche estreme.

21 commenti:

  1. E' l'osceno "fist" di governo...
    Perverso, ma 'sobrio'!

    RispondiElimina
  2. Anonimo21:57

    Trovo assolutamente sciocco prendersela con il governo Monti.
    Equivale a prendersela con l'ortopedico che ti riaggiusta le ossa dopo che te le sei rotte in una imprudente discesa libera a tutta velocità sugli sci.

    10 anni di strapotere berlusconiano, voluto e tollerato dalla maggioranza degli italiani equivalgono all'ebbrezza di uno slalom folle, fatto da uno scemo.

    Il governo di personaggio Berlusconi, votato dall'italica stirpe con un margine di 100 deputati di vantaggio, toglie al malcapitato polifratturato ogni diritto al lamento postoperatorio.

    Sagra

    RispondiElimina
  3. @ Sagra
    B. sarà stato quello che sarà stato. Sui libri di storia dei nostri nipoti, per chi ne ha, si scriverà che ha non governato l'Italia per 17 anni perché aveva da pensare ai guai suoi.
    Però non è assolutamente responsabile della crisi economica globale, che nasce negli Stati Uniti a causa della deriva della finanza casinò e dalle teorie liberiste della shock economy. Per dirla tutta, i nostri guai nascono con l'euro, con l'esserci agganciati ad una moneta forte a cambio fisso.
    Monti non è l'ortopedico che ti cura la frattura. Ti spezza proprio le ossa e poi ti fa pagare per fartele riaggiustare.

    RispondiElimina
  4. Anonimo22:49

    Le crisi economiche ci sono sempre state e sempre ci saranno. Sono come i temporali e fanno parte del gioco dell'economia.
    Si dice che il buon marinaio lo vedi nel mare in tempesta.
    Abbiamo scelto un imbecille di presidente come Schettino, capace di affondare un transatlantico col mare calme e gli scogli che non si muovono da milioni di anni.
    Quanto all'Euro, dovresti riuscire a spiegare per quale motivo tutti cercano di entrarci e nessuno ne vuole uscire. Neanche la Grecia, malmessa e maltrattata intende lasciarlo.
    L'Euro è una moneta forte, fortissima. Tanto forte che continua a valere 1,30 dollari, esattamente come prima della crisi.
    Monti ci spezza le ossa perché quando sono sono storte è l'unico modo per riuscire a raddrizzarle.
    Inutile prendersela con lui.
    Abbiamo un debito colossale, una evasione fiscale mostruosa ed un mucchio di statali inetti, inefficienti e nullafacenti.
    Non mi frega un accidenti di chi è la colpa.
    Ma sicuramente posso accusare chi ha dato il timone in mano al Berlusconi, preoccupandosi solo di andare a sbafare alla bouvette del transatlantico.
    Adesso ci fanno male le ossa.
    Ma siamo ancora vivi...

    Sagra

    RispondiElimina
  5. @ Sagra
    Il nostro debito non è pubblico ma privato. Abbiamo cominciato ad indebitarci come gli americani, altro che l'imbecille Romney che ha paura di ridursi come noi. Il debito privato non onorato dalle persone che non arrivano più a fine mese mette in crisi le banche e le banche vanno a batter cassa allo stato. Così il debito diventa pubblico. Cerca su Google questa parola: subprime. Questa è una delle cause della crisi. Come vedi, B. non c'entra, con tutte le colpe che possa avere.

    RispondiElimina
  6. @ SAGRA

    "Trovo assolutamente sciocco prendersela con il governo Monti"

    Infatti è incredibilmente intelligente prendersela con i redditi da lavoro dipendente (con salari inferiori ai 1.200 euro mensili), contro gli operai.. contro gli insegnanti.. contro i malati di Sla.. contro i pensionati da 800 euro al mese.. e persino tassando le indennità per le medaglie al valore militare: quante saranno? Un centinaio, per 200-300 euro annue per ogni decorato?

    Inoltre, denota un'eccezionale intelligenza pensare di risanare un debito pregresso, con manovre finanziarie a botte di 50 miliardi all'anno, puntando tutto al prosciugamento dei risparmi familiari e cancellazione di ogni politica sociale. Due risultati eccezionali: si costringono i redditi medio-bassi a rivolgersi ai servizi privati (perché i pubblici vengono smantellati) a pagamento, ed al contempo si drenano via alle famiglie le risorse economiche per pagarsi le spese.
    E' davvero geniale poi incrementare le accise sulla benzina, aumentare di due punti l'IVA, incardinare le politiche fiscali unicamente sulle imposte indirette (che non toccano né i ricchissimi né i grandi patrimoni né gli speculatori finanziari), e cascare poi dal pero quando si scopre che il primo e naturalissimo effetto è ingenerare una spirale recessiva, accompagnata da un aumento progressivo dei prezzi al consumo. Se si persiste nella 'cura', tra gli effetti collaterali c'è la stagflazione, ma per carità non diciamolo ai professoroni!

    Persino un ragioniere al III anno di studi sarebbe riuscito a fare meglio di questo comitato di recupero crediti bancari (privati) che si fa chiamare "governo tecnico"!

    E probabilmente il nostro ragioniere sarebbe stato anche più equo, evitando l'introduzione di forme di tassazione regressiva (peraltro incostituzionale), e modulando l'IMU in base al reddito e la composizione familiare, dopo una serie revisione degli estimi catastali.

    Monti avrebbe salvato l'Italia.. Perché certo è ovvio che la seconda potenza economica europea dopo la Germania, e ancora VII potenza mondiale (davanti alla Francia e alla 'virtuosa' Olanda), sarebbe a rischio fallimento... Chi non lo sa?!? Ce lo gridano fin da sopra ai tetti grandi editorialisti ed esperti economisti. Gli stessi che nel 2010 dicevano che la crisi era già finita (ancor prima di cominciare) e che l'Italia se la passava benissimo! Tutta gente affidabilissima e certamente disinteressata.

    E perciò, per assioma, "Monti ha salvato l'Italia". C'è da chiedersi chi salverà gli italiani dalla furia neo-monetarista dei tecnocrati.

    P.S:
    I chirurghi prima di operare, si accertano che le ferite non siano infette; sterilizzano i ferri, e di solito anestetizzano il paziente.
    I cerusici lavorano di taglio e non perdono tempo a pulire gli arnesi: solitamente l'operazione riesce, ma il paziente muore.
    Tu per quanto tempo pensi di restare "ancora in vita" con simili terapie?

    RispondiElimina
  7. Anonimo13:54

    @ lameduck

    "...Il nostro debito non è pubblico ma privato..."

    Non mi risulta affatto che sia così.
    Il nostro debito pubblico è quasi tutto pubblico, cioè fatto dai governanti a partire dai governi Craxi ed aumentato a dismisura dai governi successivi, con la sola lodevole eccezione del governo Prodi.
    Ovviamente la colpa di Berlusconi non è quella di aver provocato la crisi, ma di averla volutamente ignorata per motivi ideologici ed elettorali, peggiorandola ulteriormente.
    Le risatine della Merkel e di Sarkozy sono tutto un programma. E rimarranno nella storia.

    Quanto a Sandivogius, direi che Monti non si sogna neanche lontanamente di sanare il debito pregresso, visto che a stento siamo in grado di tenerci in piedi.
    Monti ha dovuto recuperare una situazione al limite della catastrofe finanziaria.
    E per ora mi sembra ci sia riuscito.

    Berlusconi vantava ad inizio legislatura un consenso pari al 70%.
    Dove sono quelli che l'hanno votato ???

    Perché non scendono in piazza e lo rivotano ???

    Bossi era al 12 % e faceva il gradasso, facendosi passare i soldi pubblici sottobanco da Belsito per gli affari suoi.
    Perché adesso è sceso sotto il 5%
    Dove sono finiti i suoi fans creduloni ???

    Non ricordo di aver visto carri armati nelle piazze italiane quando sono andati al potere.

    Adesso è ben chiaro a chi attribuisco la colpa di quello che ci sta infliggendo Monti ???

    Sagra

    RispondiElimina
  8. Caro amico Sagra,

    "Dove sono quelli che l'hanno votato ???"

    Eccomi qui!

    Comunque riconosco di aver sbagliato e alle prossime elezioni voterò il partito pensionati del grande Fatuzzo.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Anonimo15:07

    @ Davide

    Caro amico Davide, non fartene una malattia.

    In tempi andati votai anche io per Bettino Craxi.
    Lo ammetto sempre pubblicamente per potermene vergognare, ma sopratutto per non rifare lo stesso errore e dare poi la colpa ad altri.

    La vergogna è un sentimento importante.
    Serve per sopravvivere...

    Saluti da Sagra

    RispondiElimina
  11. @ sagra
    A te non risulta che il debito sia privato. Se tu guardassi i filmati che ti consiglio forse ti risulterebbe.

    RispondiElimina
  12. Adetrax20:23

    @sagra

    Tu pensi che il debito sia nato per il volere di extraterrestri oppure da precise politiche volte ad incrementarlo il più possibile ?

    I mercati possono fare il bello ed il cattivo tempo non solo perchè l'Italia è fortemente indebitata, ma soprattutto perchè NON ha più la sovranità monetaria e NON ha più una banca centrale che svolga il ruolo di prestatore ultimo.

    L'incremento annuale del debito è causato in gran parte dagli interessi sullo stesso, cui si aggiungono molti altri fattori, fra cui:
    - spese militari;
    - grandi opere;
    - mafie;
    - corruzione;
    - evasione (dei grandi non dei piccoli);
    - ed ora notevoli trasferimenti verso un fondo comune europeo.

    Certo, per arrivare a questo punto si sono verificati nel tempo tutta una serie di fenomeni concomitanti (politica, mafie, corruzione, ecc.) ed è appunto su questo che bisogna riflettere perchè il potere NON usa mai UN solo modo per arrivare a quello che gli interessa, bensì MOLTI modi che agiscono contemporaneamente su livelli diversi fra loro.

    Insomma, avendo il debito superato una certa soglia critica, ed aumentando annualmente essenzialmente a causa degli INTERESSI (legati anche al gioco dello spread) siamo in un classico caso di USURA (anche se i tassi sono relativamente bassi) e state pur certi che chi governa, facendo parte delle stesse forze che hanno voluto tutto questo, NON ha (ovviamente) alcun interesse a ridurre questo "giogo" se non nella misura in cui questo possa diventare utile per altri sotto-scopi.

    Questi meccanismi finanziari, così come molti altri, fra cui nuove forze di polizia, ecc. sono chiamati strumenti di "enforcement", ossia strumenti utili a far rispettare le volontà di pochi FORZANDO quelle dei molti.

    Per esempio, l'ombrello di Altan è una benevola rappresentazione di uno strumento di "enforcement".

    Attenzione però, perchè fumettistica e metafore a parte, qui non si sta affatto scherzando perchè i segnali sono abbastanza chiari.

    Oh, sicuramente ogni tanto molleranno un po' la presa ma la direzione intrapresa è quella e, molto probabilmente, continuerà ad andare tendenzialmente verso il basso.

    Un'ultima cosa: sta diventando sempre meno divertente continuare ad ignorare le cause di tutte queste "politiche" di alto livello, quindi fate conto che un sergente Hartman vi abbia già consigliato da tempo di "produrre anelli con brillanti", perchè altrimenti ... se poi tenete conto che il 95% delle persone NON li sta producendo e NON pensa minimamente a produrli, traete voi le logiche conclusioni.

    RispondiElimina
  13. Anonimo08:23

    @ Lameduck.

    Il link postato non risponde ed io ho provato e riprovato, ma non posso risponderti nel merito.

    Contesto a ragion veduta la versione edulcorata del debito privato, per il semplice motivo che se il debito fosse privato il Governo non avrebbe alcun motivo di mantenere la mostruosa pressione fiscale che ci opprime.

    Non nego che, dopo 4 anni di recessione, siano finite le riserve dei privati e si sia finiti in una diffusa situazione debitoria del privato.

    Ma il vero dramma resta il debito pubblico, che impedisce a chiunque governi, di alleggerire il peso e far ripartire la nave incagliatasi nei bassi fondali della recessione mondiale.

    Non confondiamo la causa con l'effetto !!

    Sagra

    RispondiElimina
  14. @ sagra
    Il debito pubblico attuale nasce dal fatto che il governo deve "salvare le banche" (non l'Italia), perché le banche non riescono più a farsi restituire dai privati i debiti contratti. Siccome le banche "non possono fallire", le tasse dei cittadini servono per salvarle. Tu con il tuo lavoro stai attualmente finanziando MontePaschi, lo sapevi?

    RispondiElimina
  15. Anonimo09:20

    @ Lameduck.

    Dimentichi che "le banche" siamo noi.

    Le banche non hanno soldi propri.
    Le banche prestano i nostri soldi.

    i banchieri medioevali prestavano i loro soldi e rischiavano in proprio.

    Poi i banchieri scopersero che era meglio farseli consegnare da chi voleva risparmiare ed usarli come capitale remunerato.

    Fu un'invenzione della lobby ebraica e fu la causa principale delle loro persecuzioni, abilmente orchestrate da Re e Principi oberati dai debiti, quando non volevano più pagare.

    Le moderne Banche ed anche le Assicurazioni funzionano esattamente con lo stesso principio.

    Pertanto, se cadono le banche, noi perdiamo tutti i nostri soldi.

    Il vero errore è stato non sorvegliare dove potevano portare i "subprime".

    Gli americani hanno risolto a modo loro, facendo fallire le banche e riducendo alla fame tutti quelli che ci tenevano i propri soldi. E sono usciti dalle secche.

    Questo rientra nella loro filosofia della vita, per noi europei inaccettabile.

    Noi europei abbiamo una concezione del sociale molto diversa e rifiutiamo di affamare che è stato sfortunato o imprevidente.

    Prendersela con le banche equivale a perdere i propri soldi. E non credo ci convenga...

    Sagra

    RispondiElimina
  16. Cara amica Lameduck,

    "Il debito pubblico attuale nasce dal fatto che il governo deve "salvare le banche" (non l'Italia),"

    Le banche italiane, nella maggioranza dei casi, sono messe meglio delle banche straniere.

    Come dice giustamente l'amico Sagra se dovessero fallire le nostre banche falliremo anche noi. I grandi speculatori sanno come fare per mettere i soldi al sicuro, mentre i poveri pensionati i pochi soldi che hanno li tengono in Banca o nei Bot.

    Ciao Davide

    RispondiElimina
  17. @ sagra, no ti sbagli. Il governo USA, per salvare le banche, ha usato i soldi dei contribuenti.

    Le banche hanno soldi nostri. Uhm, interessante. Lo sai che, in caso di fallimento le banche ti rimborsano solo fino a 100.000 euro dei tuoi depositi? Se hai 200.000 euro tanti saluti e grazie. E' per questo che, chi può, porta i soldi all'estero se butta male.

    RispondiElimina
  18. @Davide

    Ma come sono ingenui i miei commentatori. Le banche italiane sono messe meglio di quelle straniere. Muhahahaha!

    RispondiElimina
  19. Adetrax11:43

    @Lameduck

    I 100.000 Euro non sono affatto rimborsabili immediatamente (nel giro di 2-4 mesi) in quanto il limite della rimborsabilità veloce "pare" avere un tetto molto più basso, es. circa 20.000 Euro, per il resto ci si può mettere in coda d'attesa.

    A proposito, negli ultimi 2 mesi mi sono giunte voci di strani blocchi effettuati ai conti correnti bancari di chi non aveva ancora firmato le nuove normative sulla privacy previste dal Governo.

    Il meccanismo per il blocco dei conti è quindi già stato rodato a dovere su scala estesa e quindi la frase "scherzosamente" riportata a suo tempo da Brunetta:

    "chiudete quei rubinetti, toglietegli l'ossigeno, fateli morire tutti"

    ... forse non dovrebbe essere intesa come limitata agli enti inutili.

    P.S.

    Forse rivedere la storia ed i meccanismi di come si sono formati i debiti pubblici, in particolar modo quelli di Italia ed U.S.A. non sarebbe una cattiva idea in quanto negli ultimi 15-20 anni il trasferimento di debiti privati (di multinazionali, banche, ecc.) verso quelli pubblici è aumentato esponenzialmente ed è realmente accaduto.

    RispondiElimina
  20. Anonimo15:11

    @ Lameduck

    "...Ma come sono ingenui i miei commentatori. Le banche italiane sono messe meglio di quelle straniere..."

    Ma come sei ingenua tu, quando lamenti gli aiuti che il governo Monti e la BCE fanno alle banche, per fare in modo che i tuoi soldi non vadano in malora.

    Dentro le banche italiane ci sono i soldi nostri.
    Se le banche vanno in malora, oltre al debito pubblico ci ritroveremmo senza il becco d'un quattrino.

    Le banche hanno sbagliato. Ma hanno sbagliato con i nostri soldi.

    Piaccia oppure no, senza banche restiamo in mutande...

    Sagra

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...