mercoledì 1 ottobre 2014

Sòla profonda


"Sulla base di ciò, è assai facile smascherare la vera natura delle istanze contemporanee di recupero delle sovranità nazionali, istanze in alcuni casi apparentemente motivate da rivendicazioni di diritti sociali. È del tutto evidente che nell’Occidente capitalista le vere rivendicazioni di diritti sociali (che non si riducano a istanze di riproduzione sociale delle classi piccoloborghesi) sono incompatibili con qualsiasi nazionalismo o localismo. Ed è del tutto evidente che qualsiasi istanza di ‘autonomia’ nazionale o locale non può che essere – nelle sue possibili implicazioni concrete – nient’altro che un’istanza nazionalista o localista.
La radice comune di tali atteggiamenti (come del resto quella del nazismo e del fondamentalismo religioso) risiede in un irrazionalistico rifiuto della dura, esplicita, ‘pornografica’ realtà dei fatti. Una realtà dei fatti empirico-logica che non ammette alcuna relativizzazione fondata sui trucchi antiempiristici e antipositivistici propri dell’ermeneutica, dello strutturalismo, della dialettica, dello storicismo o della stessa ‘nuova filosofia della scienza’ (quella che propina sciocchezze quali la teoreticità dell’osservazione e l’incommensurabilità fra teorie).
Tali irrazionalismi si fondano su forme di ’speranza’ e di ‘felicità’ che sono frutto – e portatrici – di illusioni. La vera speranza e la vera felicità non possono che fondarsi sulla realtà dei fatti e sulle aspettative razionali."
[...]
Le istanze di recupero delle sovranità nazionali sono in palese contraddizione logica ed empirica con le necessità politiche implicate dai problemi più urgenti del mondo contemporaneo, i quali richiedono sempre più una pianificazione a livello globale e sempre maggiori cessioni di sovranità nazionale/locale (sovranità che in molti casi può essere legata a interessi particolari che, se perseguiti in maniera miope, possono essere in contraddizione con l’interesse globale): si pensi, ad esempio, al problema del surriscaldamento globale o a quello della crescita della popolazione mondiale. Di fronte a tali problemi oggettivi che non lasciano alcuno spazio a dialettiche e interpretazioni (e che trascendono la stessa lotta di classe), la nuova politica globale avrà, per necessità di cose, un carattere sempre più scientifico-tecnico, poiché le finalità più importanti saranno sempre più univoche, in quanto dettate dalla dura realtà dei fatti." 

E 'sti grandissimi megacazzi con i superscappellamenti a sinistra! 
A proposito di Burroughs, forse ho trovato la donna che insegnò al suo culo a parlare. Leggete qui su MicroSega, la prestigiosa pornorivista intellettualedesinistra, l'intero articolo "Contro le sovranità (e le culture nazionali)" della pornofilosofa Valentina Nappi.
Il porno su MicroMegaloman è la morte sua, perché in effetti non riesco ad immaginare nulla di più osceno  di un titolo come quello e soprattutto del pensiero che l'ha partorito analmente, di cui vi ho fornito un immondo assaggio, espressione del discorso osceno, pornografia, appunto, dominante. 
La domanda è d'obbligo: è il cervello di Valentina che sta parlando o il suo proverbiale, mi dicono, culo? (Mi dicono, perché io sono antica, sono rimasta al vintage di Moana e Vanessa del Rio.) 

Dico la verità, di tutta la disquisizione iniziale sulla differenza tra meretrice e prostituta, ovvero tra puttana e puttana, sulla dicotomia tra quelle che la danno ai ricchi e quelle che la danno ai poveri e che quindi danno fastidio (ossignur! Ma a chi? E lei i film li fa gratis?) non ci ho capito un cazzo, per restare in tema. Ma io sono abituata ai "filosofi", quelli tra virgolette. (Si, mi ha messo Heidegger tra virgolette, la πόρνηSolo per quello...)
Consiglio, come adozione del cuore, l'ultimo paragrafo, con la dichiarazione di guerra alla coppia feconda come origine della malattia nazionalista (evidentemente il fine dell'umanità auspicato da Culoparlante è l'estinzione). Lo amo perché dimostra, ve ne fosse ancor bisogno, quanto sia subdola lo pseudocultura del progressismo cosmetico. Quello del godimento illimitato - per dirla con Fusaro - del semo tutti froci e puttane che è perfettamente funzionale all'illimitatezza della fame chimica di potere e ricchezza dell'ipercapitalismo attuale.

Vi chiedo infine: non vi dà un leggero senso di straniamento la pornostar che cita l'estetica della durezza del vivere del Padoa Schioppa come se il nostro fosse un qualunque Divin Marchese del cazzo? 
L'hardliberismo di questa Nappy dovrebbe ridurvelo a lombrichetto morto, a meno che non siate inguaribilmente masochisti, ma se vi piace la merda adorerete questa filosofa. Senza virgolette, s'intende.

41 commenti:

  1. Anonimo21:58

    Sarei curiosa di sapere se chi le ha scritto questo discorso lo ha fatto mentre la guardava prendere cazzi a destra, sinistra, sopra e sotto o era rinchiuso nello sgabuzzino delle scope.

    Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei una bambina molto cattiva, Teresa. La signorina studia filosofia, sai? ;-)

      Elimina
    2. Anonimo23:17

      Uh, really? A Filosofia insegnano anche Diritto Costituzionale ed il principio di autodeterminazione dei popoli?

      Teresa

      Elimina
  2. Da Gramsci alla Nappi.
    Da Franz Neumann a Matteo Renzi.

    Onestamente credevo che la "destra" italiana avesse toccato il fondo, passando da Alfredo Rocco a Maurizio Gasparri. Non avevo tenuto conto delle potenzialità della "sinistra" italiana: quando qualcuno tocca il fondo, loro iniziano a scavare.

    Chinacat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggendo il pezzo di mademoiselle pensavo a Diego Fusaro.

      Elimina
    2. Come non darti ragione?
      Non c'è nulla di più squallido di questa sinistra, ormai talmente gonfia della propria presunzione intellettuale da permettere ad una Valentina Nappi di pubblicare sul sito di Micromega.

      L'articolo è incommentabile: volgare "reductio ad Hitlerum" in puro stile eurista condita da citazioni "dotte" prese a caso dalla cesta.
      Non certo degno di un gerarca centrale del regime, al massimo di uno sguaiato Podestà di paese (quale la Nappi è)......

      Elimina
  3. Interessante analisi del fenomeno dei diritti cosmetici

    RispondiElimina
  4. Anonimo09:45

    Queste/i parlano di “volatili e farfalle” e poi qui siamo all’epilogo.
    http://www.leccoonline.com/articolo.php?idd=2877&origine=1&t=Calolzio%3A+le+Trafilerie+del+Lario+spengono+gli+impianti%2C+l%26rsquo%3Battivit%26agrave%3B+sar%26agrave%3B+messa+in+vendita

    Giorgio

    RispondiElimina
  5. Giuseppe10:08

    Quando a una pornostar viene concesso non solo di scrivere di storia, filosofia e geopolitica, ma anche di ironizzare su Heidegger, Levy-Strauss o Feyerabend, a me viene il dubbio - non so a voi - che la nostra civiltà sia arrivata alla fine...

    (scusate il tono "apocalittico", come avrebbe detto Eco, e capisco che questo articolo possa dare il via a centinaia di battute e doppi sensi; ma a me dà soltanto una tristezza infinita)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dò perfettamente ragione.
      E le conclusioni di questo scritto della Nappi mi fanno riflettere anche su qualcosa di più (sinistramente) profondo. La sinistra italiana di oggi non ha raccolto, temo, un'autentica eredità politica incentrata sui diritti sociali. Ma solo metodologica, incentrata cioè sul "metodo sovietico". Rimangono innamorati, in sostanza, del metodo che stroncava e sopprimeva, per l'appunto, le piccole borghesie dannose che si ostinavano a riprodursi (vedi le collettivizzazioni forzate staliniane), e le scomode istanze autodeterminazione (vantate allora da Lituani, Estoni, Lettoni, Bielorussi, ucraini, Georgiani, Azeri, Armeni, Tagiki, Kazaki, etc....), in nome di un preteso superiore interesse collettivo e della conseguente e necessaria pianificazione superiore a livello globale.

      Ancorché siano i nuovi alfieri dell'avidità ordoliberista a scoprire che per la realizzazione dei loro fini il metodo sovietico va bene, i sinistroidi li applaudiranno COMUNQUE, e li seguiranno pornograficamente estasiati. Come la nostra pornostar.
      Dategli l'URSS, in qualunque salsa. E loro saranno con voi.......

      Spettacolo assai triste, in verità......

      Elimina
    2. Vi racconto un nanetto.
      Giorni fa scambio un paio di tweet con un amico filosofo, onesto intellettuale de sinistra, il quale ad un certo punto, lamentandosi del razzismo contro gli stranieri se n'è uscito con la seguente frase:

      "E aggiungo che rifiuto la nozione di straniero. Nessuno è proprietario della terra che abita."

      Sapete che sono sinestesica e questa frase mi ha evocato nel gulliver il simpatico stridìo dei freni di un autoarticolato unito alla fresa del dentista, quella grande per allargare la canalizzazione del molare.

      Passato lo sgomento ho pensato: se siamo tutti abitanti del medesimo grande territorio, com'è che nel Lichtenstein io non mi sento affatto a casa mia e mi viene una gran tristezza? Avendo studiato etologia per un misero esame, ho comunque imparato che anche gli animali più semplici difendono il loro territorio. Le diversità culturali e nazionali, poi, non sono una meravigliosa fonte di ricchezza?
      Che razza di abominio è questo pensiero internazionalista del semo tutti stronzi uguale? A me, personalmente, fa ribrezzo, non so a voi.

      Elimina
    3. "E aggiungo che rifiuto la nozione di straniero. Nessuno è proprietario della terra che abita."

      Quando vedrò uno di questi "intellettuali de sinistra" aprire le porte di casa SUA ed ospitare una famiglia curda, cambierò idea.
      Fino a quel momento, agli intellettuali de sinistra riservo una sola, granitica parola che trasvola tetragonamente lo spettro dell'anima:

      MA VAFFANCULO!

      Chinacat

      Elimina
  6. Anonimo12:09

    Quando i porno-culi parlano, significa che siamo agli ultimi giorni di Pompei. E se Micromega ha bisogno di un culo parlante che evacua stupidaggini, per perorare la causa, i sinistri sono messi veramente male. Non che i forza-italioti siano messi meglio! Oggi votano l'avvocato di Napolitano come giudice per la Corte Costituzionale.

    Nel frattempo in Francia, un inetto presidentucolo della Repubblica, fa finta di andare contro la Germania facendo annunciare che il suo governo è contro l'austerità, ma contemporaneamente, taglia 50 miliardi di spesa pubblica. I francesi naturalmente non ci cascheranno.

    Questa gigantesca montagna di merda - UE ed Eurozona - sta incominciando ufficalmente a franare.

    SHIT HAPPENS


    Zugzwuang


    Post Scriptum: un'altra metafora per i piddi-forza italioti. Non è geniale come quella del film il Pasto Nudo, ma è sempre tratta da un film di David Cronenberg, CRASH - 1996 - il sublime piacere, direi quasi masochistico, di schiantarsi.

    https://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_4314&feature=iv&src_vid=sNi80K5sTco&v=vZTYkmAcsvk

    https://www.youtube.com/watch?v=Y6QwjQ1SFrk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello "Crash" e, visto che siamo dalle parti di Cronenberg, che mi dici di "Cosmopolis"? Anche se a me l'euro fa pensare alla "creatura" di "Eraserhead" di Lynch.

      Elimina
    2. Anonimo18:36

      Cosmopolis me lo sono perso. Ma rimedierò con lo streaming!


      Zugzwuang

      Elimina
    3. L'ho pure recensito qui sul blog. Detto tra noi: so' du palle così.

      Elimina
  7. Anonimo12:40

    Un altro CULO PARLANTE! Corradino Mineo su Twitter: "sono per l'Euro e per l'Europa politica che la moneta comune postula.Welfare, democrazia e libertà!"

    Welfare???
    Democrazia??
    Libertà??

    Parole sciolte ( diarroiche ) che solo un culo parlante può dire.

    Zugzwuang

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un momento altissimo, ieri sera, quando il poro Corradino (di Svevia) è stato divorato in diretta da Hannibagnai Lecter! Io c'ero!

      Elimina
    2. Anonimo16:53

      Barbara c'è una qualche traccia video del momento altissimo di ieri sera?


      Zugzwuang

      Elimina
    3. E' stato un duello su Twitter, niente video.

      Elimina
  8. astabada13:30

    A me la distinzione tra "meretrice" e "prostituta" (nel senso che la Nappi da` a queste parole) e` apparsa chiara.

    "Meretrice" e` chi si vende per trarne un vantaggio, mentre "prostituta" e` chi si da` gratis. Un accostamento poco riuscito, certo, ma ciascuno e` libero di usare le categorie che trova piu` attinenti (o familiari).

    Il problema e` che, dopo aver letto l'eccellente articolo, al lettore resta il dubbio che la Nappi stessa sia appunto una volgare meretrice, piu` che una nobilissima puttana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Putain au bon coeur, dicono i francesi, ma questa è solo una kaponcella di regime.

      Elimina
    2. astabada16:05

      Sei solo invidiosa perche' da borghesuccia viziata non comprendi la pornografica durezza della vita.

      Invece la Nappi i suoi agi se li e` guadagnati, e` una donna che si e` fatta il culo (e non e` un doppio senso)

      Scherzi a parte, hai digitato per errore kaponcella al posto di zoccola.

      Elimina
  9. Me lo sono andato a leggere l'articolo della novella filosofa su MicroMega.
    E' stata dura, lo confesso, arrivare fino in fondo ma proprio leggendo gli ultimi paragrafi direi che manca solo l'imprimatur di papa Pampurio I e credo che, se ho visto giusto, verrà e pure a breve.

    RispondiElimina
  10. è un chiaro segno di continuità,in questi 30anni si è capito (si spera) che alla fuga di cervelli è un fiorire di fighe col "cervello" e se anche la pornografia in taluni casi si esprime come forma d'arte qui abbiamo il più classico esempio di sconcezza del termine

    RispondiElimina
  11. Anonimo18:17

    ATTENZIONE! ATTENZIONE! POPOLAZIONE ATTENZIONE! COMUNICATO UFFICIALE DALL'INTERZONA DEL GRANDE SACERDOTE.

    L'EURO E' IRREVERSIBILE! RIPETO L'EURO E' IRREVERSIBILE! LO RIPETO PER I NON VEDENTI L'EURO E' IRREVERSIBILE!

    I potenti mezzi dell'Interzona sono in grado di scovare e annientare coloro che non credono. Questi miscredenti saranno polverizzati senza pietà. NOI sappiamo ciò che pensate, prima che lo pensiate! NOI controlliamo le vostre menti! Il futuro, grazie all'euro, sarà radioso! Il benessere dominerà incontrastato! Il welfare sarà una certezza! La democrazia eurista sarà un FARO che illuminerà il mondo!



    Il Grande Sacerdote

    MARIO


    Zugzwuang

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di grande sacerdote conoscevo questo http://www.lankelot.eu/letteratura/leary-timothy-il-grande-sacerdote.html

      Elimina
    2. Anonimo10:36

      Nella INTERZONA si stanno chiedendo come sia possibile che nella SACRA TERRA DI PIDDINIA, che una volta si chiamava Emilia Romagna, possano vivere e operare due elementi come Chinacat e Barbara t. Lameduck, ancora dotati di spirito critico e libertà di pensiero. Nella consueta riunione notturna dell'INTERZONA, si è deciso che i due elementi sopra indicati, saranno ricondotti sulla giusta via dai guardiani del pensiero unico. Valentina Nappi si occuperà di Chinacat, e potrà usare anche forme di convincimento non convenzionali ( il culo ) per riportare il marrano nell'alveo del Pensiero Giusto e conforme alle direttive dell'INTERZONA. L'On. Boccia, dotato di cervello finissimo e qualitativamente eccelso, si occuperà di Barbara t. Lameduck.

      FINE COMUNICATO


      Zugzwuang

      Elimina
    3. "Valentina Nappi si occuperà di Chinacat"

      A condizione che taccia però dato che se putacaso inizia a sproloquiare come fa su MicroSega, estraggo la Luger. Occhio e croce, la Nappi mi da l'idea della classica tizia che fa la domanda che odio di più al mondo "Scusa, ma di cosa PARLA quel libro"?
      Non siamo a Hogworts, cazzo, i libri non parlano!

      Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di incrociare Boccia con la Nappi ma credo che in questo caso, anche Dio avrebbe qualcosa da dire.

      Chinacat

      Elimina
    4. Anonimo12:20

      "i libri non parlano!"


      MA I CULI SI! :-)


      Zugzwuang

      Elimina
    5. Anonimo12:32

      Chinacat vai al minuto 35:20 e guarda per un paio di minuti :-))


      Zugzwuang

      Elimina
    6. Anonimo12:34

      Ooooopps... ho sbagliato ecco il link chinacat


      https://www.youtube.com/watch?v=01DTQwvkYVE


      Zugzwuang

      Elimina
    7. Meglio fare quattro chiacchiere con uno scarafaggio da 10 kg che ascoltare uno dei culi parlanti dell'Asse del Male (aka PD/PDL).

      Eh già, perchè è bene non dimenticare una cosa: per quanto io possa detestare i piddini, non dimentico certo che la merda approvata da Monti in poi è stata approvata con i voti del Berluskaz. Il quale, molto più furbo degli altri (è un criminale ma non è idiota) fa fare il lavoro sporco al PD.
      E quest'ultimi sono pure felici!!!
      "Si si, tranquillo Berluskaz, ci pensiamo noi a massacrare gli italiani come vuole la BCE (da non perdere A.E. Pritchard sul colpo di stato in Italia) tanto che ci frega?? In parlamento lo stabiliamo noi chi ci va, il Senato è ormai roba nostra... ma continuiamo a chiamarla DEMOCRAZIA, così quei fessi ci credono."

      E ci credono sul serio.

      Chinacat

      Elimina
  12. Anonimo12:08

    Dal sito di Repubblica: " Nel Pd crollano gli iscritti: -400mila" - "E' sintomo della mutazione del partito, sul modello Usa"

    ISCRIVETEVI AL PD! ISCRIVETEVI AL PD!

    Il vostro cervello ne beneficierà! Se ambite a diventare intelligenti come: On. Boccia - On. Sotto-Coso Scalfarotto - On. Moretti - On. Picierno - iscrivetevi al PD!

    PD! UNA GARANZIA DI INTELLIGENZA!


    Zugzwuang

    RispondiElimina
  13. Πόρνη.
    Non posso non ricordare "Επάγγελμα πόρνη", di Lilì Zogràfou, dove si racconta di una giornalista sedicente prostituta.

    RispondiElimina
  14. Anonimo14:07

    Guardo il Tg5 e vedo un culo parlante che fa un comizio politico dalla Basilica Superiore di Assisi.

    SkyTg24 ormai cambierà nome e si chiamerà SkyTgMatteoRenzi.

    Ormai la nausea è insopportabile!


    Zugzwuang

    RispondiElimina
  15. Anonimo20:13

    E pensare che la Filosofia lo pure studiata,interrogandomi spesso sul suo intrinseco valore.Eccolo il suo valore universale.Poveri Aristotele,Socrate,Platone,accostati ad una squallida rappresentazione di basso rango piddino,volgare mercimonio del pensiero critico che solo dei puerili propangandisti di regime possono mettere in scena.Niente di nuovo,beninteso,ma la misura è colma.Solo per noi però,che siamo ancora in grado di indignarci.Lo stesso non si può certo dire della maggioranza di questo paese che, al contrario, apprezza e applaude adorante cotanta esibizione di "cultura".Luciano

    RispondiElimina
  16. A me dà fastidio la Nappi quanto quelle che sono contro la sua scelta personale di essere ciò che vuole e farsi sbattere come meglio crede. Non è affatto affare nostro preoccuparci delle scelte altrui e dei gusti altrui. Possiamo invece analizzare come sta andando la società... questo sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi Jan ma temo non abbia capito il senso del post, se mai l'ha letto. Io non contesto mica l'attività pompinogena della suddetta. Anzi, lamento che non si dedichi, invece che a disquisizioni nazistoidi di stampo ordoliberista, unicamente a fare i gnocchi avec le cul.

      Elimina
  17. Un altro chiaro segno dell'Apocalisse

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...