venerdì 14 marzo 2008

Vota Principesso Azzurro

Prima tanta solfa per tornare in Italia, ora si candida ma solo all'estero per una formazione dal titolo vagamente borsistico: "Valori e futuro" (o future?), in onore credo ai tanti traffici di papi.
Il principesso azzurro di Savoia, Emanuele Filiberto, del quale per altro si ignora il programma elettorale, ci rassicura su un punto. Rinuncia al pocket-fucking, insomma non metterà le mani nelle nostre tasche per richiedere risarcimenti miliardari per la sua triste infanzia di esiliato. Ha capito che quella è stata un'uscita infelice. Il principe infelice.

Riepiloghiamo: si candida all'estero ma se sarà eletto siederà in Parlamento, senza pretese di corona. I monarchici si rassegnino.
"Quando avro' un valore aggiunto cambiero' residenza e mi candidero' in Italia". Una promessa o una minaccia? Valore aggiunto a che cosa poi, non si sa.

Se sarà eletto da che parte si schiererà? "Nel 2006 ho votato centro destra ed e' lo schieramento che appoggero' se saro' eletto". Il principe Azzurro, appunto, ed anche un po' principe civetta. Del resto non è mai stato un'aquila.

Ah, precarie, giù le zampe: è già sposato e babbo.


OKNotizie
Vota questo post su OKNotizie!

13 commenti:

  1. Lo dicevo io, quando li fecero rientrare: "Mò si candidano in Parlamento". E tutti "Ma naaaaa"...

    RispondiElimina
  2. Diciamo che se ci arrivano pluri-pregiudicati e pornostar non vedo come possa essere negativa la presenza di Sua Bassezza Irreale in Parlamento.
    :(((((((((((((((((

    RispondiElimina
  3. Engine00:28

    Con i soldi che ha suppongo una amante - anche piu' di una - possa mantenerla!

    RispondiElimina
  4. principesso azzurro nun se po' sentì. quasi quasi mi trasferisco all'estero per astenermi per protesta.

    sempre incredibile leggerti.

    dacia

    RispondiElimina
  5. Per sentirsi un re ha fatto pubblicità ai sottaceti.
    Per sentirsi repubblicano vuole un seggio estero al Parlamento.
    Ma quelle buone streghe di una volta che trasformavano i principi in rospi dove sono finite?

    RispondiElimina
  6. Il padre, perchè non si candida con Silvio? Mi pare che i numeri li abbia tutti...

    RispondiElimina
  7. @ debora
    Vittorio E non osa, finora.

    @ beppone
    E poi sui una trentina di migliaia di euro al mese non ci si sputa mica sopra...

    @ engine
    no, solo matrimonio regolare, in chiesa e con la comunione.

    @ dacia
    sai principesso è un bel connunbio tra il principe e un aggettivo che gli si confà.
    grazie, ciao!

    @ roberto
    si, magari lo trasformano in rana e finisce a fare la pubblicità dei tortellini. (Orrenda questa...)

    @ peppe
    zitto, per carità, non dargli l'idea! ;-)

    RispondiElimina
  8. Ha capito subito l'andazzo italiano: entrare in politica per sistemarsi...

    RispondiElimina
  9. Del resto non è mai stato un'aquila: grande!

    RispondiElimina
  10. @ lupo sordo
    dopo aver insultato la Repubblica uno degli ultimi posti da statale non glielo toglie nessuno.

    @ franca
    diamo ad Aldo, Giovanni e Giacomo, quello che è di Aldo, Giovanni e Giacomo... ;-)

    RispondiElimina
  11. Francesca14:52

    Meglio 1 milione di volte Cicciolina e Moana che il principe(c)esso!!!!
    Vi prego!!!Almeno loro erano simpatiche e con i boa colorati ravvivavano il grigiume del parlamento italiano!!!

    RispondiElimina
  12. @ francesca
    beh, quello che faceva fare Cicciolina al boa (quello vero) PitoPito era inquietante... ;-)
    (O era un pitone?)

    RispondiElimina
  13. Francesca13:01

    x Lame
    credo pitone...ma era sempre su stessa, no??
    :-)

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...