giovedì 25 ottobre 2007

Chiarificazione o supercazzola?

Voi vi siete tranquillizzati? Io una sega, perchè le cose non sono ancora per niente chiare.
Nel lancio ANSA pubblicato sul blog di WebLogin, leggo che il sottosegretario Levi ha proposto un comma aggiuntivo al famigerato DDL di riforma dell'editoria.
Il comma dice che sono esclusi dall'obbligo [di registrazione] i soggetti che accedono o operano su internet per prodotti o siti ad uso personale.
Sul fatto del sito personale, vuoi vedere che si introduce il concetto di modica quantità anche per il blogging? Va bene che qualcuno sostiene che bloggare può dare dipendenza ma...

"Sono esclusi
- spiega Levi - i blog che non rientrano in questo comma teso a ridefinire le responsabilita' di chi opera sul web".

Attenti perchè io l'ho dovuto leggere cinque o sei volte e ancora lo sento ambiguo. Se il testo non è chiaro qualcuno potrebbe sempre interpretarlo a suo modo e cioè in almeno questi due modi:
"Sono esclusi
i blog, che non rientrano in questo comma teso a ridefinire le responsabilita' di chi opera sul web".
"Sono esclusi i blog che non rientrano in questo comma teso a ridefinire le responsabilita' di chi opera sul web". (Quindi c'è blog e blog e una virgola fa la differenza).

Concludendo, pacatamente, serenamente, non era meglio riscrivere il fottuto articolo con questa semplicissima aggiunta: "sono esclusi dalla presente legislazione i blog", punto? In linguistica si chiamerebbe disambiguazione. Altrimenti, sembra di sentir parlare il Conte Mascetti.

Ecco, siccome noi bloggers scribai con cofandina siamo in tanti, più che per tre quasi in duemila e, mi permetta, dato che la supercazzola prematurata da Grillo posterdati perfino Adinolfi temiamo che come per la sbiriguda che rischia di far chiudere il tarapia tapioco, noi non vorremmo che, se il governo fa il decreto sull'editoria, stuzzicando e prematurando, come fosse Antani, i nostri blog scappellassero a destra.

20 commenti:

  1. a ben vedere l'intento non è poi così misterioso: se " la penna che graffia " ridicolizza mastella (volutamente minuscolo) che vuoi che sia... se proprio gli va male lo leggeranno in mille. Ma se un blog importante fa lo stesso, allora il problema diventa più serio e una bella spada di Damocle è quelche serve.
    Una buona serata

    RispondiElimina
  2. Ehm... quella frase l'ha pronunciata Levi in risposta ai giornalisti, adesso verrà il bello: dobbiamo vedere cosa c'è effettivamente scritto nel comma.
    Io mi chiedo a che diavolo serva questa riforma, visto che più o meno non modifica nulla di quella precedente.

    RispondiElimina
  3. I politici dovrebbero cercare di capire di cosa stanno parlando. Non c'è niente da regolamentare, dovrebbero lasciar stare. Le leggi adatte e sufficienti a gestire diffamazione ed altri reati ci sono già.

    Non ci sono ragioni per cercare altri vincoli e casini. L'unico effetto che potranno ottenere sarà di castrare qualsiasi industria legata ad internet in Italia e favorire l'utilizzo di servizi esteri.

    Ripeto il problema è che non hanno la benchè minima idea di cosa si stia parlando.

    Ma d'altra parte non capivano Fidonet, figuriamoci se capiscono Internet.

    RispondiElimina
  4. Cambierà ancora, dammi retta.
    Siamo italiani, e dobbiamo complicarci la vita scrivendo tanto e male.
    Anche i magistrati, ad esempio, infilano centinaia di pagine per ogni sentenza rendendola poi più vulnerabile a critiche ed attacchi, per non parlare di veri e propri errori.

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto venire il dubbio! ;-)
    Io mi ero un po' tranquillizzato con le parole del Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni e proprio con questa frase del sottosegretario Ricardo Levi:

    "Sono esclusi i blog che non rientrano in questo comma teso a ridefinire le responsabilita' di chi opera sul web."

    Invece questo che segue è il comma riportato da Beppe Grillo sul suo blog e che lui ha appreso da Zeusnews.it

    "Sono esclusi dall'obbligo di iscrizione al Roc i soggetti che accedono ad internet o operano su internet in forme o con prodotti, come i siti personali o ad uso collettivo che non costituiscono un'organizzazione imprenditoriale del lavoro".

    Da "prodotto editoriale" ora siamo arrivati che bisogna capire cosa si intende per "organizzazione imprenditoriale del lavoro". Secondo Beppe Grillo il pericolo per i blogger c'è ancora poichè non è chiaro cosa si intende per "organizzazione imprenditoriale del lavoro". Infatti si chiede se chi propone pubblicità dal suo sito/blog, come ad esempio Google AdSense, ricade in questo caso. Oppure se chi vende un prodotto on line è un imprenditore del lavoro. Sono moltissimi i blog (compreso il mio) che hanno AdSense e in tal caso sarebbe davvero inutile l'introduzione di questo comma. Infine Beppe Grillo cita l'articolo del Times:

    "Secondo il Times, il governo italiano “non sembra capace di adattarsi al mondo moderno” e la spiegazione è semplice: “Anche il vostro Paese funzionerebbe in questo modo se i vostri nonni fossero in carica”, sostiene l’articolo."

    Vabbè, aspettiamo la risposta di Levi...

    PS: Grazie per la citazione :-)

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Un primo passo è stato fatto...ora bisogna eliminare questo "itagliano" così altolocato ma così incomprensibile che viene utilizzato nella stesura dei decreti e delle leggi.

    ...mettiamo tutto il codice civile e penale e tributario sul web con un wiki !!!

    RispondiElimina
  7. il fatto è che prima si dovrebbe capire cosa sia un blog.

    Questo è un blog? Il mio sito è un blog? Quello di Beppe Grillo è un blog?

    Se usassi bloggher come motore per un quotidiano on line sarebbe sempre un blog?

    Il problema credo è che la nostra legislazione è legata a concetti vecchi e si cerca per forza di attaccare etichette anacronistiche.

    Pesonalmente però ritengo che chi pretende di fare informazione (a prescindere dal medium scelto) sottostia alle regole del 'fare informazione'. Non è un problema di forma (blog, non blog) ma di sostanza.

    ... credo

    RispondiElimina
  8. Il post è interessante (come il tuo blog, del resto).

    Però l'applauso te lo faccio per l'ultimo paragrafo.

    :-)

    RispondiElimina
  9. Se è ambiguo, comunque, in caso di stangata intenzionale, la cosa va a nostro favore.
    A me i blog dipendenza l'hanno data, in effetti.

    RispondiElimina
  10. Io continuo a pensare che più che un attacco ai blog e alla libertà d’informazione (!), mi sembra l’ennesimo esempio di legge italiana mal scritta sulla quale si devono rimettere le mani.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  12. I due commenti rilasciati a nome di Spartacus Quirinus son falsi ed apposti da troll di una ben nota provenienza..., Spartacus mi ha chiesto di commentare con il mio account Blogger al fine di smascherare questi cretini che usano il suo nick per casseggiare.
    Si chiede a Lameduck di togliere quei commenti apocrifi.

    RispondiElimina
  13. @ spartacus (quello vero)
    stai tranquillo, i falsi li riconosco. ;-)

    RispondiElimina
  14. Spartacus Quirinus19:42

    @Lameduck: Io ho diritto di commentare con il Nick spartacus quirinus perche':
    1)questo sedicente signore NON ha l'esclusiva su tale nick name e non e' registrato ne brevettato.
    2)tu stessa scrivi "Per comodità mia e per rispondervi, usate un nome d'arte qualsiasi, che ne so, Peter Parker, Candy Candy. Altrimenti slego il captcha."
    Siffredi si e Spartucus Quirinus NO?
    Ritengo il precedente pericolo e limitativo delle liberta' di espressione.

    RispondiElimina
  15. Certamente questa "signora" (lo "stile" di scrittura è inconfondibile) potrebbe usar meglio quel poco di celluline sbiadite che ha nel cranio... questa è nuova, brevettare un Nick! C'è un solo Spartacus Quirinus, chi per scrivere cavolate si vuol celare dietro lo stesso nome è semplicemente stolto.

    RispondiElimina
  16. @Klone:Perche' questo attacco al genere femmile sarai Misogeno?
    Poi "C'è un solo Spartacus Quirinus" a imitatore guarda che nun hai er brevetto su'n nick. Sei proprio intolerante.

    RispondiElimina
  17. Come si vede la mamma dei cretini è sempre incinta...

    RispondiElimina
  18. Scusami Lame, ho inserito un avatar nel mio profilo e voglio vedere se viene pubblicato :-)

    RispondiElimina
  19. Senti clone, sei cosi' falso che neanche l'AVATAR ti danno. Sei come i nemici del Partito Democratico, meno male che abiamo Er Valter che ci salva da te e da i nemici dell'Italia intiera!

    RispondiElimina
  20. E comunque invito i lettori a venirmi a visitare
    http://spartacusquirinusblog.blogspot.com/
    Spartacus Quirinus ®© Il vero
    Diffidate dalle imitazioni!

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...