sabato 22 settembre 2007

La difesa della mazza

In un universo tangente alla Donnie Darko nel quale vivono alcuni nostri connazionali, per lo più di centrodestra, l'informazione RAI sarebbe interamente occupata dalla Sinistra. Mica la Sinistra al pentothal di Veltroni ma quella di una volta, dura e pura, quella dei comunistacci.
In questa settimana si sono aggiunti alcuni interessanti tasselli alla infinita questione dell'informazione e della sua indipendenza ai quali dedico la riflessione del fine settimana.

In calce al V-Day ed all'editoriale in video del direttore Mazza (TG2) che insinuava come il grillo vaffanculante fosse un pericoloso terrorista o quasi, Fini è intervenuto manganellando il "suo" direttore e facendo come al solito la parte del primo della classe con il fioccone blu, quello che è meglio non esporsi e mangiare la merendina in punta di forchetta.
Povero direttore, lui che credeva di fare un favore al centrodestra, come al solito, dalla sua postazione di Fort Alamo assediata dai cosacchi.

Da cosa si capisce che il TG2 è di destra? Da come terrorizza il telespettatore con le orde di rumeni ladri e stupratori? No, in quello riesce meglio il mite descamisado Riotta, che ti terrorizza senza fartene accorgere, poi ti svegli nel mezzo della notte con gli occhi pallati e ti domandi perchè.
Il fiore all'occhiello di Mazza (AN) è forse il suo inviato da Londra Masotti (FI), quello che ci deliziò una volta con un servizio sul mantello per l'invisibilità, spacciato per veramente esistente e che montò lo scandalo passato alla storia come "al telespettatore non var sapere quanto è buono Cannavaro con le pere?"
No, quello dilaga anche sul TG1 e se non sono le pene dei reali - un poco demodè ultimamente, sono i cani della Regina e "i sudditi di Sua Maestà" come chiama regolamente i britannici. La parola suddito gli piace. L'Inghilterra dei volonterosi della guerra al terrorismo, secondo i reportages di Masotti, è un paese idilliaco, un Liechtenstein solo un po' più piovoso.

Il TG2 di Mazza insomma non è tanto diverso dal TG1 der Riotta ma chissà perchè il secondo che ho detto passa per assolutamente imparziale, una sorta di arbitro svizzero in un torneo di boccette.
Io sarò ipovedente ma mi pare che nonostante la glasnost (trasparenza) del nuovo look lookoso con le palle di vetro e la musichina da anticamera del dentista questo TG continui ad essere come ha detto Sabina Guzzanti l'altra sera da Santoro: "indecente".
A proposito, ho passato questo pomeriggio, se ci credete, a cercare in rete cosa cazzo avesse detto la Guzzanti per far scatenare l'USIGRAI, ovvero la corporazione dei giornalisti MinCulPop che, con un comunicato, aveva difeso il TG1 parlando di "insulti alla categoria". Ieri sera il comunicato è stato letto da Romiti (quota FI) che smaniava sulla sedia come quando parla di Prodi e ha definito alla fine la Guzzanti con il termine geniale di soubrette. Una volta si sarebbe detto "ballerina". Un tocco di galanteria Belle Epoque per squalificare chi ha comunque il diritto di esprimere un'opinione.
Ovviamente non è stato detto cosa avesse detto la Guzzanti, che sarebbe stato fare informazione ma è stata solo data la parola alla replica. Sui siti dei giornali che ho consultato, idem. Nessuna traccia delle parole della Guzzanti. Roba da Ceausescu.
Ho dovuto sciropparmi l'intera puntata di Annozero sul sito della trasmissione e finalmente verso la fine Sabina ha detto che l'informazione RAI e soprattutto il TG1 sono indecenti ed ha spiegato il perchè. Perchè fanno il pastone invece di spiegare la politica, fanno da servi ai partiti, preferiscono le veline alle notizie e insomma quello che già sappiamo e di cui abbiamo già parlato fino alla nausea.

Che i TG facciano schifo è un'ovvietà, una cosa della quale ci rendiamo conto ogni giorno ostinandoci a guardare il telegiornale in attesa di qualche notizia.
Dicono che sono imparziali, si offendono, poi su quattro giornalisti che appaiono in video, due sono contro il governo e tirano la volata all'opposizione, cioè al governo precedente. Ad intervistare Prodi mandano Freddie Kruger e invece da Berlusconi mandano la dolce Petruni (FI) che si rivolge ogni volta a Silvio con un orgasmico "Presideeente!" Se fossero veramente indipendenti smetterebbero di parlare dei politici di qualunque colore e di fare i tifosi da curva.
Ogni sera, lo dicevamo prima, il superpartes Riotta ti terrorizza con i rumeni, gli zingari e le rapine in villa e, come succedeva negli anni 70, ogni sera sono casi sempre più efferati di stupro e violenze. Scommetto quello che volete che se tornasse un governo più gradito al "popolaccio" come lo ha definito oggi Dacia in un post da urlo, guardando il TG1 le donne si convincerebbero di poter girare di sera in perizoma.

Loro, i fantagiornalisti moderni che hanno studiato in America (dove, non a caso, i TG sono più ansiogeni dei film di Eli Roth), sono convinti che a noi interessi il look, il mappamondone di vetro invece che di plastica, le notizie del cazzo sulle veline e i velisti, le nozze di Briatore e le emorroidi del borghesume in vacanza con il costume e la società di merda.
Come direbbe Grillo: vaffanculo!

P.S. Su Annozero dico anche che è stato un bel marchettone senza mutande e vergogna al film della Guzzanti e che Grillo non mi convince fino in fondo ma ormai ci dobbiamo accontentare di una politica indifendibile e di giullari borderline. L'alternativa sono gli ultras dei TG. O bere o affogare.

21 commenti:

  1. tesora mia, soubrette, in francese vuol dire cameriera.

    bacio, dacia

    RispondiElimina
  2. Per quanto tu possa essere brava nel descriverla, la scenetta della lettura del comunicato anti-Guzzanti è stata veramente esilarante.
    Su Riotta e il suo tg, sono d'accordo con te.
    Non so se hai notato, ma la domenica l'edizione delle 13, apre sempre, qualunque cosa possa succedere in Italia o nel mondo, con il pistolotto sul Papa.
    Che poi lui, Riotta, si permetta anche di tenere una lezioncina di giornalismo anglosassone sull'Espresso, beh, rasenta il ridicolo.
    Un saluto

    RispondiElimina
  3. E se imparassimo a nuotare?
    Sono sette anni - dalla nascita del piccerillo, cioè - che non vedo telegiornali, e godo ancora di diritti civili.
    La bile? Sta bene, grazie. ;-)

    RispondiElimina
  4. basta un poco di zucchero e la marchetta va giù

    RispondiElimina
  5. @ dacia
    Lui avrebbe voluto dire "quella baldracca" ma si è trattenuto ed è venuto fuori un molto retro "soubrette". Se fosse stato Corrado l'avrebbe definito soubretto?
    Ciao daciona bella.

    @ giamo
    Riotta aveva detto in un'intervista che la Guzzanti non gli piaceva. Lei gli ha risposto per le rime. Liti tra primedonne, è vero.

    @ cima
    ma come fai? Io ho questo vizio orrendo, di guardare il tg1 e non riesco a smettere. Smetto per un giorno poi ricomincio.

    @ scuola di ladri
    a volte il rospo marchettone è grosso, però.

    RispondiElimina
  6. Io da quando ho scoperto che i tg della Rai si possono vedere su Internet, salto tutti i servizi che parlano di papa, Berlusconi, chiesa o Masotti dall'Inghilterra (eppure lo giuro, non sono Caprarica, che se li vedesse gli verrebbe la gastrite perforante). Del tg2 non rimane che lo sport, del tg1 i servizi di costume tipo quella dei sub sottacque per due settimane. Il tg3 lo vedo quasi per intero.

    RispondiElimina
  7. Da leggere e far leggere questo tuo post, anche se su Grillo io sono più "benevolo".

    RispondiElimina
  8. Prima opinione interamente condivisibile che leggo su Grillo, giornalisti, politica e partiti e soprattutto rom e rumeni.

    OT(?): Moni Ovadia ha chiesto il nobel per la pace per il popolo rom (parliamone [non di Ovadia, dei rom], ce n'è tanto bisogno, è una situazione realmente critica per loro a causa di TG e mai sopita fascisticità italiana).

    RispondiElimina
  9. Mi rifiuto di bere o di affogare. Mi associo a Cima: impariamo a nuotare

    RispondiElimina
  10. Anonimo11:24

    trovo che la nuova sigla col mappamondo trasparente sia perfetta perchè rende l'idea del vuoto oceanico di realtà che non troverai certo nel tg., il vuoto!
    sono servi,rabboniscono le masse, parlano del papa anche due volte al giorno, tutti i giorni, ti angosciano e guardacaso ci sono sempre di mezzo i rumeni o i ladri albanesi o i giovani ubriachi o le madri cattive...poi le telenovelas sulla nera, ma anche sul gossip...che fine ha fatto paris hilton o anche che fine ha fatto carmen sandiego!?!?!
    gli eminenti studiosi guardacaso provengono sempre dalla cattolica università degli studi che dicono che la pasta fa ingrassareA: ma va? ps. dovrebbero stare piuttosto attenti a fare prima un servizio sull'anoressia e poi uno sulle diete dell'estate, quella non è una rivista specifica, è un tg pubblico, destinato a tutti, sai quanti imitatori sprovvisti, e a proposito di "tutti"... a pochi giorni dal gay pride, la loro risposta eterosessista ed omofoba si è risolta in un più che inutile servizio sul bacio di minuti numero 4, che evocaca la bellezza e la purezza di questa manifestazione d'amore: tra i baci anche quelli di nonni a bambine, di madri a bambini, e poi la sfilza di coppie etero, dai catoni ai telefilm alla gente comune, neanche una coppia gay o lesbica...
    molto indicativo di una presa di posizione ben precisa...

    complimenti per il tuo blog, molto ben fatto,curatissimo e soprattutto libero: continua così!

    RispondiElimina
  11. Sorella, non lo fo per amor mio, ma per non far vedere ai piccerilli su quanta merda stiamo galleggiando.
    Il giorno che si sveglieranno sarà triste, lo so, ma aspetto che prima facciano gli anticorpi... ;-)

    RispondiElimina
  12. Anonimo12:09

    Sul Tg1 che favorirebbe il centrodestra e non sarebbe molto diverso dal Tg2 non sono perniente daccordo, per esempio ieri il servizio di politica interna sulla possibilità di elezioni anticipate si è chiuso con l'opinine di Bertinotti, mentre sempre ieri (se non ricordo male) era ospite in studio D'Alema. Riguardo poi il "pastone politico", non lo trovo così scandaloso, per le "spiegazioni" esistono le rubriche di approfondimento: il Tg1 ha Tv7, il Tg2 ha Tg2 Dossier, il Tg3 ha Primo Piano ed è così anche sulle altre reti (per esempio SkyTg24 Pomeriggio su Sky). Francamente credo che la Guzzanti abbia esagerato, l'altro giorno al Tg1 ho visto un servizo di Monica Maggioni sui moderni "buffalo soldiers", soldati che combattono in Iraq per ottenere la cittadinanza statunitense, e mi sembrava abbastanza interessante; non credo che il lavoro della Maggioni meriti di essere definito "indecente", naturalmente tutte le opinioni sono legittime, però la Guzzanti la stoccata della redazione se la meritava tutta!
    Tra l'altro non mi pare proprio che l'attuale coro di grilli al quale la "soubrette" si è unità meriti particolare rispetto: sono faziosi, bugiardi e ipocriti tanto quanto un Mazza qualsiasi.

    jcm

    RispondiElimina
  13. Temo che abbia ragione tu. Deve essere per questo che sono così depressa.

    RispondiElimina
  14. Io vedo solo il tg3 alle 19 e qualche edizione di Rainews (anche se sotto Mineo pure loro...)
    e già mi staffilo i coglioni...

    Pensatoio

    RispondiElimina
  15. Volevo seguire la puntata di Anno Zero ma non ce l'ho fatta; così ho seguito solo l'ultimissima parte, compreso l'intervento della Guzzanti, che mi ha fatto fare una standing ovation perchè concordo sul fatto che i tg diano le notizie spesso in maniera rapida e confusa, lasciando la parola poi al servizio che elenca le brevi e numerose risposte di tutti i politici, lasciando lo spettatore nel caos più totale; che chi non provvede per vie traverse ad informarsi sugli argomenti, i tg ti spiegherebbero ben poco sul reale nocciolo della questione...

    RispondiElimina
  16. @ anellidifumo
    il tg3 non lo vedo perchè a quell'ora faccio di tutto meno che guardare il tg. Alle 20,00 il tg1 mi prende per disperazione e poi se no di che cosa scriverei? Quello che fa meno schifo di tutti, tra quelli che guardo, è il tg de La7. RAINews24 a volte fa informazione quando sono tutti distratti. SkyTV24 non è un tg, è uno stand della Fiera Cosmoprof.

    @ chemako
    sai, da buona genovese sono diffidente... ;-)

    @ guccia
    hai ragione, l'accanimento contro i Rom è vergognoso e nasce dalla colossale ignoranza contro questo popolo. E' come se solo loro rubassero, e invece pensa a quello che succede ogni giorno con la grande criminalità organizzata.
    Ti prometto che ci farò un post molto presto.

    @ franca
    senza salvagenti, però.

    @ anonimo
    ti ringrazio per i complimenti. Per la televisione deve esistere solo la Sacra Famiglia Unita, è vero.

    @cima
    l'importante è che nessuno faccia l'onda.

    @ jcm
    il solo fatto che sia data la parola a Bertinotti secondo te è segno che il tg1 (o 2) è democratico? Che generosa concessione.
    Le rubriche di approfondimento non sono seguite da tutti perchè sono francamente pallosissime. E' nel tg che bisognerebbe fare informazione. Il pastone fa schifo perchè chi se ne frega dell'opinione di Schifani o di Bertinotti? Tanto lo sappiamo come la pensano. Mi meraviglierei solo se una sera Bondi dicesse che Prodi ha fatto bene qualcosa.
    La Maggioni in Iraq fa i servizi che le lasciano fare, povera cocca. Tanto vale leggere il New York Times. E' una che portava tanto bene il giubbotto antiproiettile che è stata promossa a conduttrice del tg.
    Vuoi mettere l'Oriana ai tempi del Vietnam?
    Amico mio, ho detto in coda al post che mi ha dato fastidio il marchettone di Santoro al film della Guzzanti. Però l'informazione RAI è ancora saldamente in mano a Silvio, abbi fede.

    @ galatea
    hai mai visto SkyTG24 con i conduttori che sembrano Ken e la Barbie?

    @ meinong
    oh, meno male. Un telespettatore di TeleKabul ci voleva!

    @ darkbyte
    se non ci fossero stati gli spezzoni su Grillo sarebbe stata da dormire tutta, la puntata. Purtroppo la verve di Sciuscià si è persa.

    RispondiElimina
  17. Anonimo00:45

    La classe politica italiana (la prendo un po' larga)dopo aver visto alle ultime elezioni quanti voti si possono spostare raccontando balle a un pubblico televisivo "gnurant" ora si guarderanno bene sia dal mollare l'osso ( Veltroni chi?) sia di preoccuparsi minimamente che i TG facciano informazione. Anche il TG3 che propone uno schema interpretativo d'epoca è interessato più a fidelizzare la clientela che altro. gerardo

    RispondiElimina
  18. Anonimo01:05

    Ho sbagliato un plurale: quaranta frustate. gerardo

    RispondiElimina
  19. E cercherò di farne uno decente anch'io. Mi sto avvicinando molto alla loro cultura, avrei voluto farlo quando ne avessi saputo di più ma...

    RispondiElimina
  20. La TV la guardo sempre meno se non collegata al lettore DVD. Tempo fa anche io ho scritto qualcosa dichiarandomi disgustato dallo stato attuale dell'informazione che per me non è tanto di parte quanto semplicemente fatta da lacché di un pò tutti i politici e i potenti in genere. Ma soprattutto è priva di contenuti e da importanza a pettegolezzi e alle bravate (che a volte sono reati) di certi Very Ignorant Persons.

    Tuttavia, non so quanto concordare con te a proposito delle notizie di rapine e stupri... Purtroppo queste notizie i giornalisti non se le inventano. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una escalation delle violenza, le città sono meno sicure e questo è un dato di fatto. Sono contraria a certo sensazionalismo, ma un certo allarmismo ritengo sia pure giustificato. E se a commettere certi crimini siano spesso degli immigrati, non perché siano geneticamente peggiori di noi ma perché il degrado e il disagio sociale favorisce scelte criminali, non è colpa dei giornalisti. O dovremmo arrivare al punto di censurare le notizie che riguardano le loro violenze per non passare da fascisti?

    E poi vorrei farti una domanda: al di là del giudizio negativo sulla puntata di AnnoZero in questione, ritieni Santoro un bravo giornalista? Un giornalista imparziale, neutro e rispettoso delle idee altrui?

    RispondiElimina
  21. @ arabafenice
    per carità, era durante il fascismo che le notizie di cronaca nera erano vietate. Dico solo che martellare tutte le sere con i reati dei rumeni e non parlare mai dei traffici loschi di Camorra, Mafia e compagnia brutta sembra solo servire a terrorizzare noi telespettatori. Io stessa mi rendo conto di avere più paura, di guardare con occhio sospettoso gli immigrati slavi e se mi chiedo perchè la risposta è nella propaganda televisiva. Noi crediamo di esserne immuni perchè magari diamo solo un'occhiatina allo schermo ma funziona anche quando non ce ne rendiamo conto. Il segreto è il martellamento.

    Su Santoro. E' un bravo giornalista che soprattutto si circonda di bravi collaboratori. Non credo sia imparziale, ma nemmeno Travaglio lo è. Se un giornalista è fazioso non è un problema, basta saperlo. L'importante è che non dia notizie false o ne occulti altre che nuocerebbero alla sua parte politica.

    RispondiElimina

SI PREGA DI NON LASCIARE COMMENTI ANONIMI MA DI FIRMARSI (anche con un nome di fantasia).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...